Giulia Tanel

In famiglia: la madre è accoglienza e dono

maternità

Abbiamo recentemente parlato della figura del padre e del suo importantissimo ruolo nei confronti dei figli.

Il padre aiuta il figlio a percepirsi come persona, ad aprirsi verso l’esterno e a mettere alla prova le proprie capacità, portandolo alla responsabilità. Il padre incarna il senso del limite e della legge, ponendosi con autorevolezza a tutela dei valori in cui crede, per il bene del figlio. Il padre è prova del fatto che vi sono delle radici solide su cui poter fare affidamento, e nel contempo apre con slancio e fiducia al mondo e al futuro.

Ora vorremmo soffermarci invece sul ruolo materno, a completamento di quanto si è detto per il corrispettivo maschile. Continua a leggere

Al padre di famiglia, al solo “avventuriero” al mondo: auguri!

papa bimbaSi sente spesso ripetere che viviamo in una società senza padri, dove gli adulti sembrano aver abdicato alla responsabilità educativa, lasciando bambini e ragazzi privi di maestri autorevoli ai quali guardare.
Eppure il padre ha un ruolo importantissimo nei confronti figli. Proviamo qui a presentare un rapido e necessariamente incompleto quadro di alcune sue prerogative, complementari ma assolutamente differenti rispetto al portato materno. Continua a leggere

La festa della donna: riscopriamo il “genio femminile”

donna_8-marzoAnche quest’anno ci siamo: riecco la Giornata internazionale della donna, meglio nota come “Festa della donna”. Una ricorrenza che ha origine da un falso storico: infatti, l’incendio newyorkese dell’8 marzo 1908 che avrebbe causato la morte di 129 lavoratrici non è mai avvenuto. Mentre un incendio in fabbrica si verificò il 25 marzo del 1911, a “Giornata della donna” già istituita, e provocò la morte di persone di entrambi i sessi. Continua a leggere

Quando la famiglia è un valore: Mogli e Mamme per vocazione

Nella nostra società essere moglie e mamma, ed esserlo in modo fiero e consapevole, non è un’attitudine da dare per scontata. Il numero di matrimoni che finiscono e il preoccupante calo del numero di figli per donna sono un chiaro segnale in tal senso. Eppure, nonostante il panorama non sia dei più rosei, non bisogna darsi per vinti perché dei segnali positivi ci sono! Continua a leggere

Guida per vivere felici e contenti (almeno per provarci)

Marchesini“E vissero felici e contenti”: quante volte, nella nostra infanzia, dopo aver letto una storia siamo stati cullati da questo finale rassicurante e carico di speranza! Quanto è invece diverso leggere questa frase con occhi adulti e (forse) disillusi, ma soprattutto quanto è strano vederla quale titolo di un libro che parla di… matrimonio! Eppure l’ultima fatica dello psicologo e psicoterapeuta Roberto Marchesini s’intitola proprio E vissero felici e contenti – Manuale di sopravvivenza per fidanzati e giovani sposi (SugarCo Edizioni, 2015).

È una provocazione? Tutt’altro! Questo libro, che ricomprende anche un saggio di suor Roberta Vinerba sui diversi livelli della dinamica affettiva, è la dimostrazione che costruire un matrimonio felice e duraturo è possibile, a patto che marito e moglie siano disposti a donare la propria felicità al coniuge, ossia ad amarlo in pienezza. Continua a leggere

“C’è da non crederci”, il musical sulla vita di don Bosco

don bosco 200“C’è da non crederci” che san Giovanni Bosco, a duecento anni dalla nascita, sia ancora capace di attrarre giovani a Dio e di educarli al vero e al bello. Eppure è così, come sempre accade quando la straordinaria ma limitata meraviglia umana si apre all’Infinito.
A Desenzano del Garda, dove dal 1896 al 1902 i primi discepoli di don Bosco rilanciarono l’oratorio, un gruppo formato da una cinquantina di giovani delle superiori, da qualche bambino e da una manciata di adulti, ha deciso di lasciarsi nuovamente provocare dalla santa allegrezza di colui che papa Giovanni Paolo II ha ufficialmente proclamato «Padre e Maestro della gioventù». Sotto la guida attenta e qualificata di Diego Belli e Micaela Rossi, la compagnia teatrale Oratorio Paolo VIdi Desenzano del Garda ha infatti deciso di riportare in Italia la commedia musicale di Ivo Valoppi del 1988 dal titolo, appunto, “C’è da non crederci”. Continua a leggere

“Bonus bebè” e politiche per la famiglia: ma bisogna fare di più

bonus-bebè_famiglia_neonatoCome accade tutti gli anni, anche il 2015 prende il via con la consueta lista dei buoni propositi – di ordine materiale, pratico, fisico o spirituale – che s’intendono realizzare nei dodici mesi a seguire. Una lista che di per sé potrebbe anche essere utile, ma che spesso si rivela essere di utopica realizzazione e finisce per cadere dimenticata nei luoghi più reconditi della mente… almeno fino all’ultimo giorno dell’anno! Continua a leggere

“Cristo e il lavandino”: Dio è in tutto

Nel Vangelo di Matteo (Mt 7,1-8.14-15.21-23) è riportato un ammonimento di Gesù ai farisei: “Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini”.
Ma cosa intendeva dire Gesù con queste parole? Semplicemente che essere uomini pii solo esteriormente – comportandosi secondo le regole, pregando e frequentando la Santa Messa – non serve a nulla: perché la fede è la vita, e non deve essere ridotta ad un mero orpello.

