Cultura

“A proposito di scuola parentale…”: il 24 febbraio a Rovereto (TN)

scuola_parentale_rovereto_febbraio_gulisano_sermarini

Viviamo un tempo critico sotto tanti punti di vista, non da ultimo quello educativo e scolastico. Crisi che porta molti genitori a chiedersi se la scuola – da quella dell’infanzia, all’istruzione superiore – sia ancora un luogo utileper la crescita umana e formativa dei propri figli, o se sia invece diventata un contesto di dis-educazione ideologizzata.

Continua a leggere

La lobby LGBT e Renzi: un patto d’acciaio (Scalfarotto, Cirinnà, Cerno e Zan in campo)

ivan-scalfarotto-fotogramma-672

Come noto, Matteo Renzi ha tagliato molte teste, anche perchè il Pd eleggerà molti meno deputati della scorsa legislatura. Il mondo LGBT lancia l’allarme:

“La prossima legislatura, come ognuno potrà immaginare, non sarà una passeggiata per i diritti Lgbti. Per la ragione già prima accennata: il centrosinistra con ogni probabilità non sarà in maggioranza. Verranno elette una destra e un’area populista tutt’altro che disponibili sulle questioni dei diritti Lgbti e, più in generale, di quelli civili”.

Ma l’allarme è moderato da una costatazione: Continua a leggere

La legge polacca…in punta di diritto

duda

Ha suscitato clamori e proteste anche a livello di governi la legge approvata dal Parlamento polacco, che punisce con la reclusione fino a tre anni chiunque definisca “polacchi” i campi di sterminio installati dai nazisti nel territorio della Polonia invasa o (questa la parte più contestata) sostenga la partecipazione di cittadini polacchi al genocidio degli ebrei.

In realtà si riconosce che la Polonia ha tutte le ragioni a pretendere che non vengano definiti “polacchi” campi di sterminio come quelli, tristemente famosi, di Treblinka, Auschwitz-Birkenau, Chelmo, Belzec, Sobibor e Maidanek, installati dai nazisti nel territorio della Polonia invasa. Lo stesso Dipartimento di Stato americano nel pur pressante invito a ritirare la legge ha riconosciuto che si tratta di definizione “fuorviante e offensiva“. Il problema sembrerebbe, quindi, essere rappresentato dall’art. 55, definito da chi in Italia l’ha pubblicato (con un omissis) centrale nella legge.

Ecco il testo: “1. Chiunque sostenga, pubblicamente e contrariamente ai fatti, che la Nazione Polacca o la Repubblica di Polonia sia responsabile o corresponsabile dei crimini nazisti commessi dal Terzo Reich /…/ o di altri reati che costituiscono crimini contro la pace, contro l’umanità o crimini di guerra, o chiunque in altro modo sminuisca gravemente la responsabilità dei veri autori dei suddetti crimini, sarà passibile di una pena pecuniaria o del carcere fino a 3 anni. La sentenza verrà resa pubblica. 2. Se l’atto sopra specificato è commesso preterintenzionalmente, l’autore sarà passibile di una pena pecuniaria o di una restrizione della libertà. 3. Nessun reato è commesso se l’atto criminale specificato nelle clausole 1 e 2 sia commesso nel corso di un’attività artistica o accademica”.

Continua a leggere

L’aborto divide ancora. L’esempio della Chiesa francese

01-Aborto-clandestinoIniziamo dai fatti. Il 21 gennaio scorso si è tenuta a Parigi l’annuale Marcia per la vita. Alla Marcia aderiscono vescovi, prelati, sacerdoti, associazioni cattoliche, parrocchie, gruppi scout, etc. etc. Di solito viene richiesta e ottenuta la benedizione del Santo Padre.

