Riguardo ai cosidetti partiti “antisistema”: speranza o trappola?

Fioriscono i partiti “antisistema”, composti da no vax, persone che denunciano il capitalismo selvaggio, avversari del banchiere Draghi… Per molti questo significa: speranza.

Ma la reltà è più complicata. Non erano i 5S il partito antisistema per eccellenza?

Si è capito bene che in verità altro non sono stati che il modo del sistema per controllare anche il dissenso.

Ricordiamoci allora di vedere bene la storia di coloro che oggi si presentano come antisistema (quanti di loro, per dirne una, sono stati proprio grillini? Non viene il sospetto che ritentino lo stesso giochetto?)

E poi chiediamoci se disperdere il voto verso realtà che non passeranno neppure lo sbarramento (come si è già visto in tutti i tentativi fatti alle recenti amministrative) potrà servire a qualcosa, o se alla fine avvantaggerà il partito del sistema per eccellenza, cioè il PD.

Casapound, movimento di destra pagana di cui l’alleato di Adinolfi è stato guida per anni

Se il centro destra – che pur con tutti i suoi difetti è comunque, in molti campi, un’alternativa -non vincerà bene queste elezioni, il Pd troverà il modo per governare ancora una volta!

Con il centro destra avremo almeno più sicurezza e controllo dei confini (Salavini ha già dimostrato, in questo, di essere efficace, er ha subito vari processi proprio per questo), meno oppressione economica, nessuna legge contro vita e famiglia (sono stati la Lega e in misura minore gli altri partiti del centro destra a fermare ddl Zan, cannabis ed eutanasia).

Certamente rimarranno molti condizionamenti internazionali (si vede bene osservando il comportamento di Meloni sulla guerra, mentre Lega e Forza Italia cercano maggiormente di marcare una qualche differenza dal guerrafondaio Biden, per lavorare ad una soluzione diplomatica) ma molte cose, senza dubbio, miglioreranno.

Di seguito alcune considerazioni di Franco Maestrelli, dalla sua pagina facebook, sui partiti antisistema:

Trasbordo ideologico “avvertito” e utili idioti (definizione del PCI a chi non comunista sosteneva il PCI) Non varrebbe neanche la pena di parlarne ma leggendo alcuni commenti mi accorgo che alcuni cattolici prestano ascolto a improbabili liste (ammesso che trovino le firme) destinate a raccogliere una manciata di voti (basta andare a vedere i precedenti delle amministrative del 2022). Ricordo innanzitutto la frase di Lenin “”Quando temete una reazione organizzatela voi.” quanto mai palese leggendo i nomi della lista Uniti per la Costituzione. Andiamo a vedere chi sono questi campioni. Marco Rizzo del Partito Comunista. Non credente e stalinista. In un paese normale un partito che si ispiri all’ideologia che ha causato milioni di morti e grave miseria non dovrebbe essere ammesso. Un’ideologia condannata dalla storia e dalla Chiesa anche con una scomunica che colpisce chi segue e diffonde tale ideologia. Ma andiamo avanti: Antonio Ingroia ex magistrato e fondatore senza successo del partito Azione Civica da sempre vicino all’estrema sinistra, Sindaco De Magistris compreso. Francesco Romano di Ancora Italia già Assessore in una Giunta comunale di Gioia Tauro sostenuta dall’estrema sinistra e dal marxista Diego Fusaro ed espressione del Movimento Roosevelt (!) di cui era segretario e il cui presidente è il Gran Maestro della Loggia Democratica Gioele Magaldi. Poi i due soci si sono separati ma i precedenti di appartenenza non fanno sperare bene. A questi personaggi si aggiungono alcuni transfughi grillini e una leghista espulsa. Un’ammucchiata confusa dove i principi non negoziabili dovrebbero essere tutelati da comunisti DOC ed ex grillini. Grande confusione sotto il cielo elettorale tra incontri di Adinolfi con l’ex di Casapound, giornalisti cattolici che invitano a votare Conte e i grillini rimasti e mostri elettorali con sottofondo di cellula e di loggia.

Di seguito alcuni link utili:

Su Antonio Ingroia:

Su Mattei, Freccero….

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2021/12/loro-no/

Su Paragone, Toscano…

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2022/01/francesco-toscano-visione-tv-byoblu-e-paragone/

Su Adinolfi:

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2019/05/145871/

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2018/03/cattolici-contro-mario-adinolfi-decisivo-in-quattro-collegi/

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2018/06/lavvocato-amato-lascia-il-pdf-e-adinolfi/

Print Friendly, PDF & Email
Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy