Invito alla 3° giornata nazionale della Dottrina Sociale della Chiesa. Un evento di popolo

Cari Amici,

se Dio vuole terremo sabato 17 ottobre 2020 la TERZA GIORNATA NAZIONALE DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA, a Lonigo (Vicenza) presso il Convento di San Daniele dei Frati Minori. Vi invito a leggere il programma (vedi qui) e ad iscrivervi subito perché i posti sono limitati causa Covid.

Il tema è decisivo: ECONOMIA DELLA VITA, ECONOMIA DELLA FAMIGLIA. Non una economia dell’ambiente, non un’economia delle aziende sanitarie, non un’economia dei soggetti globali, non una economia del nuovo centralismo, non un’economia dell’assistenza, ma UN’ECONOMIA DELLA VITA E DELLA FAMIGLIA. Un’economia delle GRANDI DIMENTICATE. Un’economia della sussidiarietà, della diffusione della proprietà privata, delle comunità locali, dei popoli, delle nazioni, della responsabilità imprenditoriale, della defiscalizzazione, della vera libertà

La GIORNATA NAZIONALE DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA è un Convegno, ma è molto più di un Convegno. È un Convegno di studio ma è anche una Grande assemblea, un festival, una mobilitazione di impegno, una rete di azione. La Giornata è promossa dall’Osservatorio Cardinale Van Thuân, dal quotidiano La Nuova Bussola Quotidiana e dal Coordinamento Nazionale Justitia et Pax per la Dottrina sociale della Chiesa che annovera 33 associazioni aderenti. É quindi un evento DI POPOLO, del popolo della Dottrina sociale della Chiesa, che non si rassegna né al cambiamento genetico della Dottrina sociale della Chiesa né, tantomeno, alla sua eliminazione.

La Giornata sarà introdotta dalla riflessione dell’Arcivescovo GIAMPAOLO CREPALDI, una delle voci più competenti e lucide sui temi di Dottrina sociale della Chiesa. Seguiranno gli interventi di Riccardo Cascioli, Ettore Gotti Tedeschi, Maurizio Milano e Michael Severance. Al pomeriggio una riflessione assembleare da parte di tutti i presenti su COSA FARE per la Dottrina sociale della Chiesa nel difficile momento presente. Una riflessione nello stesso tempo dottrinale e pratica. Trattandosi anche di un Festival, ci sarà un’area espositiva delle Associazioni del Coordinamento.

Questa edizione della GIORNATA è la terza. Le due precedenti si sono tenute negli anni scorsi a Milano, con la presenza sempre del Vescovo Crepaldi e con le relazioni di don Mauro Gagliardi e di Stanislaw Gryegel. Questa terza ha luogo in Veneto, in una piccola cittadina – Lonigo – in posizione facilmente raggiungibile soprattutto via autostrade.

Vi aspettiamo tutti a Lonigo il prossimo 17 ottobre.

Qui puoi vedere il programma.

Iscriviti scrivendo a info@vanthuanobservatory.org

Arrivederci

Stefano Fontana

Fonte: Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Verità senza più diritti, così cambia la dottrina, cari pompieri

      di Stefano Fontana. Molti cattolici dicono che la richiesta di papa Francesco di riconoscere giuridicamente le coppie omosessuali non intacca la dottrina. Ma la frase non nega solo la dottrina sull’omosessualità, ma anche la dottrina del diritto e dell’autorità politica. I diritti della coppia omosessuale non esistono. A nessuno fa piacere dire che il Papa sbaglia su questioni di dottrina. Ma anche la verità ha i suoi diritti. Leggi il seguito…

    • Dopo il Papa, primi vescovi allo scoperto. Serve chiarezza

      di Luisella Scrosati. Le parole di Papa Francesco sulle coppie gay stanno facendo uscire allo scoperto i primi vescovi: «Sì alle adozioni», dice il vescovo Ricchiuti. La Congregazione per la Dottrina della Fede deve intervenire e mettere in fuga ogni dubbio, è il suo compito e c'è anche già un precedente. L’errore di una possibile accettazione da parte della Chiesa delle unioni civili è stato diffuso dal Papa e ora è necessario fare chiarezza. La richiesta della Bussola.  Leggi il seguito…

    • Marcello Pera: “Così Bergoglio ci manda tutti a fondo”

      L'ex presidente del Senato commenta le frasi del Papa sugli omosessuali: “Francesco laicizza la chiesa, si adegua a un caposaldo del pensiero secolare odierno" “Che due omosessuali si uniscano in una relazione non semina scandalo. Si tratta di un rapporto di amore, amicizia, reciproco sostegno, che non deve essere discriminato e ancor meno penalizzato”. Marcello Pera, già presidente del Senato, intellettuale laico che per anni ha dialogato con Joseph Ratzinger, commenta con il Foglio le frasi di Papa Francesco sugli omosessuali contenute nel documentario presentato ieri alla Festa del Cinema di Roma. “Però – puntualizza – se questa unione si chiama ‘famiglia’, allora è un matrimonio, e se è un matrimonio, oltre che un sacramento, è un contratto che gode di tutti i diritti connessi, compreso quello ad avere figli, che nel caso di omosessuali si può soddisfare solo con l’utero in affitto”. Leggi il seguito…

    • Francesco non parlava dei gay ma del loro “diritto al figlio”. Ed è molto peggio

      di Idefix. In un certo senso è vero: papa Francesco non ha detto quello che molti pensano abbia voluto dire. Purtroppo ha detto molto di peggio. Non si tratta “soltanto” dell’invito al riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali, fatto già abbastanza clamoroso per un Pontefice. Tantomeno si tratta del riferimento ai diritti individuali delle persone conviventi, indipendentemente dalla natura del loro rapporto: una legge del genere verrebbe approvata in cinque minuti all’unanimità. Men che mai le incaute dichiarazioni rilanciate dal documentario presentato in queste ore possono essere derubricate come una preoccupazione per il diritto degli omosessuali a non essere rifiutati dalla propria famiglia d’origine (ci mancherebbe). Leggi il seguito…