Gli Stati Uniti hanno un budget militare di più di 700 miliardi. Per quale motivo?

 billot

Etats-Unis : plus de 700 milliards de budget militaire, pour quoi faire ?

Video-editoriale di François Billot de Lochner – Direttore del sito online di Liberté politique – 2 marzo 2018

(All’inizio del video scorrono immagini minacciose di armamenti e di aerei militari in volo. Ndt).

Il budget militare degli Stati Uniti per il 2018 si dovrebbe avvicinare ai 700 miliardi di dollari. 700 miliardi di dollari, il che equivale, pressappoco al PIL dei Paesi Bassi e della Svizzera, o dell’Arabia Saudita.

Di un’altra dimensione è il budget militare della Francia, che ammonta a 50 miliardi di dollari, da cui vediamo che, rispetto agli Stati Uniti, il budget militare della Francia è quello di un nano.

Il budget militare della Russia nel 2018 sarà intorno ai  70miliardi di dollari. Dieci volte minore di quello degli Stati Uniti. Ma il mondo occidentale è persuaso che il solo pericolo per il mondo è la Russia di Putin, a causa del suo budget militare.

È davvero disastroso che ci si sbagli a tal punto, quando si vede quanto sia squilibrato il confronto tra la Russia e gli Stati Uniti, avendo questi ultimi un budget militare davvero schiacciante. Ciò che più inquieta è l’aumento che è stato previsto. Il budget dello scorso anno era nell’ordine dei 630 miliardi di dollari. Si è passati perciò brutalmente ai 700 miliardi di dollari: il 10% in più dell’anno precedente.

A questo punto possiamo porci la domanda: che cosa vogliono davvero gli Stati Uniti, aumentando a questo punto il loro budget militare? Questo è il vero problema, perché non  ci sono apparentemente sul piano internazionale pericoli immediati. Certo, c’è una guerra contro Daesh, ma questo non giustifica un budget di tale grandezza. È davvero il caso di tenere a mente queste cifre, ed è necessario fare una riflessione e che sappiamo documentarci, cercando i motivi di questo straordinario aumento delle spese militari negli USA.

Che cosa vogliono fare gli Stati Uniti nei prossimi mesi e anni, in termini di difesa e a riguardo di una eventuale guerra che intendono preparare? Per il momento non sappiamo assolutamente nulla. Ma noi abbiamo il diritto di essere molto inquieti per tale aumento della spesa militare di una potenza che, essendo la più grande del mondo, ha già una superiorità schiacciante.

Fonte: http://www.libertepolitique.com/Actualite/Editorial/Etats-Unis-plus-de-700-milliards-de-budget-militaire-pour-quoi-faire

Traduzione di Claudio Forti

Selezionare i file

Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Salviamo la Natura ma a partire dagli uomini

      greta di Marcello Veneziani. In piena Settimana Santa è arrivata in Italia Greta, ed è stata accolta da papi e presidenti come la madonna protettrice del Pianeta. Greta non lo sa, eppure c’è una minaccia peggiore sul nostro futuro che non riguarda l’ambiente, non proviene dall’inquinamento e dal riscaldamento globale: è in pericolo l’umanità prima che il pianeta. Più che le piante, il clima e i mari, è la natura umana che rischia di essere cancellata nel giro di pochi anni dalla tecnoscienza e dai suoi miraggi. E non c’è nessuna Greta, nessuna mobilitazione planetaria e mediatica che denunci lo snaturamento dell’uomo. Leggi il seguito… 

    • Sessantotto e pedofilia, Benedetto XVI ha ragione

      don-fortunato-di-noto di Fortunato Di Noto. L’analisi di Benedetto XVI sulle cause della pedofilia è magistrale, perché è il relativismo che ha permesso di dire che in fondo “l’amore” tra adulti e bambini è una cosa positiva. La crisi di fede ha causato l’abbassamento morale. E poi c’è il fenomeno dei club omosessuali costituitisi nei seminari dagli anni ’60. Il papa emerito indica, in comunione con papa Francesco, la strada da percorrere in futuro, senza dimenticare chi siamo. Leggi il seguito… 

    • Gli appunti di Benedetto XVI “correggono” Amoris laetitia

      bergoglio di Stefano Fontana. Riproponendo l'enciclica di San Giovanni Paolo II "Veritatis Splendor" come argine al "collasso" della morale cattolica, Benedetto XVI in realtà entra in contrasto con quanto descritto dall'esortazione apostolica "Amoris Laetitia". Leggi il seguito… 

    • La Chiesa brucia nell’odio

      notre-dame-incendio di Marcello Veneziani. Mai come nel nostro tempo la cristianità è sotto attacco. C’è un diffuso, militante, odio verso la cristianità, di matrice soprattutto islamica. C’è poi un diffuso, sordido, disprezzo della cristianità da parte dell’Occidente laicista, di derivazione massonico-illuminista, che ispira l’Unione europea. E c’è un rigetto, una rimozione, un’indifferenza nei confronti della cristianità da parte degli stessi abitatori del nostro tempo, magari battezzati nel segno di Cristo Leggi il seguito… 

    Eventi

    Ancora nessun post.