L’aborto indotto aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno (4 VIDEO)

La dottoressa Angela Lanfranchi, chirurgo esperta di cancro al seno, e il dottor Joel Brind, professore di biologia umana ed endocrinologia, illustrano i motivi per cui gli aborti indotti aumentano il rischio di sviluppare il cancro al seno. Il video è estratto da un dvd prodotto dal Breast Cancer Prevention Institute.

 

Il trailer del documentario “Hush”, di Punam Kumar Gill, sulle conseguenze psicofisiche degli aborti indotti sulla salute della donna, con particolare attenzione all’aumento del rischio di sviluppare un tumore al seno.

 

La testimonianza di Charnette Messe, che a soli trent’anni ha scoperto di avere un tumore al seno all’ultimo stadio. Qui racconta la sua storia e le ragioni per cui ritiene che tra le cause della malattia ci siano anche l’uso della pillola contraccettiva e l’aborto a cui si era sottoposta undici anni prima.

Charnette è morta per le complicanze del tumore tre anni dopo la registrazione di questa intervista, che fa parte del dvd prodotto dal Breast Cancer Prevention Institute. Abbiamo parlato con la dottoressa Angela Lanfranchi, fondatrice e direttrice dell’istituto, che ci ha raccontato di come Charnette sentisse l’obbligo morale di raccontare la propria storia per dare alle donne le informazioni che lei non aveva ricevuto. Non possiamo che ammirarla e ringraziarla per aver sacrificato la propria privacy per fare ciò che tutti i medici dovrebbero fare.

 

Il video di un estratto di una puntata del programma “Facing Life Head-on” (affrontare la vita faccia a faccia), presentato da Brad Mattes, prodotto dall’associazione Life Issues, andato in onda sulle tv locali degli USA e del Canada dal 2008 al 2016 e vincitore di tre Emmy awards.

Il video evidenzia che l’aborto indotto è un fattore di rischio per lo sviluppo del tumore al seno, soprattutto se avviene durante l’adolescenza e prima di aver portato una gravidanza a termine. I dottori Angela Lanfranchi e Joel Bring, fondatori del Breast Cancer Prevention Institute, ne spiegano i motivi e Charnette Messe racconta la sua storia di paziente. Charnette è morta tre anni dopo questa intervista.

 

Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • La legge dell’Alabama? Ancora ingiusta, ma è un passo avanti

      alabama-vs-roe-wade di Tommaso Scandroglio. Il testo di legge in materia di aborto che ha ricevuto la firma del governatore dell’Alabama Kay Ivey, e la cui entrata in vigore è prevista tra sei mesi, riporta il seguente titolo: “Legge dell’Alabama per la tutela della vita umana”. Il titolo corrisponde al contenuto della legge? In altri termini: si tratta di una legge giusta, posta a tutela della vita del nascituro, o ingiusta? La risposta è la seguente: questa legge è intrinsecamente ingiusta, seppur sia una proposta meno ingiusta rispetto alla legge tuttora vigente in Alabama e rispetto ad altre leggi sull’aborto. Per provarlo andiamo ad esaminare per sommi capi l’articolato di legge Leggi il seguito… 

    • Dimmi che parole usi e ti dirò in cosa credi

      dom-giulio-meiattini Dottrina Sociale di Stefano Fontana. Giulio Meiattini, benedettino, è professore al Sant’Anselmo di Roma e sulla rivista francese “Catholica”, diretta da Bernard Dumont, scrive cose piuttosto interessanti. Nel fascicolo n. 143 ora in distribuzione, egli si occupa dei “silenzi” nella Chiesa di oggi, ossia delle parole che non vengono più adoperate assieme ai relativi concetti dato che, come diceva Aristotele, “i nomi sono segni dei concetti”. Leggi il seguito… 

    • Il Risucchio

      zingaretti_dimaio di Marcello Veneziani. Cosa sta succedendo ai grillini? Non c’è giorno che Giggino Di Maio non accentui l’antagonismo contro la Lega, accusandola di slittare a destra. Non c’è giorno che i grillini non difendano norme e proposte che hanno una chiara valenza di sinistra, e spesso di sinistra radicale: sui migranti, sui rom, sulla legalizzazione della droga, sullo spirito forcaiolo, per non dire del pauperismo e delle leggi assistenziali. Leggi il seguito… 

    • Gli Scritti su Etica, Famiglia e Vita del cardinale Caffarra

      carlo-caffarra di Alessandro Cortese. Gli ultimi tempi si sono caratterizzati per una serie impressionante di attacchi alla famiglia e alla vita umana a livello legislativo e prima ancora culturale. All’interno del mondo cattolico si sono levate voci che hanno denunciato questa situazione, e una delle più autorevoli è stata sicuramente quella del card. Carlo Caffarra (1938-2017), che ha difeso in modo appassionato la verità sull’uomo alla luce della fede e della retta ragione. Egli è stato, infatti, nel 1981 fondatore e primo preside del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per gli studi su Matrimonio e Famiglia, che doveva aiutare i cristiani a riscoprire la centralità della famiglia nella Chiesa e nella società. Leggi il seguito… 

    Eventi

    Ancora nessun post.