Chiesa

“Il padre che perdona”

Giorgio De Chirico, Il figliol prodigo, 1922, Museo del Novecento, Milano

Commento artistico-spirituale al Vangelo della XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C – 11 Settembre 2022

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

Colletta

O Padre,
che in Cristo ci hai rivelato
la tua misericordia senza limiti,
donaci di accogliere la grazia del perdono,
perché la Chiesa si rallegri
insieme agli angeli e ai santi
per ogni peccatore che si converte.

Agli Esami di Stato del 2016, per l’ambito artistico-letterario della prova di Italiano, fu proposto il quadro «Il figliol prodigo» dipinto nel 1922 da Giorgio De Chirico, dal 2010 al Museo del Novecento di Milano.

Continua a leggere

“Essere discepolo”

Heinrich Füllmaurer, Vita e opera di Gesù Cristo, tavola n. 60, Parrocchiale di Mömpelgard-1538-’40, attualmente al Kunsthistorisches Museum (Vienna)

Colletta

O Padre, che ci hai liberati dal peccato
e ci hai donato la dignità di figli adottivi,
guarda con benevolenza la tua famiglia,
perché a tutti i credenti in Cristo
sia data la vera libertà e l’eredità eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo.

Commento artistico-spirituale al Vangelo della XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C – 04 Settembre 2022

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

Il Vangelo è per tutti. Lo ricorda anche Luca (14,25-33) quando narra che «una folla numerosa andava con Gesù», non solo gli apostoli e i discepoli. «Disse loro: “Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo. Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo”».

Continua a leggere

“Amico, vieni più avanti”

Maria Cavazzini Fortini, Amico vieni più avanti, acquarello, 2019

Colletta

Dio onnipotente,
unica fonte di ogni dono perfetto,
infondi nei nostri cuori l’amore per il tuo nome,
accresci la nostra dedizione a te,
fa’ maturare ogni germe di bene
e custodiscilo con vigile cura.

Commento artistico-spirituale al Vangelo della XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C28 Agosto 2022

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

«Avvenne che un sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo». A quel tempo gli ebrei consumavano nella settimana due pasti al giorno, uno al mattino e l’altro alla sera; al sabato, come in questa occasione, ne aggiungevano un terzo, dopo la riunione nella sinagoga.

Continua a leggere

CELEBRARE IN BICICLETTA LA GIORNATA PER IL SEMINARIO A MILANO. Ma, invece, un altro Vescovo anglicano diviene cattolico

Giornata per il seminario / Ma perché quell’immagine?
Manifesto celebrativo della Diocesi Ambrosiana: Angelo in bicicletta di
Jean-Marie Pirot, conosciuto in arte, come Arcabas

Articolo modificato il 28.08.2022

Resto di stucco nel vedere questa devastazione della sensibilità liturgica e culturale da parte di chi è stato incaricato di promuovere a Milano l’informazione sulla Giornata del Seminario. Dall’immagine al testo, molto non quadra.

Che simbologia cristiana compare in quest’immagine, obiettivamente bruttissima anche nel relativo motto?

Continua a leggere

“La via stretta”

David Hayward, Narrow Way-La Via stretta

Colletta

O Padre, che inviti tutti gli uomini
al banchetto pasquale della vita nuova,
concedi a noi di crescere nel tuo amore
passando per la porta stretta della croce,
perché, uniti al sacrificio del tuo Figlio,
gustiamo il frutto della libertà vera.
Per il nostro Signore Gesù Cristo.

Commento artistico-spirituale al Vangelo della Domenica XXI del Tempo ORDINARIO – ANNO C

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

Abbiamo davanti agli occhi «La via stretta» («Narrow Way») realizzata a tecnica mista alla fine del secolo scorso. Ho incontrato la riproduzione di questa stimolante opera qualche tempo fa e mi ha sorpreso ancor più quando ne ho scoperto l’autore: un fumettista canadese con un dottorato in scienze bibliche, David Hayward che confessa: «L’ho disegnata per esprimere la somiglianza spirituale, nella mia mente, tra la via della croce e la via stretta».

Continua a leggere

Non abbandoniamo i cristiani in Siria

Nostra Signora Guardiana della Valle a Marmarita, Siria

Sostenendo le attività del Centro San Pietro, i Benefattori ACS hanno aiutato negli ultimi anni ben 1.880 famiglie, ma nella gravissima crisi economica legata alla guerra il nostro impegno rimane necessario. Abbiamo quindi promesso a padre Walid Iskandafy, il sacerdote nostro referente, di aiutarlo a far fronte alle necessità più urgenti.

Continua a leggere

San Paolo VI quarantaquattro anni dopo riannuncia alla Chiesa il suo compito.

Paolo VI in adorazione nel Cenacolo, a Gerusalemme nel 1964
San Paolo VI in adorazione nel Cenacolo, a Gerusalemme, nel 1964 – Foto Avvenire lunedì 6 agosto 2018

Il 6 Agosto 1968, a Castel Gandolfo, moriva Sua Santità San Paolo VI nella speranza della luce della Trasfigurazione, Trasfigurazione che aveva creduto e sperato per sé e per la Chiesa.

Vorrei rileggere, a suo ricordo e a monito della nostra Fede, le parole che il Beato Santo rivolse ai Padri Conciliari a conclusione di quel Santo Sinodo e che conservano tutta l’attualità di quelle parole.

ULTIMA SESSIONE PUBBLICA DEL CONCILIO ECUMENICO VATICANO II

ALLOCUZIONE DEL SANTO PADRE PAOLO VI

Martedì, 7 dicembre 1965

San Paolo VI alla Chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II, il 7 Dicembre 1965
Continua a leggere

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy