È uscito il XII rapporto dell’Oss. Van Thuân sui gravi rischi dell’ecologismo globalista

Cosa dice il Rapporto

Sull’ecologia girano troppe bugie. Il XII Rapporto dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân, appena pubblicato da Cantagalli, mette a nudo le bugie dell’ecologismo ideologico che oggi ottengono ampi consensi anche nella Chiesa. Gli autori del Rapporto – dal titolo “ECOLOGISMO E GLOBALISMO, NUOVE IDEOLOGIE POLITICHE” –  spiegano che:

– le emissioni umane di anidride carbonica non hanno effetti sul riscaldamento globale, come invece si continua a dire;

– il programma verde dell’Unione Europea ha poca scienza, molta ideologia e troppo dirigismo normativo;

– il dogma dell’esaurimento delle risorse naturali non ha fondamento e le rinnovabili non sono così green come dicono di essere;

– la teologia cattolica della creazione non fonda in nessun modo l’ecologismo pastorale di oggi;

– il sottosviluppo inquina più dello sviluppo;

– l’ecologismo ideologico esasperato sta distruggendo molte nazioni europee;

– e altro ancora …

 

Chi sono gli Autori

Luiz Carlos Molion, scienziato brasiliano – Don Mauro Gagliardi, teologo italiano – Domenico Airoma, magistrato e vicepresidente del Centro Studi Livatino – Antonio Casciano, esperto di bioetica e biodiritto – Gianfranco Battisti, geografo dell’Università di Trieste – Gaetano Qugliariello, senatore e Presidente di Magna Carta – Mario Giaccio, scienziato dell’economia e della tecnologia delle fonti energetiche.

I Rapporti dai Cinque continenti sono stati scritti da: Julio Loredo (Amazzonia), Stefano Magni (Cina), Fabio Trevisan (Stati Uniti), Anna Bono (Africa), Luca Volonté (Unione Europea), Silvio Brachetta (Francia), Hugo Bos (Olanda), Luca Pingani (Regno Unito), Andrea Mariotto (Italia), Grzergorz Sokolovski (Polonia), Marcelo Imperiale (Argentina).

*************

Acquista subito il XXII Rapporto dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân:

manda una mail a info@vanthuanobsrvatory.org comunicando il tuo indirizzo

Versa 16 euro (prezzo di copertina) sul conto dell’Osservatorio: IBAN IT04X 02008 02210 00004 0096979 

Te le spediremo subito a casa senza spese postali.

 *************

INDICE DEL XII RAPPORTO

Presentazione

Ecologia naturale ed ecologia umana, un ordine in pericolo

E. Mons. Giampaolo Crepaldi

 

Sintesi introduttiva

La reciprocità tra utopia e ideologia nella nuova religione ambientalista

Stefano Fontana

 

Il problema dell’anno: “Ambientalismo e globalismo: nuove ideologie politiche”

Riccardo Cascioli

Ecologismo: una storia inquietante

Luiz Carlos Molion

Riscaldamento globale antropico: realtà o truffa?

Mauro Gagliardi

L’ecologismo alla luce della corretta dottrina della creazione

Domenico Airoma – Antonio Casciano

“Green deal” europeo: poca scienza, molta ideologia, troppo dirigismo normativo

Gianfranco Battisti

Esaurimento delle risorse? Il caso del petrolio

Gaetano Quagliariello

L’emergenza ecologista come via al nuovo ordine mondiale

Mario Giaccio

Economia e finanza dell’ideologia climatica

 

La Dottrina sociale della Chiesa nei Cinque Continenti

Julio Loredo

Amazzonia. Dalla realtà all’ideologia

Stefano Magni

Cina. Da principale causa inquinante a modello di soluzione

Fabio Trevisan

Stati Uniti. Le origini protestanti del climatismo americano

Anna Bono

Africa. La “bancarotta ambientale” degli Stati africani ha cause africane

Luca Volonté

Unione Europea. L’utopia socialista e atea nell’ambientalismo UE

Silvio Brachetta

Francia. La transizione “ecologica e solidale” di una Francia profondamente ammalata

Hugo Boss

Olanda. La follia verde che tenta di distruggere i Paesi Bassi

Luca Pingani

Regno Unito. L’ambientalismo del palazzo e quello della piazza

Andrea Mariotto

Italia. L’ecologismo di maniera dei Friday for Future

Grzegorz Sokolovski

Polonia: L’azione della Chiesa cattolica e l’ecologismo disumano

Marcelo Imperiale

Argentina. Evoluzione e attualità dell’ambientalismo nella Repubblica Argentina 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • La vera fraternità oltre l’ideologia della fratellanza. Sulla conferenza di Stefano Fontana al Convegno “Poveri tutti”

      di Silvio Brachetta. Stefano Fontana, durante il convegno Poveri Tutti del 18 novembre scorso [qui], ha parlato sul tema “La vera fraternità oltre l’ideologia della fratellanza”. A seguito dell’enciclica Fratelli Tutti di Papa Francesco, Fontana si era già espresso sulla fratellanza [qui], come pure Silvio Brachetta in un articolo per l’Osservatorio [qui]. Fontana parla di due visioni della fraternità, a cominciare dall’avvento della modernità – cioè dall’Umanesimo e dal Rinascimento – che si sono imposte nella cultura e nella civiltà: la visione cattolica e la visione mondana. Leggi il seguito…

    • Francesco e la dottrina: i cambiamenti ci sono

      Dottrina sociale di Stefano Fontana. Molti si interrogano se ci sia continuità tra la Dottrina sociale della Chiesa insegnata da papa Francesco e quella insegnata fino a Benedetto XVI. La Laudato si’ e la Fratelli tutti (ma anche l’esortazione Evangelii Gaudium) sono in linea con la Centesimus annus e la Caritas in veritate? La tendenza prevalente nei commentatori è di pensarle in continuità, sia perché spiace dover constatare che quanto i papi dicevano ieri oggi venga detto in modo diverso o addirittura negato, sia perché il criterio della “riforma nella continuità”, suggerito da Benedetto XVI nel 2005, viene adoperato spesso in modo largo. Così si sostiene che le eventuali discontinuità sono di ordine pastorale e non dottrinale e che come tali non impegnano l’autorità magisteriale del papa. Spesso però questa via altro non è che una scappatoia per aggirare il problema, dato che oggi i principali cambianti dottrinali avvengono proprio per via pastorale. Leggi il seguito…

    • Francesco, la proprietà privata e la Teologia della Liberazione che non piace a Ratzinger (ma piace alle élite mondialiste)

      di Vito de Luca. Dopo le ultime affermazioni di papa Francesco, in cui afferma, rivolto ai giudici di Africa e America Latina che si occupano di diritti sociali, che il diritto alla proprietà privata non è intoccabile – in quanto diritto secondario – appare difficile allontanare dal pontefice l’aura di esponente della Teologia della Liberazione. Un po’ di storia, tanto per intenderci meglio, su questo filone dottrinario, in quanto nulla viene dal nulla. Leggi il seguito…

    • Divorzio, la “conquista” che sfasciò famiglia e società

      di Gianfranco Amato. Non c'è nulla da festeggiare per i 50 anni della legge sul divorzio: ha costituito il primo passo della rivoluzione antropologica che stiamo tuttora vivendo. L’indissolubilità del matrimonio era la linea Maginot di quella società che era ancora in grado di mantenere e garantire una certa solidità. La profezia di Fanfani e gli utili idioti Dc grazie ai quali poi abbiamo avuto anche aborto, unioni gay e prossimamente anche legge sull'omotransfobia.  Leggi il seguito…