Loro no!

Si sprecano le analisi politiche e sociologiche sulla provenienza religiosa, culturale e politica dei no green pass (che di solito sono anche no-vaccino, ma non sempre). Sono analisi spesso un po’ superficiali, che dimenticano che non esiste alcuna linea netta di demarcazione.

Prendiamo i cattolici tradizionalisti o conservatori. Molti di loro condividono le posizioni di Mons. Viganò, ma altri, da Antonio Socci alla Fraternità sacerdotale san Pio X, cioè la più grande organizzazione tradizionalista al mondo, per nulla.

Così per quanto riguarda la politica: vi sono persone di destra, di sinistra e di centro che nella fattispecie sposano le posizioni più varie.

Anche L&P è composta da persone che hanno opinioni differenti, come può ben vedere chi frequenta questo sito. Ciò non toglie che si ritiene necessaria una segnalazione: ad oggi tutti i principali leader non vax (si utilizza questa espressione per comodità, per quanto dibattuta) sono uomini di sinistra, che, causa la loro provenienza poilitica e culturale, utilizzano argomentazioni spesso inficiate proprio dall’ideologia. Senza entrare nel merito, sarebbe auspicabile, per chi abbia una certa posizione, non fare da cassa di risonanza, solo perchè utili alla bisogna, ad argomentazioni che denotano una origine libertaria, progressista e, in una sola parola, “sinistra”.

Massimo Cacciari, già comunista, prodiano, piddino, autore di un celebre libro quasi elogiativo del Diavolo, L’angelo necessario, nemico della vita innocente degli embrioni e dei bambini nel grembo materno, oggi schierato a sostegno dei referendum su cannabis legale ed eutanasia, non può essere un riferimento accettabile, non può avere alcuna idea di cosa sia davvero la libertà.

Lo stesso dicasi di Carlo Freccero, da sempre uomo di sinistra, sponsor di personaggi blasfemi e volgari alla Luttazzi, poi folgorato dal verbo grillino, sempre in prima linea nella battaglia per il nichilismo imperante e tra i fondatori dell’Accademia degli Illuminati con il massone Giuliano Di Bernardo (https://www.uccronline.it/2019/01/11/carlo-freccero-direttore-di-rai2-bestemmie-porno-rai-e-massoneria/ ;  https://m.dagospia.com/il-massone-di-bernardo-freccero-molto-piu-interessato-alla-massoneria-di-luttazzi-119175; https://www.corriere.it/spettacoli/19_gennaio_03/freccero-riportero-luttazzi-rai-finita-l-epoca-berlusconi-renzi-bef7daea-0f52-11e9-8942-0b2d1a385761.shtml).

Sempre dalla sinistra provengono altri 2 leader del movimento no vax che andrebbero quantomeno evitati: il giurista Ugo Mattei, già collaboratore de Il manifesto e de il Fatto quotidano, schierato a sinistra sui temi dell’immigrazione, dell’ecologia e dell’etica, fan del Club di Roma del radicale Aurelio Peccei , firmatario del referendum sull’eutanasia ecc… e il filosofo Giorgio Agamben, anch’egli uomo di sinistra, in quota Il manifesto, Liberation ecc…

Insomma, dibattito aperto, ma senza andar dietro a personaggi del genere!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete