“Un tavolo di lavoro sul dopo-coronavirus”: puntata dell’Osservatorio a Radio Maria

L’Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân ha pensato di costituire un tavolo di lavoro per analizzare quanto si potrebbe realizzare dopo l’emergenza sanitaria e l’ha fatto attraverso il contributo di tante persone che hanno cercato di analizzare i principi e i valori da mettere in campo in armonia con la Dottrina sociale della Chiesa. Di questo tavolo di lavoro si parlerà nella prossima trasmissione in onda oggi sabato 18 aprile.

 La prossima puntata della trasmissione “La Dottrina sociale della Chiesa oggi”, curata dall’Osservatorio ogni terzo sabato del mese su Radio Maria, sarà dedicata al tema: “Un tavolo di lavoro sul dopo-coronavirus”.

Questo sabato, dunque, 18 aprile, dalle ore 21.00 alle 22.30, tratterranno dell’argomento il Prof. Gianfranco Battisti (Università di Trieste) e Guido Vignelli (scrittore e saggista). Si parlerà dell’importanza di una attenta riflessione, con il collegamento alla Dottrina sociale della Chiesa, per cercare di comprendere il dopo-coronavirus negli aspetti economico-sociali e, soprattutto, etico-religiosi.

L’intento è sempre quello di affrontare i temi cari al Magistero della Chiesa, approfondendo la riflessione sui vari ambiti della vita sociale, politica, morale e religiosa interessati dall’emergenza pandemica. Il conduttore Fabio Trevisan illustrerà, con l’ausilio dei graditi ospiti, i possibili scenari che si possono realisticamente realizzare dopo l’epidemia, anche attraverso interviste e domande.

L’appuntamento è quindi per questa sera, con la possibilità da parte degli ascoltatori d’intervenire in diretta, a partire dalle ore 22.00, telefonando al numero della redazione di Radio Maria031/610.610.

Fonte: Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • La riserva indiana dei non garantiti

      di Claudio Togna. Del genocidio dei nativi americani conosciamo attraverso film e libri che hanno alimentato un’epopea dai tratti mitici la descrizione fattane dai vincitori ma poco conosciamo, se non da qualche tempo e grazie alle opere di qualche intellettuale coraggioso, della stessa storia vista dalla parte delle vittime così come loro l’hanno vissuta. Il dualismo, che ha portato ad un sostanziale genocidio, è stato tra due strutture archetipiche: l’uomo bianco civilizzato e con “garanzia di diritti” da un lato ed il nativo selvaggio e “non garantito” dall’altro. Leggi il seguito…

    • Sanità, vaccini e finalismo della natura

      Dottrina sociale di Stefano Fontana. Chi desidera assumere la visione della Dottrina sociale della Chiesa per vedere la realtà e intervenire in modo adeguato su di essa, non può assumere la visione oggi prevalente del determinismo, ma quella propria della filosofia cristiana del finalismo. Leggi il seguito…

    • Aiuto, si è ristretta l’intelligenza

      di Marcello Veneziani. Ragazzi, si sta accorciando il Quoziente Intellettivo. L’intelligenza si restringe, il regresso colpisce le menti. E non si tratta di una tesi avanzata da reazionari antimoderni. Una denuncia di Cristophe Clavé ci ha messo la pulce nel cervello. “Il QI medio della popolazione mondiale era sempre aumentato – scrive lo studioso di strategie d’impresa- nell’ultimo ventennio è invece in diminuzione, a partire dai paesi più sviluppati”. Leggi il seguito…

    • Una fede senza compromessi. Appunti per la Chiesa

      di Alberto Maria Careggio*. «Se si pensasse di rivitalizzare la Chiesa italiana ispirandosi a quella tedesca sempre più attratta dal modello protestante, s’importerebbe un virus mortifero. Facinorosi avventurieri del "nuovo ad ogni costo" hanno distrutto tutto: Dio e l’uomo». In vista del Sinodo della Chiesa italiana, la Bussola ospita la riflessione del vescovo emerito di Sanremo, Alberto Maria Careggio. «La nostra epoca è tornata pagana, dovremmo riprendere la predicazione di San Paolo, che non faceva sconti a nessuno e non ha tradito Gesù con compromessi». Leggi il seguito…