Un Tavolo di Lavoro sul dopo-coronavirus promosso dall’Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân

A seguito della riflessione dell’Arcivescovo Giampaolo Crepaldi su “Coronavirus: l’oggi e il domani”, l’Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân ha promosso un Tavolo di Lavoro per approfondimenti secondo due criteri: concentrarsi sul dopo-coronavirus e tenere direttamente o indirettamente conto della prospettiva della Dottrina sociale della Chiesa. Al tavolo partecipa il gruppo redazionale dell’Osservatorio e una serie di esperti nei vari campi di ricerca. Abbiamo anche coinvolto altri centri di studio per uno scambio di contributi.

Il Tavolo di Lavoro viene promosso – come già la riflessione dell’arcivescovo Crepaldi – anche dal Coordinamento Nazionale Justitia et Pax per la Dottrina sociale della Chiesa. Il Coordinamento conta oggi 30 associazioni operanti in tutta Italia e auspichiamo che altre vi aderiscano. Insieme si lavora meglio e la Dottrina sociale della Chiesa ha bisogno di essere portata avanti in modo coordinato. Chi intende aderire può contattare il direttore Stefano Fontana scrivendo a: info@vanthuanobservatory.org.

Mons. Crepaldi nella sua riflessione ha affermato che “niente sarà come prima”. È su questo che vogliamo concentrarci, fornendo qualche riflessione e proposta affinché possa essere l’occasione per ripensare in meglio tanti aspetti della nostra vita sociale che vengono stravolti dell’epidemia. Non siamo ingenui utopisti. Sappiamo bene che ci aspettato difficoltà e tensioni. Riteniamo comunque un dovere di un centro studi riflettere insieme ad altri sul futuro che vogliamo costruire, anche nelle difficoltà.

Nel nostro sito abbiamo già pubblicato i seguenti interventi, ed altri ne seguiranno ogni giorno:

Coronavirus: l’oggi e il domani di S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi LEGGI QUI

L’uomo non è una macchina da riparare. Prospettive di risanamento della sanità all’epoca del contagio di Silvio Brachetta LEGGI QUI

Pandemia e limiti della democrazia moderna. Spunti di riflessione da de Corte e Ambrogio Lorenzetti di Andrea Mondinelli LEGGI QUI

Il campanile e il seme da salvare. Un messaggio ai giovani di Luca Pingani LEGGI QUI

Coronavirus: lo Stato, la Chiesa, l’obbedienza di Marco Begato LEGGI QUI

Segnaliamo infine che la Riflessione dell’Arcivescovo Crepaldi è stata ripresa e rilanciata nei seguenti luoghi:

LA NUOVA BUSSOLA QUOTIDIANA

https://www.lanuovabq.it/it/coronavirus-la-crisi-di-oggi-ci-deve-far-cambiare-domani

STILUM CURIAE

https://www.marcotosatti.com/2020/03/19/coronavirus-crepaldi-la-morale-comune-dovra-cambiare/

LIFE SITE NEWS

https://www.lifesitenews.com/news/italian-bishop-worried-about-the-health-and-well-being-of-his-flock-but-even-more-so-about-its-salvation?utm_source=LifeSiteNews.com&utm_campaign=26d38760f3-Catholic_3_19_2020&utm_medium=email&utm_term=0_12387f0e3e-26d38760f3-402249609

KATHOLISCHES INFO

https://katholisches.info/2020/03/20/erzbischof-crepaldi-die-eu-ist-tot-todesursache-coronavirus/

DUC IN ALTUM DI ALDO MARIA VALLI

https://www.aldomariavalli.it/2020/03/19/coronavirus-loggi-e-il-domani/

L’OCCIDENTALE

https://loccidentale.it/il-coronavirus-ha-ammazzato-l-unione-europea/

CORRISPONDENZA ROMANA

https://www.corrispondenzaromana.it/notizie-brevi/mons-crepaldi-la-morte-per-coronavirus-dellunione-europea/

LIBERTÀ E PERSONA

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2020/03/coronavirus-loggi-e-il-domani-riflessioni-su-unemergenza-non-solo-sanitaria/

CULTURA CATTOLICA

https://www.culturacattolica.it/attualità/in-rilievo/ultime-news/2020/03/19/coronavirus-l-oggi-e-il-domani

ROSSOPORPORA

https://www.rossoporpora.org/rubriche/italia/935-coronavirus-una-argomentata-riflessione-di-mons-giampaolo-crepaldi.html

Fonte: Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Un governo di salute pubblica? Ad avercelo

      di Marcello Veneziani. A questo punto ci vorrebbe davvero un governo di Salute Pubblica. L’espressione è assai pertinente sul piano lessicale ma altrettanto inquietante sul piano storico. Perché il primo e più famoso governo di Salute Pubblica fu varato dai giacobini di Robespierre nell’aprile del 1793 e fu Terrore dopo la Rivoluzione di quattro anni prima. Leggi il seguito…

    • Ordine naturale ed economia: le storture del capitalismo. Intervista al prof. Danilo Castellano

      di Matteo Orlando. “Non si tratta di «lanciare» un’economia «cattolica». Si tratta di riconsiderare in profondità la natura e il fine dell’economia. In altre parole va «rilanciata» un’economia umana. La dottrina cattolica può concorrere egregiamente allo scopo. Non penso solo al Magistero della Chiesa a questo proposito e  ai grandi pensatori cattolici del passato. Anche nell’epoca contemporanea ci sono autori cattolici che hanno offerto (e possono offrire) utili riflessioni sul tema dell’economia”. Leggi il seguito…

    • Promossi per decreto

      di Giuseppina Coali. Lasciano sgomenti le dichiarazioni rilasciate, anche in previsione del prossimo Decreto sulla scuola, in merito al futuro dell’anno scolastico. Per noi tutti: da genitori, di figli-studenti di ogni ordine e grado, e soprattutto da insegnanti. Che cosa è accaduto? Leggi il seguito…

    • La Lumachella della Vanagloria

      di Marcello Veneziani. “Stiamo scrivendo una pagina di Storia” ha detto al mondo qualche giorno fa Gius Conte in un delirio di onnipotenza. Non ce l’ho fatta più a trattenermi dall’insultarlo pesantemente davanti alla tv. Mi ero promesso di sospendere ogni critica e ogni attacco al governo in queste condizioni d’emergenza e ho mantenuto per tutto il terribile mese di marzo. Pensavo che anche il peggior governo in un momento come questo è comunque alla guida del tuo paese e bisogna stringersi a coorte, come canta l’inno degli italiani. Quando un paese è in ginocchio e vive un momento tremendo, bisogna restare uniti o perlomeno evitare polemiche. Ho ingoiato come voi tanti rospi in queste settimane, mi sono frenato la lingua e le dita per carità di patria davanti a troppe assurdità, troppi grossolani errori e disfunzioni, troppi tele-show governativi sul nulla, troppi vaniloqui di incompetenti, incapaci e presuntuosi al potere. Ma poi, con quella frase ho sbroccato, non ce l’ho fatta più, perché era il culmine di un atteggiamento tronfio, insopportabile: affrontare la crisi guardando a se stessi e al proprio successo. Un paese sta soffrendo e tu stai pensando che passerai alla storia perché ti sei trovato lì, per puro caso, a Palazzo Chigi, in un momento così drammatico… Leggi il seguito…