Claudio Forti

PERLE PREZIOSE Seconda parte

Sono molto lieto di iniziare oggi, 1 ottobre 2021, festa di Santa Teresa di Lisieux, la trascrizione della seconda parte della rubrica che fra Roberto Brunelli tiene dai microfoni di Radio Maria, dedicata alle perle di spiritualità e umanità che ci vengono dalla grande letteratura. La sua rubrica è dedicata ogni volta a tre personaggi, che possono essere santi o letterati. Anche questa ha avuto inizio con i pensieri dello scrittore russo Andrej Sinjavskij.

Santa Teresa di Lisieux ha scelto di rinchiudersi in un monastero carmelitano per poter essere, attraverso la preghiera e l’offerta delle sue sofferenze una piccola via che porta al cuore della Chiesa, che è l’Amore. Anche Andrej Sinjavskij, pur essendo stato rinchiuso per sette anni in un gulag sovietico trova in Cristo la forza per vivere quella terribile situazione. I suoi pensieri sono una testimonianza di che cosa vuol dire libertà dello spirito. Ndt.

°   °   °

Buon giorno a tutti gli ascoltatori di Radio Maria!

Questo è un programma che tratta di perle preziose, una lettura di testi scelti di letteratura e di spiritualità cristiana, Io sono fra Roberto, un frate francescano che cerca di raccoglierle e di offrirvele. La scorsa puntata avevamo parlato di Andrej Sinjavskij, uno scrittore e critico letterario russo nato a Mosca nel 1925. Fu arrestato e condannato in un celebre processo nel 1966. Liberato nel 1971, Sinjavskij emigrò nel 1973 a Parigi dove insegnò letteratura russa alla Sorbona. È morto a Parigi nel 1997.

Continua a leggere

PERLE PREZIOSE


Nelle ultime vacanze al mare ha destato in me una forte emozione l’ascolto di alcune perle, non solo letterarie, di Andrej Sinjavskij. Dal loro significativo contenuto ho potuto rendermi conto di quanto sia grave per la nostra società la perdita, la dimenticanza o addirittura il disprezzo per questi scritti, scritti che danno risalto alla Parola che salva, illumina e dà senso alla nostra vita e alla nostra morte. Questi scritti, per la loro vicinanza a ciò che di meglio ha espresso la cultura occidentale, ci fanno capire quanto avesse ragione Giovanni Paolo II quando diceva che l’Europa dovrebbe respirare coi suoi due polmoni, mentre continua a prevalere uno spirito di contrapposizione, questa volta da ovest, che è distruttivo e suicida!

Continua a leggere

I filosofi atei lo dicono senza complessi: o il cristianesimo resuscita o con esso cadrà anche questa civiltà.

Da Religionenlibertad – Quotidiano spagnolo online – 12 luglio 2021

Fonte: https://www.religionenlibertad.com/polemicas/511549331/filosofos-ateos-cristianismo-resucita-caera-civilizacion.html

Niall Ferguson si confessa ateo, ma considera la fede cristiana essenziale perché la nostra civiltà possa reggere.

L’evidente declino sociale e culturale del cristianesimo desta preoccupazione non solo tra i cristiani, ma anche tra alcuni illustri pensatori atei, preoccupati per il suo impatto sulla scomparsa della morale e sul danno alla stessa convivenza sociale.

Jonathon Van Maren ha parlato di questo tema con alcuni dei grandi rappresentanti dell’agnosticismo e dell’ateismo in ambito anglosassone, e le conclusioni coincidono: se il cristianesimo scompare dalla civiltà occidentale, non sopravvivrà a lungo. Il suo pensiero è espresso in un articolo pubblicato da Convivium:

Continua a leggere

Andres Alburquerque intervista César Vidal sulle elezioni negli USA

Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=3RwBlSv75m4&feature=youtu.be

Traduco solo una parte di questa illuminante intervista che smaschera in maniera magistrale l’inganno mediatico a cui siamo sottoposti al fine di accettare come cani al collare gli ordini di padroni occulti che forse amano solo gli animali. Quando terminerò questa traduzione forse sapremo chi sarà il nuovo presidente degli Stati Uniti. Anche se da giorni i maggiori media mondiali, i politici di mezzo mondo e il Papa hanno già deciso che il vincitore è Joe Biden, queste elezioni lasceranno in molti il dubbio di gravi frodi. Ndt).

Andres. – Approfitto dell’occasione di parlare con César Vidal per chiedergli di aiutarci a comprendere il momento che stiamo vivendo. Buona sera César! Come va’?

César. – Buona sera Andres! Sono felice di essere qui.

Continua a leggere

Quale sarà la prossima cattedrale in fiamme?

