Storia

Quando Mussolini benediceva gli inglesi

Se credete che Benito Mussolini sia stato un fervente nazionalista, un “sovranista” fieramente dedito agli interessi della Patria Italia, dimenticatevelo.

Questo è il racconto, la vulgata, la storia vera è un’altra cosa: Mussolini fu a tutti gli effetti, culturalmente e politicamente, un anti-italiano, pronto a cambiare bandiera, a capriole inaudite, persino ad obbedire a poteri stranieri, con l’unico fine di nutrire il proprio ego e la propria smodata ambizione.

Si potrebbe esordire, per dimostrarlo, dal modo con cui, dal 1937 in poi, assoggettò l’Italia ai voleri di Adolf Hitler, divenendo di fatto un burattino nelle mani della Germania e portando così il Belpaese ad una disastrosa sconfitta (mentre il popolo italiano non voleva né l’alleanza né la guerra).

Ma si può anche partire da molto prima, da suoi esordi nell’agone politico.

Continua a leggere

La classica origine di un ospedale italiano.

Negli ospedali, nei quali Cristo stesso, nelle sue membra, viene accolto e curato, sostentato e nutrito, sempre ricorre uno speciale medicamento, quello della pietà, con il quale efficacemente noi possiamo alleviare con misericordia le afflizioni dei poveri.” (anno 1219); questa frase esprime bene da quale radice origina tutta l’immensa storia degli Spedali Civili di questa città (di Brescia).

In questo periodo accanto alle corporazioni di artigiani e di mercanti già esistenti sorsero in breve tempo vivaci confraternite di laici con una forte connotazione religiosa, vicine spesso agli ordini cosiddetti mendicanti (Domenicani, Francescani, ecc), dedite alle opere di misericordia. Nel 1232 si costituì il Consorzio di Santo Spirito ad opera del vescovo Guala de Roniis, già priore dei Domenicani e fu soprattutto al convento dei Domenicani che fece capo.

Continua a leggere

Il vero Mussolini (2): gli italiani non lo votarono

Il fascismo non è l’ autobiografia del paese! Uno dei tanti luoghi comuni sul fascismo, che permette di trasformarlo da fenomeno storico a realtà metafisica ed atemporale ( il fascismo eterno), è l’ idea che esso sia in qualche modo nel DNA del nostro popolo ( arretrato, poco democratico ecc ).

Si tratta di una narrazione senza fondamento perché il fascismo è stata una brevissima parentesi nella storia del popolo più universalistico e aperto del mondo. Roma è stata, nell’ antichità, il solo Impero capace, con tutti i limiti

Continua a leggere

FAKE NEWS: Mussolini, il socialista voltagabbana

In quale partito divenne molto importante Mussolini? Nel partito fascista?

Nel 1914 il potere raggiunge il massimo di influenza sull’informazione, quando in Italia si dibatteva sull’entrata o meno del Paese in guerra. Tra favorevoli e contrari, alcuni giornalisti saranno le punte di diamante dell’interventismo. Benito Mussolini, divenuto il più importante giornalista del ‘900, diventerà addirittura il

Continua a leggere

Quando Mussolini ricorse all’aborto

Mirella Serri è una storica che ama racccontare anche la vita intima e “sentimentale” dei protagonisti del Novecento. Nel suo Gli invisibili racconta per esempio la passione giovanile di Adolf Hitler, condivisa con molti altri leader nazisti, per i giovinotti maschi, e il terrore di essere scoperto (l’omosessualità, infatti, era allora reato, nella Repubblica di Weimar).

Nel saggio Mussolini ha fatto tanto per le donne, invece, approfondisce una notizia conosciuta, ma poco indagata: il suo rapporto con Bianca Ceccato, e il modo con cui costrinse la giovane amante ad abortire.

Continua a leggere

Dalla presa della Bastiglia al Risorgimento. Dov’è il falso storico?

La presa della Bastiglia

Nelle scorse puntate, abbiamo ricordato che il ‘700 fu il secolo del giornalismo, del quotidiano, dell’ascesa della borghesia, della nascita dei parlamenti e dei partiti e del grande compito del giornalismo nel controllo dell’informazione. La grande notizia sarà la Presa della Bastiglia avvenuta il 14 Luglio 1789. Una rivoluzione

Continua a leggere

GUERRA MEDIATICA TRA COLONIZZATORI. IMMAGINI PER PROPAGANDARE FALSITÀ SULLA SPAGNA!

La stampa inglese del ‘700

Come accadde che l’Inghilterra divenne la patria del giornalismo? I primi grandi quotidiani risalgono al ‘700 e sono inglesi. Giornali di opinione, di informazione. Il giornalismo inglese e quello americano sono i più brillanti e in qualche modo cercano la verità. Ma la cosa più evidente è che presto i giornali vengono riempiti di immagini. La parola colpisce, ma l’immagine rapisce.

Quando avvenne il primo uso massiccio e interessante dell’immagine? Quando Inghilterra e Spagna

Continua a leggere

“FAKE NEWS”: Le leggende nere sul Medioevo. Fine del mondo e cintura di castità

Coppo di Marcovaldo, Giudizio Universale, Inferno, Battistero di San Giovanni,
1260-1270, Firenze

Moltissime persone, e alcune volte anche i libri di storia, immaginano che intorno all’Anno Mille i medioevali fossero entrati in panico, presi da grandissimo terrore. E noi li pensiamo ossessionati perché avrebbero creduto che il mondo stesse per finire e che dovesse arrivare l’Apocalisse! Perché ce lo immaginiamo così? È successo davvero, o è pura fantasia? È pura fantasia!

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy