Lorenzo Bertocchi

2030, spariranno i matrimoni religiosi. “Colpa anche nostra, di questo si parli al Sinodo”

matrimoni religiosifonte: La Nuova Bussola Quotidiana

Dal 1995 al 2002 è stato Direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia della Cei, dal 2003 al 2009 Consultore del Pontificio Consiglio per la Famiglia, da sempre si occupa “sul campo” di pastorale familiare. È don Renzo Bonetti, oggi presidente della Fondazione Famiglia Dono Grande. Poco prima del Sinodo di ottobre è stato tra i firmatari di una lettera (Commitment to marriage) che alcune personalità di varie nazioni hanno firmato, rivolgendosi ai padri sinodali. Ha tutte le carte in regola per fare due chiacchiere sui temi del Sinodo. Continua a leggere

Quel Batman che non ti aspetti

batman-1989-hot-toysVe lo ricordate il Batman di Tim Burton? Era il 1989, poi ci fu il ritorno nel 1992. La prima colonna sonora vedeva un certo signor Prince cimentarsi con una Batdance molto anni ’80, il Joker era Jack Nicholson, la Bat-girl di turno Kim Basinger e lui, Batman, era interpretato da Michael Keaton. Un film che segnò l’arrivo dei super-eroi al cinema, e lo fece anche con un certo spessore. Continua a leggere

La (sorprendente) Croce di Mario

La-Croce-adinolfi-mammaLui si chiama Mario. Ha una mole di peso e una voglia matta, quella della mamma. Il suo libretto rosso, più o meno autoprodotto (Youcanprint), lo ha fatto viaggiare dentro una Smart su è giù per lo stivale, incontrando migliaia di persone. Tutti insieme appassionatamente, presi dalla stessa voglia matta. Robe da matti.

“Ogni bimbo nasce da una mamma e a una mamma ha diritto, negargliela è atto di violenza criminale”, ha scritto su Tempi, una rivista abbastanza lontana da lui che è stato tra i fondatori Pd e, oggi, è sinistramente diverso. Lo abbiamo incontrato. Continua a leggere

Sui nuovi cardinali spira forte il vento del Sud

vento cardinaliCapo Verde, Panama, Thailandia, Isola di Tonga. Spira forte il vento delle periferie, o anche un vento del Sud, quello su cui volano le nomine cardinalizie per il concistoro del 14 febbraio prossimo. L’annuncio da parte del Papa è stato dato all’Angelus di domenica scorsa, molte neo-porpore lo hanno imparato in diretta. Gli Stati Uniti rimangono al palo e altre sedi cardinalizie tradizionali, ad eccezione di Lisbona, sono ancora a becco asciutto. Continua a leggere

Don Vittorio, un prete e basta

don quercioli-2Domenica pomeriggio era finito in un fosso con la sua vecchia Panda e non lo trovavano più. Lui non ha il cellulare e dopo una notte passata al freddo, grazie a Dio, lo hanno ritrovato con un po’ di ipotermia, ma in buone condizioni di salute. Tempra di vecchio prete di montagna.

Accade domenica sera, nel cesenate, sull’appennino tra la Romagna e la Toscana, quando don Vittorio Quercioli, 81 anni, finisce nel fosso a causa della nebbia fitta, dopo essere stato a celebrare la S.Messa in quel di Montecoronaro, comune di Verghereto. Là c’è una chiesetta e poche anime, 69 abitanti a 900 m sul livello del mare, e là è andato il parroco di Corneto-Pereto a fare il suo primo dovere di sacerdote, celebrare il Santo Sacrificio dell’altare e portare il Pane di Vita. Continua a leggere

Don Rigoldi e la sua chiesa in uscita

"A Sua Immagine" - Presentazione del programma condotto da Lorena BianchettiRecentemente la CEI ha affidato a quattro preti “di strada” il commento del Vangelo sulla RAI nella nota trasmissione “A sua immagine”. I nomi sono quelli di don Ciotti, fondatore di Libera, don Vinicio Albanesi, comunità di Capodarco, don Maurizio Patriciello, parroco nella Terra dei Fuochi” e don Gino Rigoldi, cappellano del carcere minorile Beccaria di Milano.

“Siamo stati disprezzati per decenni, ora il vento è proprio cambiato e speriamo che duri, perché se torna il vento del deserto che brucia tutto, sarà di nuovo dura”, dice a Repubblica.it con un sorriso don Albanesi. Durante la conferenza stampa di presentazione è intervenuto anche Mons. Galantino, segretario CEI, per dire che “si vuole tradurre in fatti e immagini ciò che Papa Francesco ci chiede senza sosta: quello di essere chiese in uscita e allora anche televisione in uscita”. Continua a leggere

Quando un (ex)allievo prende distanza dal maestro…

bxvi02La vicenda della retractatio di uno scritto di Joseph Ratzinger è nota. Nel 1972, l’allora quarantacinquenne professore di teologia a Ratisbona, scriveva un articolo dove affrontava il tema della comunione ai divorziati risposati e, a certe condizioni, “apriva” alla possibilità di far accedere al sacramento le coppie irregolari. Quella fu l’unica e ultima occasione in cui l’attuale papa emerito si espresse in quel modo, poi, sia da prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede, che da Papa, tenne sempre una posizione di divieto. In perfetta linea con le affermazioni del magistero di S. Giovanni Paolo II (vedi QUI)

Il card. Kasper nella relazione al concistoro del febbraio 2014 utilizzò anche quella citazione del 1972, per sostenere la sua tesi di possibile apertura all’eucaristia dei divorziati risposati. Continua a leggere

Mamma, ho perso la base! In Emilia-Romagna vola un altro Matteo

salvini romagnaIl dato sull’affluenza alle elezioni regionali dell’Emilia-Romagna non vale solo per i sociologi, ma è significativo per la politica. Non ammetterlo vuol dire non conoscere la terra più “rossa” d’Italia.

La pancia profonda, quella dei bar e della feste dell’Unità, non è renziana. Matteo è visto come un democristiano berlusconizzato, cioè la peggior specie esistente sulla terra per un emiliano romagnolo cresciuto a piadina e “Bella Ciao”.

Quelli che sono stati a casa dalle urne, un dato mai visto tra l’appennino e il Po, sono principalmente loro. La base, che nel profondo è dalemiana, cuperliana, civatiana, comunque ex-comunista, e non sopporta patti del Nazareno, né politiche economiche considerate di destra. Continua a leggere

La “squadra di Bergoglio”

great reformerNel controverso libro di Antonio Socci, “Non è Francesco”, c’è un passaggio che in questi giorni trova conferma dall’Inghilterra. Non si tratta di questioni legate alla legittimità dell’elezione del Papa, ma della presenza di una lobby di cardinali “riformisti” che per eleggere Bergoglio ha lavorato prima e durante il conclave. In modo discreto, ma molto organizzato.

Continua a leggere

Dominique Mamberti al posto del Card. Burke

mambertiE’ ufficiale. Come ormai tutti sapevano, e come lui stesso aveva ammesso, il Card. Burke è stato “promosso” patrono dell’ordine dei Cavalieri di Malta. Il prelato americano, 66 anni, viene così ad assumere una carica onorifica o poco più, mentre lascia il ruolo di Prefetto della Segnatura Apostolica, uno dei dicasteri vaticani più importanti.

Al suo posto viene nominato l’arcivescovo Dominique Mamberti, 64 anni, fino ad oggi il “ministro degli esteri” della Santa Sede.   Continua a leggere

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy