Assaggi n. 1: Stupidaggini pseudorivoluzionarie

Con questo post Libertà e Persona inaugura una nuova rubrica, “Assaggi”. Essa consisterà in una breve citazione, particolarmente significativa, tratta dalle fonti più disparate. Non necessariamente il giudizio riportato è condiviso da tutti i responsabili del sito e dell’associazione: lo scopo è quello di far riflettere e anche discutere. Ogni collaboratore che sia munito della password di inserimento per ‘Rassegna Stampa’ può postare i suoi Assaggi, facendo attenzione a indicare nel titolo il numero progressivo della rubrica e uno slogan indicativo dell’argomento (vedi titolo del presente post). L’Assaggio di oggi è di Gustave Thibon, da “Ritorno al Reale”: “Ogni epoca ha le sue stupidaggini pseudorivoluzionarie, le sue innovazioni nate morte che suscitano lo stupore e il riso dell’epoca seguente. Oggi, per esempio, pensando alla fede nella democrazia e nel progresso dei grandi uomini del XIX secolo, noi diciamo: Ma come hanno potuto credere a cose simili? Io penso proprio che l’immoralismo dei nostri contemporanei farà sorridere gli uomini futuri”.

Print Friendly, PDF & Email
Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo.

Autore: Libertà e Persona

La nostra redazione si avvale della collaborazione di studiosi attenti alla promozione di un pensiero libero e rispettoso della persona umana, grazie ad uno sguardo vigile sulle dinamiche del presente e disponibile al confronto. Nel tempo “Libertà e Persona” ha acquisito, articolo dopo articolo, un significativo pubblico di lettori e ha coinvolto docenti, esperti, ricercatori che a vario titolo danno il proprio contributo alla nostra rivista online. Gli articoli firmati "Libertà e Persona" sono a cura dei redattori.