Bioetica

I pro-life e la battaglia più antica: quella in difesa della vita

prolifeh

La storia, si sa è fatta di corsi e ricorsi, un susseguirsi di  eventi, meccanismi, idee e  battaglie sempre uguali o quasi. È questo il caso della lotta, ormai epocale che si sta combattendo oggi sul terreno della vita e della famiglia. Non passa giorno in cui la cronaca non ci consegni virulenti attacchi ai “pro-life” per le ragioni più disparate. Continua a leggere

L’Ungheria di Orban invita Eugenia Roccella

budapestDa almeno 15 anni Eugenia Roccella partecipa a tutte le battaglie per la vita e la famiglia, con grande capacità, competenza e spirito di servizio. Molti di noi la hanno conosciuta ed apprezzata per la sua capacità di fare davvero politica pro vita e famiglia, non tanto o non solo con dichiarazioni pubbliche, ma in modo concreto, come spetta fare ad un parlamentare: ideando emendamenti, tessendo alleanze, convincendo altri parlamentari…ed anche scrivendo articoli e testi informati e incisivi. Continua a leggere

Utero in affitto… con i soldi nostri

vendola

Nichi Vendola ci ha stressato per decenni, pontificando a favore dei poveri e dei gay. Fondatore di Sel, ha portato in parlamento un bel gruppetto di persone, tra cui la Boldrini. Poi, mentre il parlamento cercava di discutere la Cirinnà, quatto quatto si è recato in California, per comperare l’ovulo di una donna e l’utero di un’altra donna (in questo caso per nove mesi), e un bambino (che chiama figlio, pur avendoci messo solo i soldi).

Quanti soldi? Tanti. L’utero in affitto è uno dei tanti nuovi “diritti” o delitti, ad alto costo umano ed economico.

Ma i soldi? Semplice, Vendola è andato in pensione a 57 anni Continua a leggere

Dilagano le malattie tra gay

epatite

Nelle comunità gay italiane e non solo è corsa alla vaccinazione: dilagano infatti varie malattie sessaulmente trasmissibili, in particolare l’epatite A.

Così l’Ansa: “ In Italia si registra una “epidemia” di epatite A tra gli uomini omosessuali, con una impennata di casi negli ultimi 7 mesi. L’allerta arriva dall’Istituto superiore di sanità (Iss), che identifica tra le possibili cause anche l’Europride tenutosi ad Amsterdam Continua a leggere

EUTANASIA ALL’ITALIANA SENZA OBIEZIONE DI COSCIENZA?

 images

Il 20 aprile è stato approvato dalla Camera dei deputati il disegno di legge recante “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”, ora in attesa della decisione del Senato. Per una valutazione non è privo di significato che il disegno di legge sia stato presentato all’opinione pubblica sotto il nome di biotestamento per evidenziare (sul punto si è battuto molto) la necessità di una legge che garantisca il diritto di tutti, anche di chi abbia perduto in tutto o in parte (o mai posseduto) la capacità di intendere e valore, all’autodeterminazione in materia sanitaria, in particolare con riguardo al momento finale dell’esistenza. Il presupposto dell’intera costruzione è, quindi, costituito dal consenso informato, in realtà da tempo presente nel nostro ordinamento giuridico, ma ora ridisciplinato dall’articolo 1.

Continua a leggere

Trento, utero in affitto: Giovanna Cameroni, di Arcilesbica, denuncia Arcigay e avv. Schuster

cattura

La sera del 26 aprile al centro Santa Chiara di Trento si è svolta una serata intitolata “Gpa: oltre il pregiudizio, il racconto”, organizzata da Arcigay Trentino, Laici Trentino e Famiglie Arcobaleno.
La serata era coordinata dall’avvocato Alexander Schuster, noto per aver assistito una coppia ricorsa a utero in affitto in Canada a cui il tribunale di Trento ha riconosciuto la doppia paternità, con una discussissima sentenza attualmente al vaglio della Cassazione.
Continua a leggere

Marcia per la Vita 2017

di Eleonora Barberio

In alcuni casi l’alzarsi in piedi, il sollevare la voce ed il far valere la ragione sulle insensate idologie o sull’ipocrisia straripante rappresentano non un semplice diritto, ma un necessario quanto importante dovere.
La vita umana è ciò che di più caro abbiamo eppure viene costantemente minacciata e violentemente attaccata.
Ebbene, sarebbe inacettabile rimanere impassibili davanti a ciò e non mostrarne sdegno: l’affermare con coraggio e verità l’effettiva sacralitá e intangibilitá della vita dell’uomo, dal concepimento fino alla morte naturale, diviene un categorico imperativo che bussa alla coscienza di ognuno di noi e che tenta di risvegliare anche quegli animi assopiti e ciechi dinnanzi alla brutale realtà con cui ci ritroviamo a fare i conti. Continua a leggere

News dalla rete