SCIENZA O LEGGI, PENSIERO O POLITICA, RELIGIONE, DIRITTI E DOVERI della persona nella società esigono libertà di pensiero e di espressione nel rispetto della Verità.

Da “La voce del Patriota”, 2 Luglio 2020

Mentre, dopo mesi di fatica, legati a quella che fu definita emergenza pandemica, tutti fummo messi alla prova nel lavoro, negli affetti, nei compiti educativi, la società è stata indotta a concentrare la propria attenzione solo sulla pandemia, tentando di persuadere che il bene della

Continua a leggere

Quale sarà la prossima cattedrale in fiamme?

Il colpo di artiglio quotidiano di François Billot de lochner di Liberté politique, trasmesso da TV Libertés

24 luglio 2020

Il 14 aprile 2019 la cattedrale di Notre Dame di Parigi, pietra miliare della cristianità, simbolo millenario del cristianesimo della Francia, delle sue radici cristiane, questa splendida cattedrale è colpita da un gigantesco incendio, di cui non si sa se sia stato o no per mano criminale – ed io penso che sia evidentemente criminale -, per cui ora la cattedrale rimarrà inutilizzata per molti anni.

Qualche mese più tardi la cattedrale di Eauze è presa di mira da un criminale tentativo di incendio, fortunatamente in parte sventato senza troppi danni. La settimana scorsa è toccato alla cattedrale di Nantes che è stata vittima di un incendio, con tutta evidenza criminale, perché sono stati trovati tre inneschi in tre luoghi strategici in cui la cattedrale poteva prender fuoco molto rapidamente, e cioè sotto l’organo, posizione in cui la struttura in legno è particolarmente presente.

Continua a leggere

Da Elia alla Madre di Dio. La protezione della Beata Vergine del Monte Carmelo per il Suo Popolo.

Pietro Novelli, Nostra Signora del Monte Carmelo consegna lo scapolare dell’Ordine ai santi Simone Stock, Angelo di Gerusalemme, Maria Maddalena de’ Pazzi e Teresa d’Avila,
olio su tela, 1641, Museo Diocesano, Palermo

Dal Martirologio Romano

16 Luglio 2020

Beata Maria Vergine del Monte Carmelo, dove un tempo il profeta Elia aveva ricondotto il popolo di Israele al culto del Dio vivente e si ritirarono poi degli eremiti in cerca di solitudine, istituendo un Ordine di vita contemplativa sotto il patrocinio della santa Madre di Dio.

Continua a leggere

“ComunicArTe.cc” per non restare chiusi alla bellezza.

Chiara Rossi

Quando il cuore soffre la solitudine e la chiusura, il segno, il colore e la parola possono aprire un varco luminoso. Chiara Rossi, grazie alla sua formazione classica, spaziando dalla filosofia alla teologia, presenta i grandi cicli dell’arte sacra e le opere di grandi artisti grazie alla tecnica di zoom, entrando nei dettagli delle singole immagini con

Continua a leggere

Degasperi non aveva il viso girato a sinistra.


E’ un po’ di tempo che si sente aria di “centro” (uso questo termine pur sapendo che può avere molti significati, per comodità). Abbiamo iniziato noi di Si può fare!, prima della quarantena, a decidere di andare da soli, di andare “al centro”, con un nostro candidato sindaco, l’avvocato Silvia Zanetti, di provenienza civica. Al centro, dicevamo, o comunque alternativi alla sinistra che governa la città, e all’attuale destra, insediata in Provincia. Per questo avevamo teso la mano, inizialmente ricambiati, con reciproca stima, al gruppo dei popolari di Renzo Gubert. Ci siamo definiti da subito: civici, popolari e autonomisti

Continua a leggere

Ecco perché scienza e fede possono stringersi la mano

III edizione, ampliata

“Scienziati, dunque credenti”. Il libro del professor Francesco Agnoli, che abbiamo intervistato, si propone di indagare la perfetta sovrapposizione che esiste tra fede e ragione. Le storie personali, oltre che scientifiche, delle personalità indagate bastano da sole a testimoniare quanto la sfera spirituale e quella logico-razionale possano essere coincidenti.

