Quello che si sarebbe potuto fare, ma che non sempre fu fatto. La testimonianza di “Medici in prima linea”

Il Dr. Andrea Mangiagalli intervistato a ‘Fuori dal Coro’
dal giornalista Mario Giordano il 19 Gennaio 2021.

Ne ero già convinto da mesi, ma l’ultima intervista del 19 Gennaio 2021 a “Fuori dal Coro”, (vedi Mediaset Play gli ultimi sei minuti <da2h 50′ alla fine>: “Curare in casa per salvare i pazienti”), toglie ogni dubbio.

Ecco nella trasmissione di Reto 4 alcune interviste eccezionali a medici di base e specialisti, come Andrea Mangiagalli, Tiziana De Felilce, Riccardo Szumski, Alberto Rossi e altri, operativi fin dal 27 di Marzo 2020 con cure domiciliari gratuite.

Le loro voci svelano come questi medici intervennero evitando un ulteriore ‘intasamento’ degli ospedali. Ciò che si sarebbe potuto fare dappertutto e che, invece, è stato realizzato solo da uomini di buona volontà, soli, o aderenti ad associazioni come “Medici in prima linea”, o “Ippocrate” e ad altre analoghe associazioni.

Tranne che nelle prime settimane, non si limitarono al Paracetamolo e ad un’attesa attendista, come indicava l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), ma, vedendo che i pazienti andavano a finire in ospedale in condizioni insostenibili, adottarono un’altra strategia.

Seguiamo QUI l’intervista posta negli ultimi sei minuti della trasmissione (<da 2h 50′ alla fine> )

Il giornalista Mario Giordano il 19 Gennaio 2021
intervista il Dr. Andrea Mangiagalli a ‘Fuori dal Coro’

Questi medici, però, non sono nemmeno pochi, bensì centinaia e centinaia, ma non se ne parlò che velatamente e assai poco e per dare spazio a cosa? Mario Giordano, il 19 Gennaio, ne ha incisivamente parlato.

In caso di difficoltà tecniche, collegarsi direttamente al sito di Rete 4 Mediaset.

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • I Papi e l’UNESCO: qualcosa non va?

      Dottrina sociale di Stefano Fontana. Il 15 ottobre scorso papa Francesco ha inviato un messaggio all’incontro organizzato a Roma dall’Università del Laterano e dalla Congregazione per l’Educazione cattolica.  L’incontro era finalizzato a proporre un “patto educativo globale”. La proposta, assolutamente nuova per i Pontefici, intercettava alcune istanze internazionali, particolarmente quelle dell’UNESCO, l’agenzia delle Nazioni Unite per la cultura. Infatti Audrey Auzolay, direttrice dell’UNESCO e già ministro francese della cultura del governo Hollande, ha commentato ben positivamente l’iniziativa di Francesco. Leggi il seguito…

    • A san Biagio niente benedizione della gola. Viaggio a Lourdes con Alexis Carrell

      di don Marco Begato. Il fatto che in un momento di crisi medica, in cui la stessa scienza si mostra insufficiente e la politica inadeguata, noi rigettiamo anziché invocare le fonti taumaturgiche tradizionali, indica quanto fragili sono divenute fede e cultura nel nostro tempo. Leggi il seguito…

    • Se non poggia sulla legge naturale, ogni legge è ingiusta

      di Stefano Fontana. La legge umana si fonda sulla legge naturale, che rimanda al fondamento originario della legge eterna. Qui trova senso il concetto di legge ingiusta: essa è una legge umana non giustificata, non legittimata dalla sua corrispondenza alla legge naturale. Il nuovo libro di Tommaso Scandroglio su Leggi ingiuste e male minore.  Leggi il seguito…

    • L’emergenza ecologista e il nuovo ordine mondiale: perché i conservatori dovrebbero sparigliare

      di Gaetano Quagliariello. Continua l’approfondimento dell’Occidentale sul tema ambientale e il ruolo dei conservatori. Pubblichiamo qui l’intervento di Gaetano Quagliariello nel dodicesimo Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo, dal titolo “Ambientalismo e globalismo: nuove ideologie politiche”, realizzato dall’Osservatorio Van Thuan a cura di Riccardo Cascioli, Giampaolo Crepaldi e Stefano Fontana (ed. Cantagalli). Leggi il seguito…