Israele ha raggiunto “l’immunità di gregge”.

Vaccini efficaci? Effetti indesiderati dei vaccini sperimentali anti covid?

(ANSAmed) – TEL AVIV, 28 LUG – Continuano a salire in Israele i contagi di coronavirus. Nelle ultime 24 ore – informa il ministero della sanità – si sono avuti 2.260 nuovi casi su circa 96 mila tamponi, con un tasso di positività del 2,8 per cento. (QUI)

Adnkronos del 2 Agosto 2021 (QUI )

Sono 2.114 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Israele nelle ultime 24 ore. Lo riferisce il ministero della Salute israeliano spiegando che 212 pazienti sono ricoverati in gravi condizioni. Si tratta del dato più alto da aprile. Il sito di Ynet sottolinea che il tasso di contagio in Israele è salito al 2,95%. Dall’inizio della pandemia, in Israele 6.474 persone sono morte per complicanze riconducibili al Covid-19.

Chi credeva di liberarsi delle restrizioni nei propri movimenti, si vede smentito dai fatti.

Nonostante i “vaccini”, nonostante i “Green pass”, nessuna garanzia di non contagiabilità, in più, l’incertezza circa l’incidenza di casi avversi.

Eppure, mentre la Germania non intende somministrare dosi ai giovani perché i rischi sarebbero per loro notevoli e i vantaggi nulli, già in Italia si esautorano i genitori dei minorenni circa la patria postetà in riferimento alla vaccinazione. I figli sono ormai dello Stato che li tutela. I genitori diventano un pericolo.

Rai News.it (02 agosto 2021)

In merito alla obbligatorietà del vaccino agli adolescenti, arriva oggi la decisione del Comitato di bioetica nazionale. Se la volontà del ragazzo o della ragazza “di vaccinarsi fosse in contrasto con quella dei genitori, il Comitato ritiene che l’adolescente debba essere ascoltato da personale medico con competenze pediatriche e che la sua volontà debba prevalere, in quanto coincide con il migliore interesse della sua salute psico-fisica e della salute pubblica”. È quanto sostiene Cnb italiano, nel parere su ‘Vaccini Covid-19 e adolescenti’, approvato all’unanimità lo scorso 29 luglio.  Se un/una giovane rifiuta la vaccinazione anti-Covid “a fronte del consenso dei genitori, il Comitato – si legge nel parere – ritiene importante e auspicabile che l’adolescente sia informato che la vaccinazione è nell’interesse della sua salute, della salute delle persone prossime e della salute pubblica. In ultimo appare comunque corretto, dal punto di vista bioetico, non procedere all’obbligo di vaccinare in mancanza di una legge, ma porre in essere misure atte a salvaguardare la salute pubblica”.  Il Cnb “ritiene opportuno che, nelle circostanze di contrasto tra le parti, la volontà sia certificata per esplicitare con la massima chiarezza le rispettive posizioni, anche al fine di individuare meglio i contrasti nel tentativo di ricomporli”.  Il Cnb si pronuncia anche sugli “adolescenti con patologie” e quelli “rientranti nelle categorie identificate dal ministero della Salute (in una lista aggiornata) per le quali la vaccinazione è raccomandata”. Per questi ragazzi “emerge in forma ancora più pressante l’obbligo dei genitori (rappresentanti legali) di garantire ai propri figli il miglior interesse; è importante ricorrere al comitato di etica clinica o ad uno spazio etico e, come extrema ratio, al giudice tutelare”. (QUI)

Se avessimo avuto un dubbio sulla realtà della dittatura sanitaria, ora non più!

Il siero non è obbligatorio, ma devi fartelo inoculare!

Se non ti fai inoculare il siero, non ottieni un “Green pass” durevole!

Se non ti fai inoculare il siero sei contro la comunità e non puoi lavorare.

I Sindacati sono lenti a farsi sentire e sostengono una tesi ambivalente:

Landini ritiene che il “Green pass” non possa essere obbligatorio e che semmai lo stato debba emanare una legge (?), ma non approfondisce perché non dovrebbe essere obbligatorio (QUI).

Più esplicito sul Green pass il Segratario UIL Pierpaolo Bombardieri. Interpellato da Mario Draghi circa la possibilità dell’obbligatorietà, spiega che il “Green pass” è inaccetabile per motivi giuridici, costituzionali e in realtà “inutile” sul piano sanitario: “Sono vaccinato, ho il Green pass, ma per partecipare alle riunioni devo comunque sottopormi al tampone!” e opta per i protocolli di scurezza come fatto fino ad ora.

Qui il video (QUI)

2.08.2021 Greenpass. Illegittimo chiederlo 2.08.2021 Il “VACCINO” NON PUO’ SOSTITUIRE LE CURE DOMICIALIRI PRECOCI! 28.07.2021 SEMPRE OSSESSIONATI. IL “NUOVO UMANESIMO” AVANZA! 24.07.2021 Dalla Francia all’Italia manifestazioni contro il Green pass. 27.05.2021 Italia. Compromessa la libertà di espressione?; 28.03.2021 Gli attuali vaccini anti Covid 19-Sars2 possono essere obbligatori?; 7.03.2021 IL PRIMO MANUALE PER LA CURA DOMICILIARE ANTI COVID-19 ; 6.03.2021 SENTENZA DEL TAR BOCCIA PROTOCOLLO COVID DEL MINISTERO ▷ Parla il Dr. Andrea Stramezzi; 5.03.2021 Dopo la vittoria sul campo, prima vittoria legale. Il TAR del Lazio intima al Ministero della Salute e ad AIFA la revoca del “Protocollo Terapeutico” anti Covid 19 vigente.; 28.02.2021 Dal “mainstream” al “web”. Certezze e incognite nella cura delle infezioni da Covid 19 e nei vaccini “anti-SARS-CoV-2/COVID-19” / 3.02.2021 Parlano i ‘Medici di famiglia’ e i pazienti curati a casa. Come vincono il Covid 19 / 28.01.2021 Il “Drago rosso” conquista l’Occidente con vaccino, siringhe e mascherine / 24.01.2021 Quello che si sarebbe potuto fare, ma che non sempre fu fatto. La testimonianza di “Medici in prima linea” / 11.01.2021 Il Santo Padre chiede vicinanza per tutti e raccomanda di anteporre nel tempo della crisi il “Noi” all’Io. / 10.01.2021 LICEITÀ DI ALCUNI VACCINI ANTI-COVID-19 E DEL LORO USO. Dalla Congregazione per la Dottrina della Fede. / 10.01.2021 “Vaccinarsi è una scelta di responsabilità, un dovere”! / 5.12.2020 NATALE IN SICUREZZA TRA REGOLE E INTRUSIONI! 3.12.2020 Il Card. Bassetti scrive al Popolo di Dio la Lettera “L’Eucaristia al centro della vita dei cristiani” prima del ricovero nella struttura di Medicina d’urgenza Covid 1. / 1.12.2020 IL DOLORE NELLA FEDE

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Gente seria, tornerà di moda!

      Alcide De Gasperi è una figura gigantesca della storia italiana. Tanto centrale da risultare "utile" per leggere ed interpretare la contemporaneità.… Leggi il seguito…

    • Il Papa, il Conclave. Ogni dittatore ha bisogno di un complotto, prima o poi…

      di Marco Tosatti. Cari amici e nemici di Stilum Curiae, vorrei tornare sulle straordinarie esternazioni fatte dal Pontefice regnante durante il suo incontro con i gesuiti in Slovacchia, e di cui ha già scritto benissimo Americo Mascarucci su queste pagine. Vorrei farlo riportando il lavoro di due persone che certamente non sono sospettabili di non amare il Vaticano, la Chiesa e il Pontefice regnante: Vik van Brantegem e Luis Badilla. Ed entrambi sono rimasti colpiti, per non dire sbalorditi (giustamente….), dalle frasi di papa Bergoglio. D’altronde quando mai nella storia di un dittatore non c’è un momento in cui si grida, più o meno strumentalmente, al complotto? Prologo di chiamata alle armi dei fedelissimi, e di inevitabili purghe…Ma lasciamo direttamente la parola a loro. Buona lettura Leggi il seguito…

    • La Cei tratta (poi ritratta), ma la Messa non è negoziabile

      di Stefano Fontana. L’allineamento della Chiesa italiana continua. Il presidente della Cei Bassetti parla di trattativa con lo Stato a proposito del Green pass a Messa. Poi cerca di correggersi e dice di intendere il protocollo di un anno e mezzo fa. Ma i riferimenti al lasciapassare e al coinvolgimento dei vescovi sono indizi chiari. Però l’uso del pass per partecipare alla Messa non può essere oggetto di “trattativa”. Sarebbe intollerabile e preoccupa che Bassetti abbia usato la parola “trattativa” e abbia dato la disponibilità della Cei ad una contrattazione che sarebbe scandalosa. Leggi il seguito…

    • Riflessioni (amare) sul green pass

      di Iustitia in Veritate. Una serie di articoli, redatti dai collaboratori di Iustitia in Veritate, per approfondire la virulenza liberticida del marchio verde, così come è stato concepito e applicato in Italia.

      1. CONSEGUENZE E PRESUPPOSTI NEFASTI
      L’introduzione e l’estensione ormai indiscriminata del cosiddetto green pass costringe ad alcune considerazioni sulla sua caratura morale, sulle sue implicazioni politiche e giuridiche, sui suoi effetti sulla convivenza civile. Leggi il seguito…