Il Suicidio del PD

di Telesforo Boldrini.

Un onorevole del PD va in carcere a vedere se gli assassini di un Carabiniere sono trattati bene, subito Orfini e la Bonino lo giustificano, 3 deputati del PD salgono su una nave che se ne frega delle leggi e dei confini italiani e cerca di speronare una motovedetta italiana della Finanza e il PD tratta la sua capitana come un eroe, un ministro del governo del PD, Legion d’Onore della Repubblica Francese (Gozi), diventa ministro di Macron, Renzi e Zingaretti litigano sulla mozione per far dimettere Salvini e se ne dicono di tutti i colori, abbiamo il PD implicato a Bibbiano e nomina una commissione di Inchiesta sull’argomento fatta dal PD emiliano che è implicato. La domanda che si pone è se il PD lo fa apposta per perdere voti, per dare voti a Salvini o è solo stupidità? La risposta non è semplice. ma richiede un po’ po’ analisi.

Son tutte queste cose vedono il PD implicato e ciò gli fa perdere voti il che a livello politico, oltre che morale, è masochistico, la spiegazione logica ha diversi fattori. Il primo potrebbe essere la spocchia del potere. Il sapere che il PD controlla parte della magistratura, i mass media, i giornalini, la Scuola, le Università, parte della Chiesa Cattolica, ha amici potenti in Europa porta all’idea di essere impuniti, qualsiasi cosa si faccia, anche se si prendono i soldi dei terremotati.

Il secondo è aver perso i punti di riferimento sia internazionali (l’URSS) che sociali (il ceto operaio) e di essere diventato l’alfiere della finanza internazionale e della borghesia ricca, che si occupa di questioni che con la gente comune hanno poco a che fare. Quindi il PD mira ad accreditarsi come partito “radicale affidabile” presso i laici e come partito “buonista” per i cattolici..

Il terzo, a mio avviso il più importante, è la convinzione di essere i più colti, i più saggi e i più preparati oltre che i più furbi. Ciò gli deriva sia dall’eredità politica del vecchio PCI sia del fatto che i suoi esponenti se lo dicono continuamente da soli. Ma ciò ha delle conseguenze. La prima è di ritenere gli avversari impreparati, fessi o comprabili. Il che non sempre è vero. La seconda è ritenere gli incidenti (litigi e scandali che siano) un fattore momentaneo, non costituzionale, ma che comunque sarà superato. La terza è ritenere che le coperture e le amicizie nazionali e internazionali supereranno qualsiasi ostacolo. Peccato che il mondo non si fermi in Europa, (USA, Gran Bretagna e Russia ne son fuori. L’alleanza con la Germania non vi ricorda qualcosa?), le amicizie non sono infinite, e l’Italia è pur sempre una democrazia (Mattarella e PD permettendo).

Fonte: Scenari Economici

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Voto in Umbria: si dice “lista civica”, si legge 5 Stelle

      di Ruben Razzante. E’ una vera e propria ipocrisia, un inganno ideologico ideato dalla politica “populista” per conquistare voti senza metterci la faccia, continuando a usare il consenso popolare per gestire il potere. La scommessa del “civismo”, in questa fase storica, sembra sommarsi a quella, purtroppo al momento vincente, del camaleontismo trasformistico. La formazione del Conte bis ha svelato il vero volto del nuovo inedito asse Pd-Cinque Stelle fondato sulla conquista delle leve del comando anche a prezzo della definitiva eclissi di qualsiasi criterio di coerenza culturale e politica. Leggi il seguito…

    • Macron e “Giuseppi”, la nuova coppia, in nome dell’Europa accogliente

      di Anicio Severino. Passa la scialuppa “Matteo Salvini” e Conte salta su. Passa l’imbarcazione macroniana e Conte salta pure su quella. Guardate che un cambio di gioco così, almeno nei tempi recenti, non si era ancora visto. Conte c’è e predica europeismo. “Sono stato sempre molto attento per formazione civica alla vita politica, la mia formazione è di sinistra nel cattolicesimo democratico. Anche quando ho parlato di immigrazione ho sempre ragionato rifuggendo la formula porti aperti o porti chiusi”. Lo ha detto per davvero, non per scherzo, nel corso della festa di Articolo Uno. Ce lo teniamo. Serva al centrodestra tutto come monito Leggi il seguito…

    • «Tutti i cristiani in Francia si mobilitino contro la distruzione dell’umano»

      di Tempi. «La Chiesa cattolica chiede a tutti i cristiani di mobilitarsi a causa delle implicazioni etiche e antropologiche di questa legge. Davanti alla commercializzazione dell’essere umano, che si staglia in sottofondo, non possiamo non reagire». Lo ha dichiarato in un’intervista a Boulevard Voltaire monsignor Dominique Rey, vescovo di Frejus-Toulon. Il prelato francese si riferisce alla legge “Pma per tutte“, ribattezzata “Pma senza padre”, che darà diritto a tutte le donne (single o impegnate in una coppia lesbica) di accedere alla fecondazione eterologa a spese dei contribuenti e di essere dichiarate “madri” sull’atto di nascita, anche in assenza di legame biologico con il nascituro. Il padre, ridotto a materiale genetico, sarà al contrario cancellato dall’atto di nascita. Leggi il seguito…

    • Cambiamo!, firmato l’atto costitutivo: con Toti già 9 parlamentari

      di l’Occidentale. È stato firmato ieri a Palazzo Grassi a Roma l’atto costitutivo del partito di Giovanni Toti Cambiamo! alla presenza di parlamentari, assessori, consiglieri regionali e amministratori provenienti da tutta Italia. “Da questo momento – ha spiegato Giovanni Toti – il panorama politico si arricchisce ufficialmente di una nuova forza che punta a dare voce a tutti coloro che non si sentono più rappresentati dai partiti tradizionali e sognano un centrodestra nuovo. Leggi il seguito…

    Eventi

    Ancora nessun post.