Antonio Righi

Adinolfi è un leader credibile?

cannocchiale

Poichè il sito ha ospitato una lettera sul PDF, e varie riflessioni, ho riflettuto molto anch’io sul tema in questi giorni, scandalizzato dagli attacchi del Pdf verso Simone Pillon, Massimo Gandolfini ed altri militanti cattolici. Riassumo così i miei dubbi: perchè dovrei fidarmi di Mario Adinolfi?

Sono volato su un suo vecchio blog, il Cannocchiale, per indagare un attimino sul suo passato ( http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it/?TAG=pd ).

Co-fondatore del Pd, lo ricordano tutti; ho avuto modo di conoscere anche la sua battaglia per tenere i radicali all’interno del partito:

Le sinistre radicali e i radicali di Marco Pannella stessi restano fuori dal Parlamento europeo e devono mettersi in testa che il loro unico orizzonte politico realistico è l’ingresso come componenti organizzate all’interno del Partito democratico (8 giugno 2009); Continua a leggere

I falsi follower di Emma Bonino

cloni

Emma Bonino e Marco Pannella hanno sempre avuto pochi voti, e molto potere. E’ così anche oggi: Emma Bonino è corteggiata dai vari Renzi, Gentiloni, Calenda… pur portando in dote meno voti di quelli che, la sua presenza fa perdere. Un motivo c’è: il potere di Bonino dipende non dai voti o dal seguito democratico, ma dagli amici potenti. Uno su tutti: George Soros, il finanziere miliardario impegnato da decenni nella promozione di droga libera, immigrazione e tutto ciò che serve a scardinare la società.

La Verità del 7 febbraio mostra però che c’è un metodo per aumentare, artificialmente, la propria notorietà, Continua a leggere

VERONA, la Lega stoppa #SPOSACHIVUOITU

verona
A Verona c’è qualcuno che non ha archiviato Giulietta e Romeo.
VERONA, 4 FEB – “Le trovate di marketing non possono affossare i valori. Bene ha fatto l’assessore Neri a frenare l’allestimento di stand palesemente contro la famiglia tradizionale, che rischiava di trasformarsi in propaganda relativista a favore di altre unioni che nulla c’entrano con la famiglia composta da mamma e papà”.
Così il capogruppo della Lega in Comune a Verona Vito Comencini commentando l’invito che l’Amministrazione ha rivolto agli organizzatori di Verona Sposi affinché non esponessero immagini e slogan allusivi al same sex wedding, condensati nell’hashtag #sposachivuoi.

“Il rischio di iniziative come quella che si voleva inscenare all’ex Arsenale Continua a leggere

I miei “dubia” sul matrimonio “al volo”

di Aldo Maria Valli (vaticanista Tg1)

La notizia del matrimonio celebrato da papa Francesco in aereo, durante un trasferimento nel corso del suo viaggio in Cile e Perù, ha fatto il giro del mondo e in generale ha suscitato simpatia nei confronti dei due sposi, emozionati e felici, e dello stesso pontefice, autore di un gesto che i più hanno giudicato bello perché spontaneo e anticonformista. Continua a leggere

Bendetto parla come può

sarah

L’8 dicembre Benedetto XVI ha dato un altro segnale, a modo suo, con il suo garbo: ha incontrato il cardinal Robert Sarah. Più volte Benedetto ha elogiato pubblicamente il cardinale che Bergoglio ha messo ai margini e pubblicamente smentito in almeno due occasioni. Continua a leggere

Con chi sta il Fatto quotidiano?

fatto

Implacabile con Benedetto XVI, ed in generale con la Chiesa e i cattolici, soprattutto se impegnati in difesa di vita e famiglia, il Fatto quotidiano è invece generossissimo con Bergoglio, “unico leader credibile“.

Qualche mese fa Benedetto scrisse, per la morte del cardinal Meisner, aperto oppositore di Bergoglio, un biglietto molto chiaro. Continua a leggere

Francis Arinze: un altro cardinale africano resiste a Bergoglio (che ignorerà anche lui)

arinze

I cardinali che hanno firmato i Dubia sono 5 (solo 4 hanno poi voluto che la loro firma fosse pubblica). Ma il numero di quelli che li hanno sostenuti con interviste, articoli e libri, è incredibilmente più alto. In questi giorni si è pronunciato anche il cardinale Arinze (dal minuto 4), citando san Paolo (Perciò chiunque in modo indegno mangia il pane o beve il calice del Signore, sarà reo del corpo e del sangue del Signore. Ciascuno, pertanto, esamini se stesso e poi mangi di questo pane e beva di questo calice; perché chi mangia e beve senza riconoscere il corpo del Signore, mangia e beve la propria condanna); Continua a leggere

Riabilitazione di Lutero, Santa Teresa d’Avila non ci sta!

 

terea-lutero

Martin Lutero, a 500 anni di distanza, divide ancora la Cristianità e con essa la Chiesa. A dire il vero la Santa Romana Chiesa aveva chiuso, più ci cento anni fa e dopo 400 anni di riflessioni e approfondimenti, la terribile vicenda luterana: Lutero è stato un eretico e ciò che ha partorito è stata la più grande eresia di tutti i tempi, passati, presenti e futuri. Continua a leggere

News dalla rete
  • Belgio e abusi, il 76% delle vittime dei preti sono maschi

    Chiesa arcobaleno di Marco Tosatti. La Chiesa cattolica belga ha pubblicato un rapporto sugli abusi sessuali da cui risulta che su oltre 1.000 casi presi in considerazione il 76% delle vittime sono di sesso maschile. Il risultato evidenzia ancora una volta il preponderante legame tra omosessualità e abusi da parte del clero, un aspetto che i vertici del Vaticano non vogliono riconoscere. Leggi il seguito… 

  • “I preti che abusano hanno tendenze omosessuali”

    don-fortunato-di-noto di Aurelio Porfiri. Intervista sulla pedofilia al sacerdote fondatore di Meter alla vigilia del vertice in Vaticano: «Fenomeno esteso nel mondo e nella società, con la connivenza dei colossi del web». E sulla Chiesa ricorda che gli abusi sono commessi soprattutto su adolescenti da persone «con spiccate tendenze omosessuali». Leggi il seguito… 

  • Il ’68 teologico, una rivoluzione suadente e quotidiana

    preti-operai-68 di Stefano Fontana. Il '68 fu una rivoluzione anche per la teologia con la pastorale come nuova dogmatica e le difformità pastorali come nuove eresie. Un radicale strappo, diventato poi “progressismo cattolico”: una rivoluzione non più dirompente ma quotidiana, da eccezionale, normale, da aggressiva, suadente.  Leggi il seguito… 

  • Inno a Satana: l’appello degli esorcisti italiani a Virginia Raffaele

    Virginia Raffaele di Interris. Non si può essere spettatori ignari dell’esaltazione del male, o meglio di colui che ne è il rappresentante per eccellenza, il demonio, Satana. La modalità dell’evento sembra presupporre una subdola tecnica subliminale e manipolatoria. Far arrivare dei messaggi con un contenuto oggettivamente negativo a spettatori indifesi e ignari di quanto sta per essere fatto e detto è da deplorare in assoluto. Pertanto, chiediamo come cristiani a Virginia Raffaele, ma ancor più, a coloro che hanno collaborato per la scenografia relativa alla performance di chiarire a tutti e in forma pubblica le ragioni di quanto detto e fatto Leggi il seguito… 

Eventi

Ancora nessun post.