Cultura

Curarsi dalle malattie spirituali?

acquaviva_malattie_animaIl filosofo spagnolo Juan Donoso Cortés (1809-1853) nella sua opera principale uscita a Madrid nel 1851, il Saggio sul cattolicesimo, il liberalismo e il socialismo (edizione italiana a cura di G. Allegra, Rusconi, 1972) mostrava efficacemente il rapporto necessario e insuperabile tra la politica e la teologia, ma anche in un certo modo tra la politica e la spiritualità.

Se infatti la politica è l’amministrazione della polis, essa non può che riferirsi a dei valori extra-politici e pre-politici, che ne siano a fondamento. (E se si parla di valori comunque si è già su un terreno spirituale e non materiale e misurabile). Continua a leggere

LA GIUSTIZIA BRITANNICA, LA CEDU E CHARLIE GARD (il parere di un magistrato)

Ha destato reazioni e dibattiti su stampa e social la sentenza del 28 giugno con la quale, a maggioranza dei suoi componenti, la Corte Europea dei diritti dell’Uomo (CEDU), nella controversia Charles Gard e altri contro Regno Unito, ha respinto il ricorso proposto dai genitori del piccolo Charlie, affetto da un raro morbo (depressione del Dna mitocondriale in una forma – RRM2B –, che colpisce il cervello con conseguente encefalopatia) contro i provvedimenti dell’autorità giudiziaria britannica. Questa, in accoglimento della richiesta, avanzata in nome del miglior interesse del paziente, dai medici del Great Hormond Street Hospital, nel quale il bambino era ricoverato, aveva disposto l’interruzione della ventilazione che lo manteneva in vita e, in aggiunta, negato ai genitori l’autorizzazione a portarlo in USA, dove un medico, professore di neurologia, pur consapevole dell’estrema difficoltà del caso e della probabile irreversibilità delle lesioni cerebrali patite, era disponibile a tentarne la cura. Continua a leggere

Federico Faggin e l’incolmabile abisso tra uomo e macchine

cattura

[…] Nella galleria di grandi matematici che precede, abbiamo incontrato molti Informatici, da Pascal e Leibniz, padri delle prime macchine calcolatrici, a Gödel […]

C’è però un altro grande protagonista della storia dell’Informatica che è opportuno accostare. Il suo nome è Federico Faggin. Figlio di un professore di filosofia, Faggin che ha iniziato a 19 anni a realizzare tecnologie all’avanguardia, aprendo le porte alle prime memorie dinamiche, Continua a leggere

Piero Angela, tra figli in Rai, stipendio faraonico e fake news

alberto_angela_1

Alessandro Rico è un opinionista del quotidiano La verità, tanto giovane quanto bravo, competente, preciso.

Pubblichiamo qui un suo intervento, comparso su La Verità del 9 luglio, con una breve premessa, e una postilla.

La premessa: come mai in Rai, ai padri succedano spesso i figli, ai Piero Angela gli Alberto Angela, e nessuno si scandalizza, nonostante mamma RAI premi padri e figli con stipendi che nessuno in Italia si può permettere, neppure il Presidente della Repubblica? Continua a leggere

Musica, teatro e santità femminile alla Chiesa Nuova di Roma

nav-chiesa-nuova-da-m10Se c’è una figura teatrale e persino cinematografica nel cattolicesimo moderno, questa è senza dubbio quella del fiorentino, divenuto però romano sin nel midollo, Filippo Neri (1515-1595). La sua vita, 500 anni dopo, si legge ancora come una simpatica avventura, tutta piena di fatti, fatterelli e aneddoti vissuti dal santo e dai suoi giovani seguaci nei rioni più tipici della Roma barocca, come si vede dalle interpretazioni televisive di Gigi Proietti (2010) e di Johnny Dorelli (1983).

Ma san Filippo oltre che un “giullare di Dio” e un amico dei giovani, fu anche un gran maestro di spiritualità, un mistico ed un fondatore-superiore di un illustre e forse poco noto istituto religioso: la Congregazione dell’Oratorio, eretta da Gregorio XIII nel 1575. Continua a leggere

Il problema della scuola laica

crocifisso_scuola-580x386

Nella società di oggi tutte le certezze sembrano vacillare e nulla resta fisso e sicuro come una casa costruita sulla roccia. Le stesse basi etiche e sociali su cui poggiò solidamente l’Italia per un lungo lasso di tempo (almeno dal 1870 al 1970) paiono sgretolarsi come un gigante dai piedi d’argilla. Continua a leggere

Mentire con classe: Lili Gruber

Pinocchio1La giornalista patinata Lili Gruber, sulla non meno patinata rivista settimanale del Corriere della Sera, C7 uscita in edicola il 29 giugno u.s. (pagina 13), mente e vista la sua conoscenza dei fatti, lo fa sapendo di mentire.

Un lettore, tal Tommaso Procopio, le scrive giustamente preoccupato per l’invasione migratoria in atto, forse la più grande invasione della storia umana universale, certamente la più spaventosa migrazione dell’Europa nella storia moderna, da Colombo in qua. Scrive il lettore, che “Con la politica dei salvataggi stiamo invitando in Italia l’intera Africa!”. Una verità ormai così banale e autoevidente, che pure il punto esclamativo pare superfluo.

Continua a leggere

News dalla rete