Politica

Adozione a gay sempre, comunque e ovunque La morsa di Camera e Ue usando Schengen

scandroglio

 

di Tommaso Scandroglio da La Nuova Bussola Quotidiana

In principio i tribunali, nella maggioranza dei casi, davano in adozione i minori solo a coppie coniugate. Poi qualche anno fa alcuni giudici decisero che il compagno di una coppia gay poteva adottare il figlio naturale dell’altro compagno (stepchild adoption). L’anno scorso la legge Cirinnà equiparò gli uniti civilmente ai coniugi in tutto, eccetto in merito alla facoltà di accedere all’istituto dell’adozione. Continua a leggere

Il “male minore” porta Male (10° parte: conclusione)

08 di 2 mali scegli il minore

10) CONCLUSIONE

Oltre quarant’anni di politiche del “male minore” hanno fatto sentire in Italia (e nel mondo) tutti i perniciosi effetti che abbiamo esaminato.

La stabilità e il futuro di una società si fondano sulla stabilità della sua cellula fondamentale: la famiglia. Se la famiglia è instabile questo si ripercuote sull’intera società. L’introduzione del divorzio ha minato l’instabilità della famiglia producendo conseguenze culturali, sociali ed economiche disastrose, inoltre, cosa altrettanto grave, il divorzio ha tolto al matrimonio tra uomo e donna tutta la sua importanza sociale, trasformandolo in un fatto puramente privato, in un mero contratto che le parti possono sciogliere quando vogliono. L’indebolimento della famiglia ha condotto al crollo della natalità che, a sua volta, è stata ulteriormente frenata dal diffondersi della mentalità contraccettiva e dall’aborto legale, libero e gratuito. Divorzio, contraccezione e aborto sono strettamente collegati tra loro e si influenzano a vicenda. Continua a leggere

Trump e la Dottrina sociale della Chiesa

Donald-TrumpMolto spesso viene citata o almeno chiamata in causa, negli ambienti più disparati, la Dottrina sociale della Chiesa, per attribuire ad essa tutto e (quasi) il contrario di tutto. Pochi giorni fa il giornalista Francesco Agnoli, dalle colonne della Verità, ha mostrato il distacco tra le posizione cattoliche in materia di società e quelle espresse dal quotidiano di ispirazione cattolica Avvenire. La questione in ballo era il trattamento di Trump, dalla stampa cattolica ufficiale bollato più o meno come eretico, demoniaco e anti-cristiano. Ma il problema in realtà è più generale.

Continua a leggere

Il “male minore” porta Male (9° parte: eutanasia passiva e testamento biologico)

01 battito mano

9) MALE MINORE, EUTANASIA PASSIVA e TESTAMENTO BIOLOGICO

Ciò che si trova alla base dell’esigenza di avere una legge ad hoc, proveniente soprattutto da esponenti di area cattolica, è ancora una volta il “male minore”: la legalizzazione del testamento biologico consentirebbe di contrastare le derive eutanasiche poste in atto dalle “sentenze creative” e il “far west” dei registri comunali dei biotestamenti, proliferati in tutta Italia grazie alle iniziative dei Radicali.

In realtà, il disegno di legge italiano sulle Dat presenta gli stessi difetti che sono stati rilevati nei Paesi che hanno già introdotto il biotestamento, e ha tutte le caratteristiche per far ritenere che, anziché fermare le sentenze creative eutanasiche, sarà proprio esso, se verrà approvato, a porre le basi in Italia per la “buona morte” legalizzata. Continua a leggere

Il “male minore” porta Male (6° parte: matrimonio gay)

01 matrimonio gay

Male minore e “nuovi diritti” reclamati

Strategia vincente non si cambia. Coloro che vogliono portare a casa ulteriori “nuovi diritti” continuano, logicamente, a usare le stesse “armi” che si sono dimostrate vincenti nel conquistare i vecchi “nuovi diritti” acquisiti in passato, che abbiamo fin qui esaminato. Come vedremo nelle pagine che seguono, costoro continuano a ripetere che c’è un “far west” da debellare, continuano a cambiare la realtà cambiando semplicemente il significato delle parole e, soprattutto, continuano a predisporre la trappola del “male minore”, certi che in questo modo potranno sicuramente contare sull’aiuto dei cattolici, i quali, incapaci di imparare dagli errori passati e stregati dalla “riduzione del danno”, abboccheranno sicuramente come allocchi.

È grazie al voto e all’impegno dei cattolici se l’Italia ha potuto avere tre leggi inique come quelle su divorzio, aborto e fecondazione in vitro, non tradiranno perciò le rosee aspettative dei nemici della vita, della famiglia e del Diritto Naturale, che oggi combattono per ottenere il matrimonio gay, la droga legale, l’eutanasia e la sua appendice: il testamento biologico.