Lo scopo della Marcia è quello di denunciare l’aborto, quell’atto che il Concilio Vaticano II, definisce assieme all’infanticidio, “crimine abominevole” (Gaudium et spes, 51). L’aborto è quell’azione che san Giovanni Paolo II ha detto doversi chiamare “omicidio”, volendo significare che non si tratta di qualcosa di essenzialmente diverso rispetto a ciò che compie un killer, un terrorista o un criminale comune (cfr. Evangelium vitae, 58).

Continua a leggere

Tolkien e Il Signore degli anelli: la lotta dell’uomo, per il bene

The Lord od the Rings: The Two Towers

The Lord od the Rings: The Two Towers

Nell’Inghilterra contemporanea, patria, spesso, delle più incredibili sperimentazioni sulla vita e sull’uomo, si distinguono però, per la loro tenace ed efficace battaglia in difesa dei valori più alti, alcuni personaggi, in particolare due grandi scrittori cattolici, Gilbert Chesterton, l’inventore della figura di padre Brown, e J.R.R.Tolkien, il celebre autore de “Il Signore degli anelli“.

John R. Tolkien nasce nel 1892 in sud Africa, ma ben presto si trasferisce in Inghilterra. Rimane precocemente orfano del padre e nel 1900 sua madre, Mabel, si converte dall’anglicanesimo al cattolicesimo. Non è una scelta facile in Inghilterra, perché comporta l’emarginazione e la riprovazione sociale. Dall’epoca di Enrico VIII infatti, quando venivano squartati e i loro corpi disseminati agli angoli delle strade perché fungessero da monito, i cattolici sono considerati come stranieri, anche se sul finire dell”800 la loro condizione è in parte mutata.

Continua a leggere

La secolarizzazione

Trascrizione di una parte dell’interessantissima videoconferenza del prof Stefano Fontana, postata 2 anni fa sul sito “Caffè teologico – Vimeo”, il cui titolo è La secolarizzazione. Questa lezione era la seconda di un ciclo di 4 conferenze che avevano per titolo “La concezione cattolica della politica”. Dalla chiarezza espositiva di Stefano Fontana – membro dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân di Trieste -, potremo scoprire che l’azione di una cattiva secolarizzazione all’interno delle democrazie, porta alla loro morte, o alla formazione di un nuovo totalitarismo più o meno subdolo. Cosa vuol dire cattiva secolarizzazione? Vuol dire una secolarizzazione senza alcun limite e verità, se non quella del pensiero dominante! Ma molto meglio di me dirà il professor Stefano Fontana, del cui discorso trascrivo dal minuto 27 al 100.2. alla fine della trascrizione c’è il link che permette di vedere l’intera conferenza. N.d.t. – 4 gennaio 2018.

(…). C’è stata secolarizzazione corretta, poi invece c’è stato tutto il processo successivo che ha portato a una corrosione progressiva di ogni significato e a una secolarizzazione veramente violenta, che è quella che sperimentiamo oggi. (Ancor di più oggi, a due anni di distanza da queste parole. Ndt). Per cui tu – prosegue Fontana – non puoi più dire: “Mah, secondo me il matrimonio dovrebbe essere solo quello religioso”. Ma non puoi più dire tantissime altre cose molto più elementari, molto più semplici e naturali.

Continua a leggere

Senza Bellezza… finisce tutto “in vacca”

bresciadi Attilio Negrini

Dallo scorso mese di maggio, Brescia ospita una mostra a cielo aperto dell’ “artista” Mimmo Paladino, considerato un maestro della “transavanguardia”.

Massimo Minini, Presidente di “Brescia Musei”, spiega il significato di questo evento: “Vorremmo che ogni anno un artista internazionale sia chiamato a svelare un nuovo punto di vista sullo spazio urbano del centro storico bresciano, grazie al dialogo tra le opere selezionate per l’occasione e i luoghi che le accoglieranno. Continua a leggere

Gli SCIENZIATI DI FRONTE AL MISTERO DEL COSMO E DELL’UOMO

dom

dalla pagina di Dominus

DOMINUS desidera dare il benvenuto al 2018 con profondità e bellezza, toccando l’argomento del Mistero dell’Infinito con alcuni tra i più autorevoli astronomi, filosofi, matematici, fisici, medici, genetisti, ingegneri contemporanei, intervistati per noi da Francesco Agnoli.