Il colpo di artiglio quotidiano di François Billot de lochner di Liberté politique, trasmesso da TV Libertés

24 luglio 2020

Il 14 aprile 2019 la cattedrale di Notre Dame di Parigi, pietra miliare della cristianità, simbolo millenario del cristianesimo della Francia, delle sue radici cristiane, questa splendida cattedrale è colpita da un gigantesco incendio, di cui non si sa se sia stato o no per mano criminale – ed io penso che sia evidentemente criminale -, per cui ora la cattedrale rimarrà inutilizzata per molti anni.

Qualche mese più tardi la cattedrale di Eauze è presa di mira da un criminale tentativo di incendio, fortunatamente in parte sventato senza troppi danni. La settimana scorsa è toccato alla cattedrale di Nantes che è stata vittima di un incendio, con tutta evidenza criminale, perché sono stati trovati tre inneschi in tre luoghi strategici in cui la cattedrale poteva prender fuoco molto rapidamente, e cioè sotto l’organo, posizione in cui la struttura in legno è particolarmente presente.

Continua a leggere

GIANFRANCO AMATO A COLLOQUIO COL BIOCHIMICO GIORGIO RICCI

Argomenti principali: il rapporto tra scienza e fede anche nel mistero dell’unione sponsale.

Video da Medjugorje Italia TV – 7 giugno 2020.

Trascrizione a cura di Claudio Forti

Amato. – Un caro e affettuoso saluto a tutti i nostri affezionati telespettatori. Oggi, in questa nuova settimana, inauguriamo un nuovo ciclo di incontri con vari ospiti. Cominciamo con uno veramente particolare. Voi avete avuto la fortuna di ascoltare Raffaele Fabrini (una testimonianza che ha lasciato il segno in molti telespettatori, per cui ci arrivano numerosi messaggi di affetto e ringraziamento, perché molti non conoscevano la sua esperienza di missione a Sarajevo), ma, come vi avevo annunciato, oggi ascolteremo il maestro di Raffaele, che è il professor Giorgio Ricci, è per me una gioia, un privilegio e una grazia poter averlo come ospite. Come sapete, Giorgio Ricci è un accademico, un professore universitario che insegna biochimica all’università di Torvergata, a Roma, ma è innanzitutto un amico e un fratello di fede in Cristo. Visto che avrà tante cose interessanti da dirci, gli diamo subito il benvenuto. Ciao, ciao, Giorgio!

Continua a leggere

La Chiesa spagnola è stata la costruttrice della civiltà latinoamericana.

Dialogo tra Padre Javier Olivera Ravasi e lo storico Patricio Lons 26 ottobre 2019

Patricio. – Bene, siamo qui con Padre Javier Olivera Ravasi, avvocato, dottore in filosofia, storia e scienze giuridiche. Lo conosciamo tutti per le sue apparizioni sulle reti sociali, per le sue numerose conferenze, eccetera. Noi l’abbiamo invitato a partecipare alla “Settimana della Hispanidad” perché, per le sue caratteristiche, era indispensabile per noi averlo qui.

Continua a leggere

La zuppa ideologica sulla pandemia che alimenta i sogni della sinistra comunista

Di Carlos Polo – da ACTUALL , quotidiano spagnolo di informazione online – 30 aprile 2020

I “cuochi” che stanno preparando questa zuppa descrivono la pandemia come soglia di un terzo stadio del comunismo. È urgente proporre alternative che comprendano il discernimento sulle gravi conseguenze del controllo globale creato con la scusa della sicurezza biologica in relazione alla pandemia di COVID19.

Continua a leggere

“Francia Italia e Spagna non saranno in grado di superare la crisi rimanendo nell’euro”

Intervista all’economista Jacques Sapir

Di David Desgouilles – 18 aprile 2020

L’uso del protezionismo economico è tornato di moda grazie alla crisi sanitaria, come dichiarato perfino dal presidente Emmanuel Macron! Ma la volontà di istituire una pianificazione strategica dell’economia forzerà la voglia di liberazione della Francia dal giogo europeo. L’economista Jacques Sapir risponde alle domande di David Desgouilles.

Continua a leggere

Boris Johnson, il nuovo re!

Cerco, come posso, di tradurre due interessanti “colpi d’artiglio quotidiano” che François Billot de Lochner ha postato nei suoi brevi video per TV Liberté. Siamo in Europa, ma sappiamo ben poco degli altri paesi dell’Unione, salvo in casi molto gravi. Cominciamo con il primo video, postato il 4 febbraio 2020

La messa in opera della Brexit da parte di Boris Johnson è un capolavoro per la strategia politica eccezionalmente ben costruita e brillantemente portata a termine. Non abbiamo alcun dubbio che la Brexit lascerà un segno nella grande storia.

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy