Appello della Associazione Spagnola Avvocati Cristiani per la difesa della croce

Dalla newsletter del 5 febbraio 2019
Durante la lettura del libro La croce rinnegata, di padre Livio Fanzaga con Diego Manetti, mi è giunto questo accorato appello dalla Spagna, che non fa che confermare a quale livello di odio e di rinnegamento di sé e della propria storia possono giungere le nostre élite politiche e culturali. Tutto ciò, mentre il papa afferma che un dialogo con le altre culture e religioni non può esserci, se non partendo da un forte senso di appartenenza alla propria millenaria cultura. Quale futuro può avere l’Europa, se prevale il nichilismo e il relativismo, da cui emerge un pensiero dominante che disprezza o deforma il proprio passato? Ndt.
Caro amico, Rimarrai sbalordito quando sentirai quanto ti sto per raccontare.

Come già sai il sindaco di Callosa de Segura, Fran Maciá, del PSOE (Partito Socialista Spagnolo), ha iniziato una persecuzione contro i cittadini cattolici del suo municipio.
Già lo sospettavamo: Fran Marciá odia i sentimenti religiosi dei cristiani.
Però non ci rendevamo conto di quanto fosse pronunciato:
Lo stesso sindaco che si dedica alla persecuzione dei cattolici, ora va dicendo che “I musulmani hanno il diritto di avere il proprio spazio (per il culto)”.
Quindi i musulmani debbono avere i loro spazi, mentre i cristiani non possono avere una croce sulla porta della loro chiesa?
Caro Amico, non perderti questo video di un minuto di Fran Marciá con i musulmani, in cui evidenzia e appoggia la religione musulmana, e non la cristiana:
https://www.abogadoscristianos.es/fran-macia-respeta-a-los-musulmanes-pero-no-a-los-cristianos/?utm_source=salesmanago&utm_medium=email&utm_campaign=cruz_callosa&utm_content=relance24&smclient=e38e4a67-8043-11e8-94f9-0cc47a1254ce
Questo è un doppio, indignante, strappo:
1. Il sindaco che stuzzicò per più di un anno i suoi vicini.
2. Il sindaco che, di buon mattino si burlava mentre veniva tolta e portata via con un camion la croce dalla piazza della chiesa. Un vero tradimento.
3. Il sindaco che ordinò che venisse ritirata una semplice croce fatta con dei fiori.
4. Il sindaco che ha multato una vicina, Tere Agulló, per aver proiettato una croce di luce sulla facciata della chiesa,
Ora partecipa a riunioni di musulmani per dir loro chehanno diritto a uno spazio per il loro culto.
Caro amico, se vuoi vedere l’intero video in cui si può notare come Fran Marciá volta le spalle alla religione cristiana, puoi cliccare qui sotto:
https://www.abogadoscristianos.es/fran-macia-respeta-a-los-musulmanes-pero-no-a-los-cristianos/?utm_source=salesmanago&utm_medium=email&utm_campaign=cruz_callosa&utm_content=relance24&smclient=e38e4a67-8043-11e8-94f9-0cc47a1254ce
Ti ringraziamo per l’appoggio che ci dai nella difesa della libertà religiosa.
Ricevi il nostro affettuoso saluto.
Polonia Castellanos
Presidente dell’Associazione Spagnola degli Avvocati Cristiani
Traduzione di Claudio Forti

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Humanae Vitae, la questione sociale

      Dottrina sociale di Stefano Fontana. Nei giorni scorsi ho presentato su la Nuova Bussola Quotidiana (vedi qui) il Dizionario su Sesso, amore e fecondità (Cantagalli 2019) dell’Istituto Giovanni Paolo II per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia, curato da José Noriega. Il prof. Noriega aveva chiesto anche a me di scrivere una voce del Dizionario che riguardasse il rapporto tra la Humanae vitae e l’ambito politico dell’agire umano. Ne è uscita quindi la voce Humanae vitae: la questione sociale nella quale si segnala l’importanza del nesso tra la prospettiva dell’enciclica di Paolo VI e la Dottrina sociale della Chiesa. Pubblico ora qui sotto un breve stralcio della voce del Dizionario. Leggi il seguito…

    • Il Cardinale nigeriano Francis Arinze attacca Papa Bergoglio sull’immigrazione. Guerra aperta nel Gotha Vaticano. Il papa nero Arinze: “Basta con l’immigrazione”

      di Carlo Franza. Il cardinale Francis Arinze, ottantaseienne, è uno dei cardinali dell’ordine dei Vescovi ed è tra gli attuali 6 titolari delle Chiese suburbircarie di Roma. Così chiare le parole del Cardinale Arinze: “Gli europei devono smetterla di incoraggiare la partenza dei giovani africani. L’Africa ha bisogno di loro. Il miglior modo in cui i paesi dell’Europa e dell’America possono aiutare l’Africa non è incoraggiando i giovani a venire in Europa facendogli pensare all’Europa come un paradiso – un luogo dove il denaro cresce sugli alberi – ma aiutando i paesi da dove vengono…” Leggi il seguito…

    • Ci vogliono campo profughi dell’Europa

      di Riccardo Cascioli. La strana crisi di governo che si è aperta in Italia, a prescindere da come evolverà, una cosa l’ha comunque chiarita: c’è un potere che ha deciso che l’Italia deve diventare il campo profughi dell’Europa. Leggi il seguito…

    • L’inutile dialogo senza identità né verità

      di Peppino Zola. Tanta parte del mondo cattolico si sta riducendo a dire cose scontate, per lo più banali. Fra cui la necessità del dialogo. Che tipo di dialogo? Al Meeting di Rimini, ad esempio, si esclude l'argomento "fine vita" perché "troppo divisivo". In queste condizioni non è dialogo, ma condiscendenza.  Leggi il seguito…

    Eventi

    Ancora nessun post.