Gianburrasca

Perché la fine di Weinstein è il tramonto dell’impero dei Clinton

clinton

C’è quella che scrive dove siete adesso maledetti uomini complici del produttore-stupratore?, ci sono quelli che Asia Argento alla fine non s’è ribellata più di tanto, quelli che s’indignano a vent’anni di distanza, quelle che sporgono denuncia postuma, quelli che dicono tutti sapevano tutto e quella, la regina delle dive, che era troppo impegnata con i copioni per occuparsi dei pettegolezzi, e quindi non sapeva che Harvey Weinstein faceva sempre la parte del potente volgare sessopatico. Infine, sono arrivati i realisti illuminati: di cosa vi stupite?, è dai tempi di Noè che i produttori potenti concedono successo in cambio di sesso, avanti con la prossima ovvietà. Domani magari si farà largo la nuova chiave interpretativa: il gentiluomo Weinstein è stato incastrato. Continua a leggere

Il business dell’accoglienza

cattura

Domenica a Bologna, città dei cardinali Gicomo Biffi e Carlo Caffarra, che non sono mai stati neppure nominati, Bergoglio ha messo in scena l’ennnesimo spot pro immigrazione, recandosi dell’hub di via Mattei, dove vengono ospitati circa 1000 profughi. Veniva da qui Abid Jee, il mediatore culturale, stipendiato con i soldi pubblici, secondo il quale le donne stuprate, dopo un po’, godono. Le cooperative che gestiscono la struttura prendono dallo Stato italiano dai 9 ai 12 milioni di euro annui. Continua a leggere

Ritornare a Veritatis splendor

enciclica

Veritatis Splendor è l’enciclica di Giovanni Paolo II del 1993, in cui il pontefice polacco ricordava “l’universalità e l’immutabilità dei comandamenti morali, e in particolare di quelli che proibiscono sempre e senza eccezioni gli atti intrinsecamente cattivi”.

Continua a leggere

Le Ong: Greenpeace

boezi

Greenpeace è una delle ONG più conosciute al mondo. Simbolo internazionale della difesa dell’ambiente, con circa tre milioni di sostenitori, è un’organizzazione che raramente è stata messa in discussione.

Specie dall’opinione pubblica. Oggi, però, questo rapporto del Centro Studi Strategici Carlo de Cristoforis (CESTUDEC), pubblicato in collaborazione con la francese École de Guerre Économique, rischia di smentire la narrativa dominante sui paladini dell’ambientalismo.

Lo studio dal titolo “GREENPEACE – Une ONG à double-fond(s)? Entre business et ingénierie du consentement”, è a firma di Thibault Kerlizin: Continua a leggere

La falsa misericordia dell’immigrazionismo

cattura

La Repubblica, in poche righe (vedi sopra), dipinge lo scempio dietro l’immigrazione di massa, e finalmente dice quello che, sino a ieri, non si poteva dire: dietro l’immigrazione c’è traffico di carne umana, lucro sulla carne umana, non misericordia, ma, molto spesso, cinismo e falsità. Quale la responsabilità dei giornali, che, come Repubblica, hanno urlato sino a ieri, accusando di razzismo chiunque cercava di guardare in faccia la realtà?

Nella vicenda c’è pure un prete: quale la responsabilità di una Chiesa in cui molti hanno fatto dell’immigrazionismo un’ ideologia, al pari di radicali ed ex comunisti orfani della classe operaia e in cerca di nuove masse di cui mettersi alla guida?

Trento, utero in affitto: Giovanna Cameroni, di Arcilesbica, denuncia Arcigay e avv. Schuster

cattura

La sera del 26 aprile al centro Santa Chiara di Trento si è svolta una serata intitolata “Gpa: oltre il pregiudizio, il racconto”, organizzata da Arcigay Trentino, Laici Trentino e Famiglie Arcobaleno.
La serata era coordinata dall’avvocato Alexander Schuster, noto per aver assistito una coppia ricorsa a utero in affitto in Canada a cui il tribunale di Trento ha riconosciuto la doppia paternità, con una discussissima sentenza attualmente al vaglio della Cassazione.
Continua a leggere

L’apolide mondialista: Macron e la nuova sinistra

cattura

TECNOCRATE AFFASCINANTE
Emmanuel Macron è il nuovo volto della sinistra francese e il più recente prodotto dell’élite globalista i cui sogni di dominio sono turbati dall’incubo Le Pen.
Perché dopo la Brexit e dopo Trump, l’oligarchia del denaro che governa l’Europa e l’Occidente, non può permettersi la vittoria del Front National in Francia che darebbe un colpo mortale alla sopravvivenza dell’Ue, della zona Euro e del sistema di potere tecno-finanziario.

Sia chiaro, Macron non è un tecnocrate alla Mario Monti: Continua a leggere

News dalla rete
  • Legge sul biotestamento, è giusto fare resistenza

    mons-negri di Luigi Negri. Di fronte all’approvazione definitiva della legge sul testamento biologico, la prima osservazione, amara, è che la Chiesa italiana ha perso una battaglia che peraltro non ha neanche combattuto. Più in generale non si può evitare un confronto con quanto accadde solo pochi anni fa quando Eluana Englaro è stata uccisa dallo Stato con una operazione infame: allora la realtà popolare cattolica aveva accompagnato questo martirio con una presenza viva e attiva, cercando di impedirlo. Leggi il seguito… 

  • La politica si è arresa

    alfredo-mantovano di Alfredo Mantovano. Non è detto che il totalitarismo si manifesti solo coi carri armati: quando vi è una sostanza di selezione eugenetica, di soppressione del più debole, di frantumazione della famiglia, la circostanza che tutto questo sia espresso da maggioranze o da sentenze non elimina sinistre similitudini con i più oppressivi regimi del XX secolo Leggi il seguito… 

  • Biotestamento. Don Arice, “il Cottolengo farà obiezione di coscienza, non applicherà le DAT”

    don-arice Nelle sue strutture, il Cottolengo non applicherà le Dat. Lo ha comunicato all’AGI il superiore generale don Carmine Arice. “Noi – ha affermato il sacerdote – non possiamo eseguire pratiche che vadano contro il Vangelo, pazienza se la possibilità dell’obiezione di coscienza non è prevista dalla legge: è andato sotto processo Marco Cappato che accompagna le persone a fare il suicidio assisitito, possiamo andarci anche noi che in un possibile conflitto tra la legge e il Vangelo siamo tenuti a scegliere il Vangelo”. Leggi il seguito… 

  • Approvata la legge che apre all’eutanasia. Crepaldi: I ponti senza verità non reggono

    Giampaolo Crepaldi di Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân. Giovedì scorso 14 dicembre il Parlamento italiano ha approvato la legge cosiddetta sulle DAT che apre all’eutanasia, persino in forme più accentuate che in altri Paesi. Durante la fase della discussione in Parlamento e nel Paese anche io, come vescovo e come presidente dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân, ero intervenuto, insieme ad altri, come per esempio il Centro Studi Rosario Livatino, per mettere in evidenza la gravità del contenuto di questo testo di legge. Purtroppo ha prevalso un’ideologia libertaria e, in definitiva, nichilista, espressa in coscienza da tanti parlamentari. Leggi il seguito… 

Eventi

Ancora nessun post.