Gli SCIENZIATI DI FRONTE AL MISTERO DEL COSMO E DELL’UOMO – Piccoli dialoghi su GRANDI temi. Autore Francesco Agnoli, interviste a: Piero Benvenuti (astrofisico) – Federico Faggin (informatico) – Paolo Musso (filosofo della scienza) – Mauro Stenico  (filosofo della scienza)- Giovanni Straffelini (ingegnere)- Alfio Quarteroni (matematico)- Enrico Bombieri  (matematico) – Francesco Malaspina (matematico)-  – Gian Battista Vai (geologo) – Dino Aquilano (cristallografo)- Massimo Gandolfini (psichiatra)- Luca Surian (neuroscienziato)- Carlo Bellieni (neonatologo) – Matteo Bertelli (genetista)- Giuseppe Baldacchini (fisico) – Giulio Fanti (ingnegnere)

Il libro ordinabile da ora sul sito www.dominusproduction.com , oppure chiamando lo 055.0468.068 Lun. – Ven. 8.30 – 18.00, sarà spedito da mercoledi 20 Dicembre su tutto il territorio nazionale.

Che l’arrivo del Signore porti Pace, Gioia e Serenità nei vostri ambienti di lavoro, nelle vostre famiglie e nei vostri cuori.

News dalla rete
  • Gandolfini: “Renzi faccia tosta, chiede voto ai cattolici dopo offensiva senza precedenti a vita, famiglia e libertà educativa

    renzi-il-bomba di Comitato Difendiamo i Nostri Figli. “Ci vuole la faccia foderata di piombo di Renzi per fare un appello al voto cattolico, dopo una legislatura che ha visto un’offensiva senza precedenti all’antropologia umana e alla libertà di pensiero. Basta ricordare due fiducie sulle unioni civili, private delle adozioni solo grazie al Family Day, e il voto sul bio-testamento senza libertà di coscienza. A questo si aggiungono le proposte di legge per la legalizzazione delle droghe, il ddl sull’omofobia che colpisce i reati di opinione, i tentativi di introdurre l’ideologia gender nella riforma della scuola e il divorzio lampo. Leggi il seguito… 

  • Il tour di Emma fa tappa nella Basilica dei napoletani

    bonino_basilica_napoli di Pietro Gargiulo. Speriamo che questo incubo ilare dal quale con difficoltà ci siamo risvegliati segni la fine di questa allucinazione collettiva per la quale, attraverso l’uso di “parole talismano” (accoglienza, autodeterminazione, ecc.) i veri nemici del popolo si accreditano e vengono accreditati come salvatori della patria Leggi il seguito… 

  • Breve storia di sette anni infami

    politica-italiana di Marcello Veneziani. Nel pieno di una deprimente schermaglia elettorale, guardiamoci indietro per capire come siamo arrivati a questo punto. Ricostruiamo la storia degli ultimi sette anni. In principio fu la fine di Berlusconi. Messo fuori gioco da un mezzo golpe interno e internazionale, nel nome di una parola magica chiamata spread, cominciò per l’Italia il settennato più assurdo della nostra pur anomala storia. Leggi il seguito… 

  • Salvini conquista Reggio Calabria

    odeon_reggio-calabria di Nino Spirlì. Non poteva essere certo quello sparuto plotoncino di “contestatori fotocopia” – con in mano i soliti cartelli (stavolta anche di pessimo gusto) scritti fottendosene dell’ortografia, della sintassi e del buongusto –  a scoraggiare l’onda possente di sostenitori di Matteo Salvini, della Lega e del CentroDestra che si è letteralmente impossessata del Teatro Odeon di Reggio Calabria, la sera di San Valentino. Leggi il seguito…