Il “successo” della restaurazione interrotta

vela

Il pontificato e il pensiero di Benedetto XVI affrontato da tutte le angolature possibili e immaginabili, attraverso interviste. Questo lo scopo del nuovo libro del giornalista de Il Giornale, Francesco Boezi, esperto di Vaticano e di Chiesa, ma anche di politica estera (collabora a Gli occhi della guerra, il miglior contenitore, in Italia, a giudizio di chi scrive, di analisi sulla geopolitica e la politica estera).

Il libro, edito da La Vela, esce l’8 maggio ed è intitolato: “Ratzinger. La rivoluzione interrotta”.

Gli intervistati hanno storie e formazione molto diverse: c’è un banchiere, come Ettore Gotti Tedeschi, che non può che parlare di Ratzinger “economista”; ci sono giornalisti famosi come Marco Tosatti, Gennaro Sangiuliano, Aldo Maria Valli e Fabio Marchese Ragona; c’è l’editore di alcuni libri di Benedetto, David Cantagalli; ci sono Gaetano Rebecchini, figlio di un ex sindaco di Roma e Giovanni Minnucci, Professore di Storia del diritto medievale e moderno nell’Università di Siena; c’è un musicista come Aurelio Porfiri, impegnato nella riscoperta della musica sacra tanto amata dal pontefice emerito… e poi due sociologi come Giuliano Guzzo e Marco Luscia, una nota bioeticista come Assuntina Morrresi, ed infine Filippo Savarese, Maria Rachele Ruiu e Jacopo Coghe, gli intrepidi animatori di Manif Pour Tous, Generazione Famiglia e CitizenGo.

Ne risulta un ritratto a tutto tondo, che aiuta a capire non solo l’attualità, ma anche quasi mezzo secolo di storia della Chiesa, da quando cioè Ratzinger divenne cardinale, nel 1977, assumendo da subito un ruolo da protagonista del dibattito teologico ed ecclesiale.

La prefazione del libro è affidata ad Ettore Gotti Tedeschi, ed inizia così: “La mia prefazione ad un libro di interviste su Joseph Ratzinger, papa Bendetto XVI, oggi papa emerito, potrebbe essere scritta, provocatoriamente, in una sola riga: il titolo del libro (La rivoluzione interrotta) è sbagliato. Il titolo corretto avrebbe dovuto essere: La restaurazione interrotta“.

Basterebbe questo incipit a comprendere quanto sia ancora necessario discutere il pontificato di Benedetto, che gli intervistati aiutano a capire, rendendo accessibile a tutti, nella sua profondità e varietà. Che poi siano un giovane e brillante giornalista come Francesco Boezi e un giovane editore coraggioso come David Nieri, fondatore delle edizioni La Vela, a cimentarsi nell’impresa, aiuta a comprendere anche un altro fatto: Benedetto non è più pontefice regnante, ma è ancora un maestro per molti, soprattutto giovani che lo hanno visto passare quasi come una meteora, ostacolato, combattuto, vilipeso sin dal principio, fuori e dentro la Chiesa, ma che forse proprio per questo hanno voluto vedere e capire, con i loro occhi e la loro testa! (da: http://www.lanuovabq.it/it/ratzinger-il-successo-di-una-restaurazione-interrotta)

Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Oltre la violenza, per sfide che possiamo vincere

      mons-negri di Luigi Negri. C‘è una peste che si diffonde quasi inarrestabilmente nella struttura della nostra vita personale e sociale: la violenza. La violenza che lentamente trova e poi distrugge i sacri vincoli di gratuità, di dedizione e di fedeltà su cui è fondata la famiglia, che adesso, sprezzantemente, la mentalità dominante, il potere dominante si permette di definire una posizione da “sfigati”. Leggi il seguito… 

    • Lo spacco d’Italia

      lega-m5s di Marcello Veneziani. È davvero curiosa e senza precedenti la situazione politica in cui ci troviamo: ci sono due forze che si radicalizzano ogni giorno di più agli antipodi ma governano insieme; e nel mezzo, al centro, ci sono le opposizioni. Non penso che ci siano uguali nel mondo e nella nostra storia. Leggi il seguito… 

    • Pro family, non serve identificarsi con un partito

      world-congress-family-verona di Stefano Fontana. I politici che a Verona ci metteranno la faccia prenderanno posizione e con il movimento pro family stabiliranno un rapporto concreto. Tuttavia il movimento nel suo complesso non potrà identificarsi con nessuno di essi in particolare, né con singoli uomini politici né con singoli partiti. Valorizzerà la loro presenza e la loro apertura, ma manterrà anche le distanze. Ciò soprattutto per tre motivi Leggi il seguito… 

    • Il card. Sarah: “La Chiesa, che dovrebbe essere un luogo di luce, è diventata un covo di tenebre”

      libro-card-sarah di Michele M. Ippolito. E’ in uscita in Francia il nuovo libro del cardinale Robert Sarah dal titolo “Le soir approche et déjà le jour baisse”, scritto con Nicolas Diat per le edizioni Fayard. Nel libro il cardinale Sarah apre la sua anima per affrontare la terribile crisi che la Chiesa soffre e scrive: “non voglio intorpidirvi con parole rassicuranti e ingannevoli. Non sto cercando il successo o la popolarità. Questo libro è il grido della mia anima! È un grido d’amore per Dio e per i miei fratelli”. Sul blog Dominus Est sono  comparse le prime anticipazioni del contenuto di qualche pagina del libro. Leggi il seguito…