Il “successo” della restaurazione interrotta

vela

Il pontificato e il pensiero di Benedetto XVI affrontato da tutte le angolature possibili e immaginabili, attraverso interviste. Questo lo scopo del nuovo libro del giornalista de Il Giornale, Francesco Boezi, esperto di Vaticano e di Chiesa, ma anche di politica estera (collabora a Gli occhi della guerra, il miglior contenitore, in Italia, a giudizio di chi scrive, di analisi sulla geopolitica e la politica estera).

Il libro, edito da La Vela, esce l’8 maggio ed è intitolato: “Ratzinger. La rivoluzione interrotta”.

Gli intervistati hanno storie e formazione molto diverse: c’è un banchiere, come Ettore Gotti Tedeschi, che non può che parlare di Ratzinger “economista”; ci sono giornalisti famosi come Marco Tosatti, Gennaro Sangiuliano, Aldo Maria Valli e Fabio Marchese Ragona; c’è l’editore di alcuni libri di Benedetto, David Cantagalli; ci sono Gaetano Rebecchini, figlio di un ex sindaco di Roma e Giovanni Minnucci, Professore di Storia del diritto medievale e moderno nell’Università di Siena; c’è un musicista come Aurelio Porfiri, impegnato nella riscoperta della musica sacra tanto amata dal pontefice emerito… e poi due sociologi come Giuliano Guzzo e Marco Luscia, una nota bioeticista come Assuntina Morrresi, ed infine Filippo Savarese, Maria Rachele Ruiu e Jacopo Coghe, gli intrepidi animatori di Manif Pour Tous, Generazione Famiglia e CitizenGo.

Ne risulta un ritratto a tutto tondo, che aiuta a capire non solo l’attualità, ma anche quasi mezzo secolo di storia della Chiesa, da quando cioè Ratzinger divenne cardinale, nel 1977, assumendo da subito un ruolo da protagonista del dibattito teologico ed ecclesiale.

La prefazione del libro è affidata ad Ettore Gotti Tedeschi, ed inizia così: “La mia prefazione ad un libro di interviste su Joseph Ratzinger, papa Bendetto XVI, oggi papa emerito, potrebbe essere scritta, provocatoriamente, in una sola riga: il titolo del libro (La rivoluzione interrotta) è sbagliato. Il titolo corretto avrebbe dovuto essere: La restaurazione interrotta“.

Basterebbe questo incipit a comprendere quanto sia ancora necessario discutere il pontificato di Benedetto, che gli intervistati aiutano a capire, rendendo accessibile a tutti, nella sua profondità e varietà. Che poi siano un giovane e brillante giornalista come Francesco Boezi e un giovane editore coraggioso come David Nieri, fondatore delle edizioni La Vela, a cimentarsi nell’impresa, aiuta a comprendere anche un altro fatto: Benedetto non è più pontefice regnante, ma è ancora un maestro per molti, soprattutto giovani che lo hanno visto passare quasi come una meteora, ostacolato, combattuto, vilipeso sin dal principio, fuori e dentro la Chiesa, ma che forse proprio per questo hanno voluto vedere e capire, con i loro occhi e la loro testa! (da: http://www.lanuovabq.it/it/ratzinger-il-successo-di-una-restaurazione-interrotta)

Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Il festival itinerante del Migrante

      sinistra-migranti di Marcello Veneziani. Una compagnia di giro fatta di scrittori, cineasti, artisti, giornalisti, pensatori, preti da sbarco, poeti da sballo, attori, cantanti e musicanti, guidata da un collettivo d’impresari a senso unico animerà l’estate italiana portando in scena il solito copione: Viva l’accoglienza, a morte il razzismo, forza stranieri, aprite i porti e le frontiere, come ci piacciono i bambini venuti dal mare o dalla provetta, mentre quelli nati dalla madre italiana non li reggiamo più. Viva gli uteri in affitto per coppie gay, abbasso la chicco e i suoi molesti utenti neonati Leggi il seguito… 

    • Bufale sulla Sindone? Eccome, sono tutte nel “falso” studio

      sindone di Emanuela Marinelli. Tesi a dir poco approssimative, esperimenti oltre il "bizzarro", mancanza di conoscenza e di fondamenti scientifici... questo e molto altro c'è nello studio rimbalzato sui media e che attribuirebbe elementi di falsità alla Sacra Sindone. Ma non è tutto: gli autori della ricerca, Borrini e Garlaschelli, non hanno mai fatto parte del team di scienziati che ha studiato il Lenzuolo di lino, anzi non l'hanno mai nemmeno visto da vicino. C'è altro da aggiungere? Leggi il seguito… 

    • Addio culto, la chiesa si ricicla rifugio dei clandestini

      zanotelli di Luisella Scrosati. Zanotelli auspica la trasformazione delle chiese in ostelli per i clandestini; il vescovo di Caserta vorrebbe chiese-moschee per accogliere. E' il trionfo della strategia Sant'Egidio, che segna l'addio all'esclusività del culto. Una "politica" confermata anche da un prossimo convegno vaticano sull'uso delle chiese dismesse per scopi "sociali e culturali". Leggi il seguito… 

    • Nessuna azione sociale senza dottrina. Non è possibile “costruire la città nuova sulle nuvole”

      giuseppe_toniolo di Silvio Brachetta. San Pio X insegna che è impossibile un’azione sociale senza dottrina: «In questi tempi di anarchia sociale e intellettuale, in cui ciascuno si atteggia a dottore e legislatore, non si costruirà la città diversamente da come Dio l’ha costruita; non si edificherà la società, se la Chiesa non ne getta le basi e non ne dirige i lavori; no, la civiltà non è più da inventare, né la città nuova da costruire sulle nuvole» Leggi il seguito…