Gentilissimo Professore, Cantagalli ha di nuovo pubblicato “Scienziati, dunque credenti”. Un libro ancora attuale, persino in questi tempi pandemici…

Per proseguire:

https://loccidentale.it/ecco-perche-scienza-e-fede-possono-stringersi-la-mano-intervista-a-francesco-agnoli/?fbclid=IwAR0j9M7-oHcib5-bq0pT_hQcLmpR7ceVLcbo_qGgrJP0e_NdnMURlgjKEIw

Una legge che merita solo disobbedienza. In piazza contro la Legge Zan e la “Verità di Stato”.

di Samuele Cecotti

a nome del Coordinamento Nazionale Justitia et Pax per la Dottrina sociale della Chiesa

Il “Coordinamento Nazionale Justitia et Pax per la Dottrina sociale della Chiesa” aderisce formalmente alla campagna RestiamoLiberi (https://www.restiamoliberi.it/ ) giudicando il ddl Zan sull’omotransfobia espressivo di una ratio totalitaria tesa a soffocare la libertà e a mettere fuori legge la verità in nome di una ideologia, quella gender, che nega la naturale complementarietà sessuale maschio-femmina e l’ordine finalistico della sessualità umana. Alla pretesa totalitaria di imporre per legge una ideologia negatrice dell’ordine naturale, reatizzando l’espressione della verità antropologica razionale e cristiana, si deve rispondere rivendicando la vera libertà che poggia sulla verità oggettiva delle cose, richiamando il dovere per ogni legge di essere conforme alla lex naturalis, dichiarandosi pronti a disobbedire all’eventuale legge che istituisse il reato di omotransfobia per dovere di coscienza verso la verità.

Se approvato, il ddl Zan farebbe implicitamente dell’ideologia gender una “verità di Stato” ponendo, per contro, fuori legge l’unanime giudizio biblico-cristiano sull’omosessualità, il Magistero costante della Chiesa in materia e la stessa semplice riflessione razionale classica sulla sessualità (ad es. quanto scrivono Aristotele – Etica Nicomachea, 1148b, 24-30 – e Platone – Leggi 836 B e C- circa l’omosessualità). In un colpo solo sarebbero fuori legge la Sacra Scrittura, il Catechismo della Chiesa Cattolica, l’Etica a Nicomaco di Aristotele, le Leggi di Platone, un gran numero di scritti di Santi e di Papi e, perché no?, ad es. la stessa Divina Commedia dove Dante descrive i sodomiti all’inferno. L’intera civiltà classico-cristiana, nel suo giudizio sulla sessualità umana, si troverebbe dichiarata fuori legge! Continua a leggere

News dalla rete

  • Ripartire da Porta Pia. Le “due Rome”, la “nuova costituente” e la Commissione Glendon”

    di Stefano Fontana. Le due Rome Domenica scorsa 20 settembre si sono ricordati i 150 anni dalla breccia di Porta Pia e dalla presa di Roma da parte dello Stato italiano (20 settembre 1870). Tra le tante cose da dire a proposito, sia di tipo storico[1] che teoretico[2] vorrei soffermarmi sul rapporto tra la valutazione data dal professor Giovanni Turco (università di Udine) con la sua tesi delle “due Rome” di stampo decisamente anti-liberale, e l’interpretazione liberale fornita dal professor Carlo Lottieri (università di Verona) che parte da Porta Pia per lavorare ad una nuova costituente. Leggi il seguito…

  • Il comunismo restò in cielo e mandò i popoli all’inferno

    di Marcello Veneziani. Un lungo corteo di elogi funebri ha accompagnato la morte di Rossana Rossanda. Necrologi rosso antico, testimonianze affettuose, ricordi di militanze dell’altro millennio. Il rispetto che si deve in generale per chi muore e in particolare per un nemico intellettuale, e uso la parola nemico senza un filo di disprezzo, sapendo di rispettare le sue volontà, non deve però trattenere dal tracciare un bilancio onesto. Non della vita e l’opera di Rossana Rossanda, e nemmeno del suo Manifesto, ma un bilancio ideologico e politico di una passione chiamata comunismo. Pace all’anima sua, anche se lei rigettò la pace e l’anima. Leggi il seguito…

  • “Make Italy great again”. Il centrodestra deve ricominciare da una visione comune del futuro

    di Eugenio Capozzi. Il centrodestra è riuscito a non vincere elezioni che pure ha sostanzialmente vinto. Ha guadagnato il governo di una regione, quasi sicuramente due, ha aumentato i consensi per le sue liste, ma ancora una volta non è riuscito nella “spallata” che cerca da un anno, e cioè nel tentativo di destabilizzare il governo Conte bis, pur fragile e diviso, e pur gravato dai risultati disastrosi della gestione dell’emergenza Covid. Leggi il seguito…

  • Così Meloni e Salvini hanno regalato la vittoria a Di Maio

    di Gennaro Malgieri. Di Maio e compagnia cantante hanno potuto ottenere questo strepitoso risultato referendario grazie a vassalli e valvassori di destra e di sinistra, spiega Gennaro Malgieri. E la destra, rappresentata da Lega e FdI, non si capisce che cosa abbia ottenuto posto che ha regalato agli avversari pentastellati più che una vittoria, la resurrezione Leggi il seguito…