Continua a leggere

Il “male minore” porta Male (4° parte: divorzio)

01 divorzio 1

4) MALE MINORE e DIVORZIO

Prima dell’introduzione delle due leggi italiane, 194 e 40, campionesse d’iniquità, il Parlamento italiano aveva già provveduto a legalizzare il divorzio con la legge n. 898 del 1 dicembre 1970.

La strategia usata dal fronte divorzista fu la stessa che qualche anno più tardi sarà replicata per favorire l’introduzione dell’aborto: la menzogna insistentemente ripetuta. Con numeri enormemente contraffatti, le separazioni coniugali furono presentate come un’emergenza sociale che coinvolgeva almeno cinque milioni di persone! Una cifra inverosimile che comprendeva nonni e parenti dei separati fino alla quinta generazione.

Se sono così tante le persone colpite – si disse – è giusto intervenire, per permettere a questa moltitudine infelice di ritrovare la serenità perduta a causa di un matrimonio sbagliato. La legalizzazione del divorzio rappresentava così il “male minore” rispetto al “male maggiore” di un matrimonio sbagliato e alla conseguente sofferenza dei coniugi e dei loro figli. Continua a leggere

Il “male minore” porta Male (2° parte: aborto)

01 - 194

2) MALE MINORE e ABORTO

Anche oggi, come al tempo di Eichmann, viviamo “in un’epoca di crimine legalizzato dallo Stato”, un’epoca dove le vittime sono catalogate come “rifiuti speciali”, i forni crematori si chiamano “inceneritori ospedalieri” e sono collocati, non all’interno di campi di sterminio sporchi e inumani, ma in cliniche private e ospedali pubblici, lindi e sterilizzati… Continua a leggere

Il “male minore” porta Male (1° parte: Male minore, nuovo nome della barbarie?)

01 male

L’argomento del “male minore” è un argomento che puntualmente salta fuori quando vi sono da prendere determinate decisioni politiche o legislative. I favorevoli al “male minore” si pongono sulla linea del “cedere per non perdere”, sulla necessità di “limitare i danni”. Chi sposa questa prospettiva afferma che è doveroso scegliere un “male minore” se questo può servire a evitare un “male maggiore”.

Continua a leggere

Il “male minore” porta Male (3° parte: fecondazione extracorporea)

01 Fivet

3) MALE MINORE e FECONDAZIONE EXTRACORPOREA

Un’altra legge iniqua nata grazie al contributo decisivo dei cattolici e dal compromesso con il male, dalla scelta cioè non del bene, ma del “male minore”, è la legge 40 sulla “Procreazione medicalmente assistita” (Pma), approvata dal Parlamento italiano il 19 febbraio 2004. Continua a leggere

Gender a scuola. L’opposizione di Giovanardi

Legislatura 17ª – Aula – Resoconto stenografico della seduta n. 734 del 14/12/2016
(Bozze non corrette redatte in corso di seduta)

SENATO DELLA REPUBBLICA
—— XVII LEGISLATURA ——

 

734a SEDUTA PUBBLICA

RESOCONTO STENOGRAFICO

MERCOLEDÌ 14 DICEMBRE 2016

_________________

Presidenza del presidente GRASSO

RESOCONTO STENOGRAFICO

Presidenza del presidente GRASSO

Discussione sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio dei ministri (ore 9,39) Continua a leggere

News dalla rete
  • «La grande finanza detesta la libertà»

    corrado-sforza-fogliani di Alan Patarga. Corrado Sforza Fogliani, presidente di Assopopolari: “Dietro la legge che ha imposto la trasformazione in spa delle popolari c’era Jp Morgan, c’erano le banche d’affari e i fondi che mirano ad appropriarsi del mercato italiano del credito, per creare un oligopolio. Con la conversione in spa, i grandi fondi d’investimento europei e americani stanno diventando i padroni delle nostre banche” Leggi il seguito… 

  • Gotti Tedeschi invitato dalla Civica (il video)

    https://www.youtube.com/watch?v=Z58dNi-5gN4&feature=share   Leggi il seguito… 

  • 5 delle Categorie più ricercate sui siti P0rn0 Rivelano Una Spaventosa Realtà!

    porno-tossina di Antonio Morra. Il movimento Americano “Fight The New Drug”, che si occupa delle nuove dipendenze (droghe) del mondo contemporaneo, ha pubblicato un’inchiesta che mette in luce quello che oggi viene ricercato su Internet. Infatti, ci sono alcune categorie di porno che sono considerate sexy ed eccitanti online ma che nella vita reale sono considerate disturbanti, se non addirittura illegali. Leggi il seguito… 

  • Quella Germania nascosta che non vuole i migranti

    angela-merkel di Lorenzo Vita. La Germania non è il paradiso dell’accoglienza come ci hanno raccontato per mesi. Nonostante i proclami di Angela Merkel sul profondo senso civico del popolo tedesco e sulla capacità quasi illimitata di ricezione di milioni di profughi, giunti in Germania dalla famigerata rotta balcanica, il sistema tedesco sta lentamente, ma inesorabilmente, erodendosi Leggi il seguito…