Libri

San Paolo VI quarantaquattro anni dopo riannuncia alla Chiesa il suo compito.

Paolo VI in adorazione nel Cenacolo, a Gerusalemme nel 1964
San Paolo VI in adorazione nel Cenacolo, a Gerusalemme, nel 1964 – Foto Avvenire lunedì 6 agosto 2018

Il 6 Agosto 1968, a Castel Gandolfo, moriva Sua Santità San Paolo VI nella speranza della luce della Trasfigurazione, Trasfigurazione che aveva creduto e sperato per sé e per la Chiesa.

Vorrei rileggere, a suo ricordo e a monito della nostra Fede, le parole che il Beato Santo rivolse ai Padri Conciliari a conclusione di quel Santo Sinodo e che conservano tutta l’attualità di quelle parole.

ULTIMA SESSIONE PUBBLICA DEL CONCILIO ECUMENICO VATICANO II

ALLOCUZIONE DEL SANTO PADRE PAOLO VI

Martedì, 7 dicembre 1965

San Paolo VI alla Chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II, il 7 Dicembre 1965
Continua a leggere

Pronti a donare: «Stringi la veste ai fianchi»

William Xerra, Lezionario per le Messe Rituali – C.E.I. 2009 – pag. 274-275

Commento artistico-spirituale al Vangelo della XIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C – 07 Luglio 2022

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

Colletta

O Dio, fedele alle tue promesse,
che ti sei rivelato al nostro padre Abramo,
donaci di vivere come pellegrini in questo mondo,
affinché, vigilanti nell’attesa,
possiamo accogliere il tuo Figlio nell’ora della sua venuta.
Egli è Dio, e vive e regna con te.

Continua a leggere

NEWS DALLA RETE. Un uomo distrugge l’Ostia alla Comunione. La reazione del sacerdote

COMMUNION

Di Agnès Pinard Legry – Da Aleteia del 21/01/22 – aggiornato il 21/01/22

È accaduto a Parigi: dopo aver ricevuto l’Eucaristia in mano, l’ha fatta a pezzi e l’ha gettata a terra, una profanazione a cui padre Simón de Violeta ha risposto così

Una scena di grande violenza spirituale ha avuto luogo domenica 16 gennaio nella parrocchia di Saint-Esprit di Parigi.

Continua a leggere

NEWS DALLA RETE. IL PERDONO D’ASSISI, COS’È E COME FUNZIONA

Dove Siamo - Santa Maria degli Angeli - Porziuncola - Assisi OFM

Un indulgenza per i vivi e non solo per i defunti

La particolarità di questa indulgenza sta nel fatto che San Francesco la volle ottenere dal Papa Onorio III su ispirazione di Gesù e Maria stessi, proprio per i vivi, per mandarli tutti in Paradiso.

Da Famiglia Cristiana 31/07/2022

La maestosa Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, costruita su interessamento di S. Pio V a partire dal 1569 e che sorge a circa quattro chilometri da Assisi, racchiude tra le sue mura l’antica cappella della Porziuncola, legata alla memoria di San Francesco d’Assisi. Oggi sulla sua facciata c’è un affresco raffigurante l’istituzione del Perdono di Assisi, opera di G. F. Overbek di Lubecca (1829-1830), il quale ha così voluto decorare quell’insigne luogo.

Continua a leggere

“Accumulare il bene”

Rembrandt, Il ricco stolto, Gemäldegalerie (Berlino), olio su tavola,1627

Acclamazione al Vangelo

Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli. (Mt 5,3)

Commento artistico-spirituale al Vangelo della XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C – 31 Luglio

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

Rembrandt «scrive» in cantina o in uno sgabuzzino, lontano da sguardi indiscreti, la parabola narrata da Gesù (Luca 12,13-21) per spiegare l’affermazione: «Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede».

Continua a leggere

STORIA E SIGNIFICATO DEL PERDONO DI ASSISI L’1 e 2 Agosto di ogni anno da 806 anni ininterrottamente

Le fonti narrano che una notte dell’anno 1216, san Francesco è immerso nella preghiera presso la Porziuncola, quando improvvisamente dilaga nella chiesina una vivissima luce ed egli vede sopra l’altare il Cristo e la sua Madre Santissima, circondati da una moltitudine di Angeli.

Essi gli chiedono allora che cosa desideri per la salvezza delle anime. La risposta di Francesco è immediata: “Ti prego che tutti coloro che, pentiti e confessati, verranno a visitare questa chiesa, ottengano ampio e generoso perdono, con una completa remissione di tutte le colpe”.

Continua a leggere

“Chiedete e otterrete”

Pino Spagnulo, Chiedete e vi sarà dato, Lezionario per i tempi forti, CEI, 2009

Colletta

Signore e creatore del mondo,
Cristo tuo Figlio
ci ha insegnato a chiamarti Padre:
invia su di noi lo Spirito Santo, tuo dono,
perché ogni nostra preghiera sia esaudita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo.

Commento artistico-spirituale al Vangelo della XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C – 24 Luglio

Di don Tarcisio Tironi, Direttore M.A.C.S. (Museo di Arte e Cultura Sacra) di Romano di Lombardia-Bg

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy