Senza categoria

La ragione umana scopre Dio nell’ “intelligenza del Cosmo”

La storia della filosofia e della teologia è zeppa di vie razionali all’esistenza di Dio.  Tra queste, una delle più suggestive è l’argomento teleologico o finalistico. Nella formulazione che ne dà Tommaso d’Aquino esso dice che tutto ciò che agisce per un fine intelligente, senza possedere un’intelligenza propria e consapevole, esige un’ intelligenza esterna e superiore.

Come la freccia, che raggiunge il bersaglio, non per intelligenza propria, ma per intelligenza e volere dell’arciere. Come l’orologio, che persegue il fine di dare l’ora esatta, non per caso nè per sua scelta, ma per decisione del suo autore, l’orologiaio.

Continua a leggere

Il vero nemico di Mussolini? Furono i cattolici popolari

Al fronte nella I, popolare, avversario del socialismo e del fascismo, Minzoni viveva ad Argenta, in provincia di Ferrara (dominata dal gerarca fascista, già repubblicano e massone Italo Balbo (il fascismo romagnolo, da quello di Mussolini a quello di Balbo, sino a quello di Pietro Nenni, fondatore del fascio di Bologna e poi socialista, era tutto all’insegna del repubblicanesimo mazziniano radicalmente anticattolico).

Premessa: è convinzione abbastanza comune, causa la propaganda sia fascista sia socialista, che il principale avversario di Mussolini sia stato il socialismo. Ciò non è affatto vero per almeno due motivi.

Il primo: i socialisti erano, nel 1922 molti divisi (tra socialisti riformisti e comunisti, ma anche tra socialisti che stavano contro Mussolini e socialisti, non pochi, che avevano deciso di seguirlo).

Il secondo: la vera novità erano i popolari, per lo più cattolici, che nati nel 1919 avevano quasi raggiunto, in sei mesi, i numeri del PSI e che furono visti come la minaccia futura non solo dalla sinistra, ma anche dai liberali. Per questo Mussolini identificò i popolari come i nemici più pericolosi, ed anche per questo una bella fetta della borghesia massonica, pur di evitare l’ascesa dei cattolici, sino a quel momento marginali, decise di appoggiare, almeno nella sua fase ascendente, il futuro duce. Di seguito un capitolo dal libro Alcide Degasperi: vita e pensiero di un antifascista che sconfisse le sinistre.

Continua a leggere

“Guarigione e gratitudine”

James C. Christensen, I dieci lebbrosi, 2002-Brigham Young University – Utah

Antifona

Se consideri le colpe, o Signore,
Signore, chi ti può resistere?
Con te è il perdono, Dio d’Israele. (Cf. Sal 129,3-4)

Commento artistico-spirituale al Vangelo della XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C – 09 Ottobre 2022

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

«Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samarìa e la Galilea. Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: “Gesù, maestro, abbi pietà di noi!”. Appena li vide, Gesù disse loro: “Andate a presentarvi ai sacerdoti”. E mentre essi andavano, furono purificati».

Continua a leggere

Vale la pena di ascoltare i commenti ai messaggi della Madonna di Medjugorje?

Siamo sereni perché c’è Maria, siamo sereni perché c’è il Signore!

Radio Maria nacque il 12 gennaio del 1987. Il primo Messaggio alla Parrocchia risale all’ 1 Marzo 1984, ma i messaggi ai veggenti erano iniziati il 24 Giugno 1981. Non è mia intenzione riepilogare la storia di Medjugorje. È più facile basarsi su quanto scritto nel sito Medjugorje Web Site (QUI). Quarantun anni di storia.

Cosa penso di Medjugorje

Se più volte mi sono espresso favorevolmente sui frutti di Medjugorje, che potei toccare con mano anche nell’85 od ’86, non ricordo bene l’anno e comunque ai primi tempi delle apparizioni, quando ancora a Medjugorje non esisteva un albergo e si veniva lietamente ospitati nelle case dei contadini -bellissimo e unico ricordo – non

Continua a leggere

23 Settembre primo giorno d’Autunno

Roberto Filippetti

Oggi è il primo giorno d’autunno. Pochi sanno che autunno e autorità – due parole in apparenza lontane – derivano entrambe dal latino “augère” che significa aumentare, far crescere. Si cresce e si diventa grandi andando dietro a maestri autorevoli.

Dopo la prima (vera) e la seconda stagione (estate, da “aestus” è il periodo del calore ardente) e in attesa

Continua a leggere

LA BATTAGLIA CONTRO IL COVID NON È TERMINATA …

Dr. Claudio Giorlandino,
direttore scientifico di Altamedica
(Da La nuova Bussola Quotidiana del 09-09-2022)

“Questo vaccino non serve più, chi ha fatto il covid non ne ha alcun bisogno”. A dirlo è il Dr. Claudio Giorlandino, direttore scientifico di Altamedica, che ha appena presentato, in vista del convegno della Società Italiana di Genetica Umana, uno studio che preannuncia una vera e propria svolta: chi ha già contratto il virus

Continua a leggere

PAPA GIOVANNI PAOLO I, Beato domani, Domenica 4 Settembre 2022

Padre Gianmarco Arrigoni, nella consueta preghiera della sera, ricorda brevemente
la beatificazione di Papa Albino Luciani, che avrà luogo domani

Quarantasette anni fa conobbi il Cardinale Arcivescovo di Venezia Giovanni Albino Luciani nel consueto Triduo della Assunta, condotto e preparato da Lui con grande umiltà e dedizione. Trenta minuti circa prima della Messa vespertina, scendeva nella navata centrale della Basilica e ci insegnava dolcemente i canti per la celebrazione.

Continua a leggere

VERSO UNA CHIESA SENZA PAPA?

Ha riaperto la basilica di San Pietro - Ultima Ora - ANSA

Un comizio che lascia sconcertati e rischia di allontanare quegli incerti, pur critici verso le misure anti covid, e che non accettano un atteggiamento che vorrebbe contrapporre Papa e Chiesa. Mi è giunto in chat ieri. Una volta si diceva: Gesù sì, Chiesa no. La nuova proposta sembrerebbe: Chiesa sì, Papa Francesco, oppure, Papa, no.

Purtroppo, cari fratelli, la Chiesa è con il Papa e il Papa con la Chiesa. Due al prezzo di uno

Continua a leggere

Le sparate della Ferragni

Fdi ha reso praticamente impossibile abortire nelle Marche che governa. Una politica che rischia di diventare nazionale se la destra vince le elezioni”.

La influencer Ferragni dixit. Come medico e fondatore della Marcia per la Vita qualcosina di aborto conosco e posso affermare che quanto afferma la signora in questione è totalmente non suffragato dai dati. Aggiungo: magari fosse vero.

Ancora una volta, le persone parlano di argomenti senza avere acquisito la minima competenza per farlo. La fonte che smentisce la signora Ferragni è la relazione sullo stato di attuazione della legge 194 presentata al parlamento il giorno 8 Giugno dal ministro della salute Speranza, che non è certo un pro-life antiabortista.

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy