Il “VACCINO” NON PUO’ SOSTITUIRE LE CURE DOMICILIARI PRECOCI!

On. Sara Cunial, ex deputata M5Stelle

L’on. Sara Cunial ricorda che il Garante per la Privacy ha dichiarato inammissibile il Green Pass. L’Italia, dal 2014 – lo documenta un documento AIFA- è terra di “sperimentazione vaccinale”. Nulla di male, forse, in ciò, ma …

se l’Italia è terra di “sperimentazione” e la sperimentazione deve essere rivolta ai soggetti consenzienti e non ricattati.

La “sperimentazione” deve essere corretta, stabilendo, tra le altre cose, la vigilanza attiva a tutela della salute delle persone (milioni) coinvolte. Ecco perché, ad ogni “vaccinando”, viene chiesto di sottoscrivere una liberatoria che sollevi da ogni responsabilità civile e penale lo stato, la ditta farmaceutica e colui che somministra il siero! Ora capisco!

L’Italia è terra di “sperimentazione vaccinale” in Europa, analogamente ad Israele, stante accordi firmati con gli Stati Uniti.

Infatti:

… l’Italia è stata designata quale capofila per i prossimi cinque anni delle strategie e campagne vaccinali nel mondo. A ricevere questo prestigioso incarico alla Casa Bianca a Washington, alla presenza di Barack Obama, il Ministro Lorenzin e il Presidente dell’AIFA Pecorelli che commentano: “Un importante riconoscimento scientifico e culturale internazionale per il nostro Paese”. (AIFA, 28 settembre 2014 QUI)

L’Italia “guiderà nei prossimi cinque anni le strategie e le campagne vaccinali nel mondo”, recita il documento citato. Ma siamo nel 2021, a sette anni dall’accordo e, mi chiedo, quindi l’Italia si è vista rinnovare il “Bonus” di capofila?

Visto che l’Italia è “capofila”, cioè, al primo posto in una fila ordinata di persone o di cose, di enti, ecc., perché non ha attivato la vigilanza attiva per gli inoculati?

Stante la sola vigilanza passiva, se il cittadino non denuncia i casi infausti occorsigli, il dato utile da studiare non perviene a nessuno.

Se i medici non lo ritengono rilevante idem, mentre noi sappiamo che nel foglio illustrativo di qualunque farmaco si chiede di segnalare ogni episodio avverso al medico curante o farmacista; questo perché tale dato è rilevante.

Anche io, personalmente, sono venuto a conoscenza di casi di morte improvvisa seguita poco dopo l’inoculazione del siero e i familiari non hanno né segnalato alle autortà sanitarie né all’autorità giudiziaria!

Non aver attuato la vigilanza attiva è delittuoso!

Moralità è fare ciò che è giusto a prescindere da ciò che ci viene detto!


28.07.2021 SEMPRE OSSESSIONATI. IL “NUOVO UMANESIMO” AVANZA! 24.07.2021 Dalla Francia all’Italia manifestazioni contro il Green pass. 27.05.2021 Italia. Compromessa la libertà di espressione?; 28.03.2021 Gli attuali vaccini anti Covid 19-Sars2 possono essere obbligatori?; 7.03.2021 IL PRIMO MANUALE PER LA CURA DOMICILIARE ANTI COVID-19 ; 6.03.2021 SENTENZA DEL TAR BOCCIA PROTOCOLLO COVID DEL MINISTERO ▷ Parla il Dr. Andrea Stramezzi; 5.03.2021 Dopo la vittoria sul campo, prima vittoria legale. Il TAR del Lazio intima al Ministero della Salute e ad AIFA la revoca del “Protocollo Terapeutico” anti Covid 19 vigente.; 28.02.2021 Dal “mainstream” al “web”. Certezze e incognite nella cura delle infezioni da Covid 19 e nei vaccini “anti-SARS-CoV-2/COVID-19” / 3.02.2021 Parlano i ‘Medici di famiglia’ e i pazienti curati a casa. Come vincono il Covid 19 / 28.01.2021 Il “Drago rosso” conquista l’Occidente con vaccino, siringhe e mascherine / 24.01.2021 Quello che si sarebbe potuto fare, ma che non sempre fu fatto. La testimonianza di “Medici in prima linea” / 11.01.2021 Il Santo Padre chiede vicinanza per tutti e raccomanda di anteporre nel tempo della crisi il “Noi” all’Io. / 10.01.2021 LICEITÀ DI ALCUNI VACCINI ANTI-COVID-19 E DEL LORO USO. Dalla Congregazione per la Dottrina della Fede. / 10.01.2021 “Vaccinarsi è una scelta di responsabilità, un dovere”! / 5.12.2020 NATALE IN SICUREZZA TRA REGOLE E INTRUSIONI! 3.12.2020 Il Card. Bassetti scrive al Popolo di Dio la Lettera “L’Eucaristia al centro della vita dei cristiani” prima del ricovero nella struttura di Medicina d’urgenza Covid 1. / 1.12.2020 IL DOLORE NELLA FEDE

Print Friendly, PDF & Email
Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy