Alessandro Benigni

Che cos’è la malattia? Qualche idea contro-corrente…

malattia-che-succede-se-ti-ammali-durante-le-ferieLa medicina non soltanto imputa categorie discutibili con entusiasmo inquisitorio, ma lo fa con un tasso di errore che nessun sistema giudiziario potrebbe tollerare

Ivan Illich [1]

 Che cos’è la malattia? Si tratta di una domanda difficile, che ha portato e porta con sé una gran quantità di problemi: non a caso è un argomento che è scivolato dalle mani a non pochi studiosi di spessore. Nonostante tutto, credo sia possibile avanzare alcune ipotesi e certe osservazioni, magari non molto politicamente corrette.

Continua a leggere

Della monade-animale. Vers. 2.0

bocca

Prefazione prefaziosa

Ovvero: “sullo stare al di qua del sacro”

Sì, lo so. Non si dovrebbe scriverein prima persona.
Ma questo non è un saggio filosofico. Né un manifesto politico.
E’ un atto di ribellione.
E come ogni ogni sovversivo, cerco complici.
Dunque la domanda è: tu, da che parte stai?

Continua a leggere

L’unica speranza è il ritorno alla realtà

uomovitruviano (1)I tempi sono ormai quello che sono. L’impressione è che non ci sia altro da fare se non assistere inermi al degrado psico-sociale, alla fine dell’umanità come l’avevamo sempre intesa. In effetti, ci siamo svegliati tardi. Qualche sentinella aveva lanciato un profetico grido d’allarme, è  vero. Ma come spesso accade, avevamo tutti pensato all’esagerazione. Alla paranoia del singolo. Forse anche un fondo inconscio ed irrazionale di ottimismo a-priori, una specie di residuo hegeliano che ci perseguita di generazione in generazione, ha soffocato l’attenzione e ci ha portato a guardare altrove.

Continua a leggere

I paradossi della “stepchild adoption”

bambinoDietro la designazione inglese di stepchild-adoption, probabilmente adottata per impressionare il pubblico (se è anglosassone sarà sicuramente avanzata e progredita, penserà qualcuno), si nasconde una violenza indicibile, un ulteriore passo verso il compimento di una rivoluzione nichilista senza precedenti nella storia dell’umanità.

Non si tratta solo di una prassi che comporta una sequela impressionante di paradossi e di controsensi. Continua a leggere

Accettare l’inaccettabile: è diventato possibile

pedofilia-1È dell’anno scorso fa la notizia di “quel pazzo giudice australiano” che aveva “osato” accostare omosessualità e pedofilia. Chi se la ricorda? “Pedofilia e incesto: un giorno saranno accettati come lo sono oggi i gay“. Queste “le parole shock” di Garry Neilson, un giudice che per aver notato l’evidente ha passato un mare di guai. Continua a leggere

La bufala dell’estensione dei diritti

omofobiaUno dei “leitmotiv” dominanti nella propaganda pro matrimonio “same-sex”[1] consiste nell’affermare che si tratterebbe di un’estensione di un diritto e non di togliere qualcosa a qualcuno.
Posta in questi termini, peraltro analoghi a quelli di un’altra diffusissima pseudo teoria, che io chiamo la “tesi dell’ininfluenza”[2], la questione sembrerebbe già risolta e parrebbero giustificate le accuse di omofobia, arretratezza culturale, bigottismo, etc. rivolte agli oppositori del matrimonio “per tutti”. Continua a leggere

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy