AGOSTINO OGGI: L’Alleluja e i misteri del tempo futuro.

Sant’Agostino, Antonio Rodriguez, XVII sec.,
Instituto Nacional de Bellas Artes y Literatura

Padre Marziano Rondina, Aprile 2012 

Ricordando che oggi, 13 Novembre, l’Ordine di Sant’Agostino (OSA QUI), celebra l’anniversario della nascita di Sant’Agostino (13 novembre 354) e, dunque, la Festa solenne di tutti i Santi dell’Ordine, non possiamo non ricordarci che oggi ci uniamo in santa esultanza a coloro che, nell’Ordine e nella Chiesa tutta, hanno cantato l’Alleluja della Fede ed ora cantano l’Alleluja della visione eterna, essendosi resi discepoli di Cristo fino a partecipare di quell’ottavo giorno, di quel giorno della Risurrezione di Cristo che, nella pienezza, sarà poi vissuto alla venuta di Cristo, quando anche i nostri corpi, ora mortali, risorgeranno.

Agostino, nel Discorso 259, per la Domenica in Albis, sul simbolismo del numero 8, a proposito della Pasqua, scrive:

Adesso nella fede, poi nella visione.

1. Il giorno di oggi ci richiama un grande mistero: quello della felicità eterna. Difatti la vita simboleggiata dal giorno di oggi non è una vita destinata a scomparire, come invece scomparirà il giorno presente. […]

2. Il presente giorno ottavo rappresenta, dunque, la vita nuova che si avrà alla fine del mondo; il settimo viceversa rappresenta il periodo di tranquillità imperturbata che godranno i santi in questa terra. Dicono infatti le Scritture che il Signore regnerà su questa terra insieme ai suoi santi e, sempre su questa terra, possederà una Chiesa nella quale non

entrerà alcun cattivo, essendo segregata e purificata da ogni contagio dell’iniquità. […]. Dicono infatti le Scritture che il Signore regnerà su questa terra insieme ai suoi santi e, sempre su questa terra, possederà una Chiesa nella quale non entrerà alcun cattivo, essendo segregata e purificata da ogni contagio dell’iniquità. Questa Chiesa rappresentavano quei centocinquantatré pesci …

Non sarà dunque fuori luogo, in questo tempo in cui la Chiesa celebra la Solennità di Tutti i Santi e la preghiera per tutti i defunti, proiettarci nel tempo futuro, che già oggi ci vede attori orientati all’escaton, al giorno ultimo dell’Alleluja.

Dai discorsi pasquali, trentotto, per l’esattezza, ne esamineremo tre: 255, 255A, 256. Essi ci illumineranno, secondo il linguaggio misterico battesimale, così caro ad Agostino, su quell’Alleluja, che perdura in tutto l’Anno liturgico, eccezion fatta per il tempo quaresimale.

Clic qui sotto

Sant’Agostino oggi – Rondina Padre Marziano – 09/04/2012

Data di pubblicazione: 9 Aprile 2012
L’Alleluja canto tipico della Veglia pasquale e della liturgia.

Per gentile concessione di Radio Maria del 07/06/2023

Ogni diritto è riservato dalla Radio stessa

Tutte le trasmissioni di Padre Marziano Rondina dal 19 Maggio 2023 al 9 Gennaio 2012

sono disponibili sul sito di Radio Maria a questo link …

QUI

Print Friendly, PDF & Email
Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo.

Autore: Padre Marziano Rondina

Padre Marziano Rondina è specialista in spiritualità e teologia agostiniana. È membro della Consulta Diocesana di Bologna per la pastorale Universitaria; è Assistente diocesano del Movimento Laicale Agostiniano, ha curato pubblicazioni sulle vite dei santi. Dal 2012 conduce a Radio Maria la trasmissione mensile Agostino Oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *