Giulia Tanel

La liberazione del gigante

Il punto forte di Louis de Wohl sono indubbiamente le biografie. Ne La liberazione del gigante, il protagonista è Tommaso d’Aquino, anche se per consolidare l’unità del romanzo l’Autore crea un secondo protagonista, l’inglese Pier Rudde, candido e generoso soldato che mette la sua prodezza al servizio della fede partecipando alle varie vicende e fungendo da secondo centro di gravità. Il retroscena su cui è costruita la vicenda sono l’Italia e la Francia del 1200, epoca della corte siciliana di Federico II di Svevia (che de Wohl, nonostante tutto, in ultimo salva) e al cattolicissimo re Luigi. Naturalmente attorno a questi centri politici ruotano le varie casate – compresa l’influente famiglia d’Aquino –, sempre attente a non violare le consuetudini e ad ingraziarsi il potere regio, e i vari ordini religiosi: Francescani, Benedettini, Ordine dei Predicatori, rappresentati da padre Bonaventura, San Alberto Magno, fra Giovanni e naturalmente San Tommaso d’Aquino. Continua a leggere

La Santa Casa di Loreto, un tesoro miracoloso

catani-loreto-221x309L’Italia è un Paese che vanta una ricchissima tradizione storico-artistica di matrice cristiana, con luoghi di culto disseminati in ogni regione, da nord a sud. Tra questi, una menzione particolare spetta a quella che è considerata il centro di devozione mariana più importante d’Italia e d’Europa: la Santa Casa di Loreto, nelle Marche, che il 15 agosto 1993, in occasione del VII centenario, Papa Giovanni Paolo II definì «il primo Santuario di portata internazionale dedicato alla Vergine e, per diversi secoli, vero cuore mariano della Cristianità».

Attorno alla Santa Casa di Loreto si è discusso molto, sia sotto il profilo religioso, sia sotto quello storico, artistico e scientifico per via della versione tradizionale che parla di una “traslazione miracolosa” per il “ministero angelico” della stessa Casa da Nazareth fino a giungere, appunto, a Loreto, nel 1296. Continua a leggere

La buona battaglia

labuonabattagliaCi sono libri che catturano, che fanno perdere la cognizione del tempo, che fanno ridere e riflettere nello stesso tempo, che viene voglia di consigliare a tutti… tra questi c’è La buona battaglia – Le grandi acque non possono spegnere l’amore, di Susanna Bo.

Il libro narra una storia vera e lo fa con una scrittura semplice, diretta, senza censure. Una storia che vede Susanna e Luigi protagonisti di un viaggio che inizia in maniera inaspettata e in maniera altrettanto inaspettata si conclude. Continua a leggere

“Siamo tutti fuori”: itinerario alla scoperta di G. K. Chesterton

Copertina

Per la prima volta in vita mia ogni sillaba pronunciata da lui aveva sapore. Anzi, non solo aveva sapore in sé, ma dava sapore ai miei giorni
“. Scrive così Annalisa Teggi nell’introduzione a Siamo tutti fuori – Viaggio nel paese delle meraviglie di G. K. Chesterton (Berica Editrice, 2016), un agile ma denso libro di ‘appunti’ su diverse opere del celebre scrittore inglese. Infatti, precisa l’Autrice, “non è un saggio letterario su Gilbert Keith Chesterton. Non è esauriente dal punto di vista biografico. Non è metodico, non è sistematico. Sono i quaderni dei miei primi otto anni di scuola elementare“. Continua a leggere

La festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria in cielo

Il 15 agosto, per i cattolici, prima che Ferragosto è la festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria in cielo.

Maria è la Madre di Dio in senso vero e proprio, secondo quanto definito al Concilio di Efeso del 431, tuttavia: “Dobbiamo assolutamente distinguere la Madre del Redentore dalla persona del Redentore, ma non separarla. Distinguerla, sia perché Maria è semplice creatura e Gesù è il Figlio di Dio fattosi uomo, sia perché Gesù è il Redentore e Maria è redenta. Non separarla, proprio perché Madre del Redentore e strettamente associata alla sua opera di salvezza” (Bernardo Bartmann, Teologia dogmatica, p. 702). Continua a leggere

Le nuove lettere di Berlicche

copertinaA distanza di settantatré anni dalla pubblicazione de Le lettere di Berlicche per opera di Clive Staples Lewis, si può avvertire un certo bisogno di aggiornare i modi con cui assicurare la dannazione dell’anima delle persone. I tempi sono cambiati: in mezzo ci sono stati una Guerra Mondiale, il Sessantotto, il boom economico, una miriade di conquiste sul piano scientifico, una rivoluzione copernicana sul piano delle relazioni e della comunicazione… e molto altro ancora.

Ed è stato così che Emiliano Fumaneri, noto anche sotto lo pseudonimo Andreas Hofer, ha pensato bene di dare alle stampe – per i tipi di Berica Editrice, nella neonata collana “UOMOVIVO” – Le nuove lettere di Berlicche. Continua a leggere

Animali: compagni dell’uomo, non loro simili

Secondo i dati diffusi dall’Eurispes per il 2011, il 41,7% degli italiani possiede un animale domestico, e tra questi ben il 48,4% è rappresentato da cani, mentre nel 33,4% dei casi si tratta di un gatto.
E’ oramai acclarato che gli animali svolgono molto spesso una funzione positiva, sia sotto il profilo psicologico, che fisico, che sociale. Pensiamo alla Pet-Therapy, o alla compagnia che una bestiolina può fare ad un anziano o ai bambini, o ai cani-guida per i ciechi, e quant’altro.
Fin qui, dunque, nulla di strano. Avere un animale domestico e esserci affezionati è un costume sempre più diffuso e ha i suoi innegabili risvolti positivi.

Come affermava già Aristotele nell’Etica Nicomachea, però, bisogna Continua a leggere

Famiglia – Bonus Bebé? Non lo passa lo Stato, ma la Chiesa

famiglia_bonus-bebe_Staggia-Senese-1124x661Dove non arriva lo Stato, arriva… qualcun altro! Nel caso che stiamo per presentare, arriva la parrocchia di Staggia Senese, paese di circa tremila anime, che dal 2011 ha deciso di donare la ragguardevole somma di 2.000 euro a famiglia per ogni nato, a partire dal terzo.

Le uniche condizioni necessarie per percepire la somma sono: la cittadinanza italiana (ad oggi, nella speranza di poter allargare presto l’iniziativa anche agli stranieri), l’attestazione di essere regolarmente sposati in chiesa e, naturalmente, la residenza a Staggia. Continua a leggere

Contraccezione: chi la finanzia e perché

Warren-Buffett_contraccezione_popolazione_malthusianesimo-1000x661Sabato 1 agosto il Corriere della Sera ha pubblicato un articolo tanto interessante quanto inconsueto, dal titolo: “Chi finanzia (in segreto) gli anticoncezionali negli Usa? Il ricchissimo Warren Buffett”.
Nel pezzo l’inviato da New York Massimo Gaggi esordisce affermando che “in diversi Stati americani la diffusione dei sistemi anticoncezionali, come l’impianto di diaframmi intrauterini, ha scatenato negli anni polemiche politiche, coi conservatori poco disposti a lasciare spazio a ogni forma di contraccezione e, comunque, contrari all’uso di fondi pubblici in quest’area”.
Gaggi prosegue quindi descrivendo come, in alcuni Stati, vi sia stata “un’organizzazione filantropica anonima” che ha finanziato la diffusione degli anticoncezionali e “un’indagine sull’efficacia di questi interventi di controllo delle nascite”. Continua a leggere

News dalla rete
  • Tutti eredi di Sturzo. Ma c’è poco di cui rallegrarsi

    luigi_sturzo di Stefano Fontana. La statura morale e intellettuale di don Luigi Sturzo è indiscutibile, ma gli esiti di quel suo "appello ai liberi e forti" di cento anni fa sono tutt'altro che positivi: è iniziato allora il cammino di un progressivo distacco del criterio della fede dalla politica. Vedere oggi i tanti - anche di opposte visioni - che vogliono far rivivere quell'esperienza con nuovi appelli "ai liberi e forti" non può non lasciare perplessi. Leggi il seguito… 

  • ll ’68, sfida per i cattolici oggi. La lezione di Del Noce

    del-noce di Luca Del Pozzo. Tra le tante letture critiche di quel ‘68 che ha rappresentato, come ebbe a dire Benedetto XVI, una vera e propria “cesura storica”, un posto a parte merita quella di Augusto Del Noce. Tanto il marxismo quanto la società tecnocratica quanto il ’68 ponevano quella per Del Noce era “la” questione innanzi alla quale i cattolici erano (e sono) chiamati a dire la loro: la questione antropologica. Leggi il seguito… 

  • “Ecco chi raccoglie l’eredità di don Luigi Sturzo…”

    luigi_sturzo di Federico Cenci. È passato un secolo da quando un giovane sacerdote siciliano, don Luigi Sturzo, pronunciò il celebre appello destinato a cavare una massiccia sacca elettorale dalle paludi del "non expedit". Dopo decenni in cui i cattolici italiani, su indicazione di Pio IX, avevano rifiutato lo Stato unitario e la partecipazione alle elezioni, il Partito Popolare Italiano offrì loro una forza in cui riconoscersi.  Della possibilità di tener viva l'eredità popolare e democristiana se ne discute oggi alla Camera, nel corso della conferenza “1919-2019. Popolari oggi, da Sturzo al nuovo millennio”. La relazione introduttiva è affidata a Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2. In Terris lo ha intervistato per conoscere uno dei diversi punti di vista sul tema Leggi il seguito… 

  • Convegno a Palermo dedicato ai “40 anni della Legge 194/78”

    palermo-convegno-194 di Paolo Piro. Sabato 1 dicembre 2018, a Palermo, l’associazione Società Domani ha promosso un convegno intitolato “A 40 ANNI DELLA LEGGE 194/78, Storia Valutazioni Prospettive”. Tre ore di intenso scambio culturale con il pubblico che ha gremito la sala “Dei Normanni” dell’NH Hotel al Foro Italico di Palermo. Circa quattrocento persone hanno seguito relazioni e testimonianze di: Movimento per la Vita, Medici Cattolici Italiani, Centro Aiuto alla Vita di Palermo, Forum Vita Famiglia Educazione, Forum delle Associazioni Familiari, Guide e Scout San Benedetto, Avulss e Cesvop. Il tema è stato affrontato in chiave storica, giuridica, medico scientifica, morale e culturale. Leggi il seguito… 

Eventi

Ancora nessun post.