Questa questione interroga tutti noi: come viviamo il nostro essere cattolici in famiglia, a scuola, sul luogo di lavoro, nel nostro tempo libero, eccetera? La presenza di Dio nella nostra vita si riduce all’andare a Messa la domenica e magari a recitare qualche preghiera ogni tanto, o è una Presenza che si concretizza in ogni istante delle nostre giornate? E via discorrendo… Continua a leggere

Bambine modelle

 È capitato a tutti mille volte, sfogliando una rivista o camminando per strada, di imbattersi in pubblicità avente come soggetti bambini e bambine. Si può dire che oramai viene percepita come una cosa normale, sulla quale non è possibile sindacare.

Eppure questo fenomeno meriterebbe di essere analizzato con maggiore attenzione, soprattutto per quanto riguarda le pubblicità di vestiti o di intimo che ritraggono bambine o ragazzine, perché rivela un modo di concepire la donna assolutamente degradante per entrambi i sessi, maschile e femminile.

Il messaggio che viene veicolato è infatti quello che la donna, fin dalla più tenera età, deve sedurre l’uomo esibendo il proprio corpo con malizia e rendendosi oggetto di desiderio, in una logica viziosa e ipersessualizzata, che privilegia le sensazioni carnali e l’apparenza esteriore anziché le peculiari virtù interiori – oggi spesso negate – dell’essere femminile, legate alla capacità di amare e accogliere l’altro con spirito oblativo e materno. Continua a leggere

Intervista, Renzo Puccetti – Combattere l’aborto per difendere cosa c’è di buono

Conf.Aids_DirittiUmaniIn occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani, il Movimento per la Vita di Trento ha organizzato per venerdì 5 dicembre una conferenza che vedrà come relatore il Dottor Renzo Puccetti, medico e docente di Bioetica presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II, nonché autore di diversi libri, tra i quali il recentissimo Vita e morte a duello (Ed. Fede&Cultura). Continua a leggere

News dalla rete
  • I Papi e l’UNESCO: qualcosa non va?

    Dottrina sociale di Stefano Fontana. Il 15 ottobre scorso papa Francesco ha inviato un messaggio all’incontro organizzato a Roma dall’Università del Laterano e dalla Congregazione per l’Educazione cattolica.  L’incontro era finalizzato a proporre un “patto educativo globale”. La proposta, assolutamente nuova per i Pontefici, intercettava alcune istanze internazionali, particolarmente quelle dell’UNESCO, l’agenzia delle Nazioni Unite per la cultura. Infatti Audrey Auzolay, direttrice dell’UNESCO e già ministro francese della cultura del governo Hollande, ha commentato ben positivamente l’iniziativa di Francesco. Leggi il seguito…

  • A san Biagio niente benedizione della gola. Viaggio a Lourdes con Alexis Carrell

    di don Marco Begato. Il fatto che in un momento di crisi medica, in cui la stessa scienza si mostra insufficiente e la politica inadeguata, noi rigettiamo anziché invocare le fonti taumaturgiche tradizionali, indica quanto fragili sono divenute fede e cultura nel nostro tempo. Leggi il seguito…

  • Se non poggia sulla legge naturale, ogni legge è ingiusta

    di Stefano Fontana. La legge umana si fonda sulla legge naturale, che rimanda al fondamento originario della legge eterna. Qui trova senso il concetto di legge ingiusta: essa è una legge umana non giustificata, non legittimata dalla sua corrispondenza alla legge naturale. Il nuovo libro di Tommaso Scandroglio su Leggi ingiuste e male minore.  Leggi il seguito…

  • L’emergenza ecologista e il nuovo ordine mondiale: perché i conservatori dovrebbero sparigliare

    di Gaetano Quagliariello. Continua l’approfondimento dell’Occidentale sul tema ambientale e il ruolo dei conservatori. Pubblichiamo qui l’intervento di Gaetano Quagliariello nel dodicesimo Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo, dal titolo “Ambientalismo e globalismo: nuove ideologie politiche”, realizzato dall’Osservatorio Van Thuan a cura di Riccardo Cascioli, Giampaolo Crepaldi e Stefano Fontana (ed. Cantagalli). Leggi il seguito…