I BAMBINI E LA MUSICA Bambini tra le note

Avreste mai immaginato i bambini che giocano con le note come fanno tra le corolle dei fiori? Note e colori sono come una sinfonia d’artista.

Marcello Giuliano intervista il Maestro Marco Marasco

Insegnare, ma da vero musicista

Fin da piccolo, il Maestro Marco Marasco, oggi organista e direttore di due cori di canto gregoriano e di un coro polifonico, insegnante nelle scuole musicali Folcioni di Crema e 1000 note per educare di Fara Gera d’Adda (BG), già docente all’Istituto Comprensivo di Arcene (BG), guarda ai piccoli e ai giovani per appassionare alla musica, che è tutta la sua vita. Il Maestro incontra i suoi allievi anche delle medie prima come musicista e poi come insegnante, trasmettendo loro non solo delle “note”, ma il suo rapporto con la musica, la sua passione.

Ravenna, Casa Giuseppe Verdi con i suoi strumenti musicali

Gli Studi di registrazione della Lorenzi Group di Ciserano

Gli Studi di Registrazione della Lorenzi Group di Ciserano (BG) hanno reso possibile un’intervista che aiuta ad entrare in più diretto contatto con quell’atmosfera musicale che affascina senza intimorire, permettendoci di sfiorare quelle dimore verdiane, come anche il conservatorio di Napoli, che non conservano solo le note di un tempo. Riproposte a noi adulti e ai bambini, iniziano ad un sogno in cui i confini tra presente e passato quasi svaniscono.

Ascoltare, pensare e sentire.

Tutti ascoltiamo, pensiamo e sentiamo, ma rischieremmo di non aver più parole per esprimere queste nostre potenzialità se non contemplassimo le note della nostra vita. Le note salgono in alto, migrano da un luogo all’altro, ma non in modo disordinato. Ricostruiscono, decifrano, interpretano ciò che le parole non sempre dicono. Interpretano le parole stesse, consolano, moderano, o esaltano, ispirano, implorano, ringraziano e di scala in scala si elevano fino a quel Dio che scrisse il mondo come uno spartito.

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Gente seria, tornerà di moda!

      Alcide De Gasperi è una figura gigantesca della storia italiana. Tanto centrale da risultare "utile" per leggere ed interpretare la contemporaneità.… Leggi il seguito…

    • Il Papa, il Conclave. Ogni dittatore ha bisogno di un complotto, prima o poi…

      di Marco Tosatti. Cari amici e nemici di Stilum Curiae, vorrei tornare sulle straordinarie esternazioni fatte dal Pontefice regnante durante il suo incontro con i gesuiti in Slovacchia, e di cui ha già scritto benissimo Americo Mascarucci su queste pagine. Vorrei farlo riportando il lavoro di due persone che certamente non sono sospettabili di non amare il Vaticano, la Chiesa e il Pontefice regnante: Vik van Brantegem e Luis Badilla. Ed entrambi sono rimasti colpiti, per non dire sbalorditi (giustamente….), dalle frasi di papa Bergoglio. D’altronde quando mai nella storia di un dittatore non c’è un momento in cui si grida, più o meno strumentalmente, al complotto? Prologo di chiamata alle armi dei fedelissimi, e di inevitabili purghe…Ma lasciamo direttamente la parola a loro. Buona lettura Leggi il seguito…

    • La Cei tratta (poi ritratta), ma la Messa non è negoziabile

      di Stefano Fontana. L’allineamento della Chiesa italiana continua. Il presidente della Cei Bassetti parla di trattativa con lo Stato a proposito del Green pass a Messa. Poi cerca di correggersi e dice di intendere il protocollo di un anno e mezzo fa. Ma i riferimenti al lasciapassare e al coinvolgimento dei vescovi sono indizi chiari. Però l’uso del pass per partecipare alla Messa non può essere oggetto di “trattativa”. Sarebbe intollerabile e preoccupa che Bassetti abbia usato la parola “trattativa” e abbia dato la disponibilità della Cei ad una contrattazione che sarebbe scandalosa. Leggi il seguito…

    • Riflessioni (amare) sul green pass

      di Iustitia in Veritate. Una serie di articoli, redatti dai collaboratori di Iustitia in Veritate, per approfondire la virulenza liberticida del marchio verde, così come è stato concepito e applicato in Italia.

      1. CONSEGUENZE E PRESUPPOSTI NEFASTI
      L’introduzione e l’estensione ormai indiscriminata del cosiddetto green pass costringe ad alcune considerazioni sulla sua caratura morale, sulle sue implicazioni politiche e giuridiche, sui suoi effetti sulla convivenza civile. Leggi il seguito…