IL CRISTIANO ADULTO E LA RESURREZIONE

La prevista intervista al M° Gianfranco D’Elia su “Messa da Requiem: da Mozart e Verdi. Cosa cambia per la Fede?” non avrà luogo domani 20 Aprile, ma il 18 Maggio per professionali esigenze del musicista.

In luogo di quella conversazione, in armonia con il periodo della Pasqua che vive la Chiesa, parleremo del tema della credibilità della Risurrezione.

Credo la resurrezione della carne e la Vita eterna, recita il credo Apostolico. La domanda che molti si

pongono all’interno della Chiesa è se, e in che senso, possano o debbano credere alla Resurrezione di Cristo quei cristiani che si definiscano adulti. Essi, appartenendo ad un ‘epoca che non accetta il mito come verità ‘storica’, facendo eco al teologo riformato Jürgen Moltmann e alla teologia della demitizzazione, riducono il segno a un significato soggettivo e relativo. Molti, oggi, non pensano alla Risurrezione come verità da credersi ma, eventualmente, l’accettano in senso solo morale, quale riscatto della vita dal male morale. Eppure, la Chiesa continua a credere e ad annunciare con gioia la stessa Verità: Hodie, resurrexit Christus vere, sicut dixit! Alleluia

Quando si parla di Resurrezione di Cristo, occorre tenere presenti alcune questioni di fondo:

  1. La credibilità delle fonti e la loro datazione
  2. La passione, processo e morte di Gesù
  3. La sepoltura di Gesù
  1. Il sepolcro vuoto
  2. Lo stile delle testimonianze dei discepoli e delle discepole e in che rapporto stiano tra loro
  3. Le apparizioni, dove e a chi apparve
Anastasis nella parecclesion (cappella laterale) di S. Salvatore
Chiesa di Chora, distretto occidentale di Erdinekapı – Istanbul, sec. XIII

I dubbi di non veridicità delle testimonianze orali e scritte, di credibilità, iniziarono da subito, prima tra i discepoli e poi nelle prime comunità; per non dire, in seguito, delle accuse di vera e propria falsificazione della verità da parte della chiesa delle origini. Proprio le domande che si posero gli stessi discepoli ci offrono interrogativi circa l’effettiva qualifica di ‘adultità’ della non accettazione della risurrezione da parte di non pochi cristiani di oggi …

QUI

Cogliamo l’occasione per riproporre le belle parole sulla risurrezione proposte dal Santo Padre la Domenica di Pasqua e fraintese da parte della stampa.

Ascoltiamo dal minuto 9:07
Print Friendly, PDF & Email
Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy