Fertilità umana

index

di Angela Maria Cosentino

In prossimità della canonizzazione di Paolo VI (14 ottobre 2018) e a 50 anni dalla pubblicazione della sua enciclica Humanae vitae, appare attuale il libro di Marina Bicchiega, laureata in Scienze biologiche e in Scienze religiose. impegnata da circa 25 anni, con il marito, nella pastorale della famiglia e dei giovani. L’autrice documenta, con passione e competenza, i significati e i frutti di questa enciclica incompresa, disattesa eppure profetica.

Il corposo volume rappresenta un richiamo e un grido di allarme di fronte ad alcuni tentativi (nello scenario sinodale e post sinodale) orientati a “rimodulare” il messaggio del documento pontificio.

Il libro, frutto dell’aggiornamento e modifica della tesi di laurea magistrale in Scienze Religiose, si articola in tre capitoli: il primo, presenta i fondamenti scientifici della regolazione naturale della fertilità, il secondo, le riflessioni antropologico-etiche del Magistero intorno alla regolazione della fertilità umana, ed infine, il terzo, documenta esperienze pastorali circa l’applicazione dei metodi diagnostici di fertilità. Ne vengono segnalate alcune particolarmente significative in India (su iniziativa di Madre Teresa), in Cina e a Casa Betlemme (provincia di Arezzo), preziosa realtà educativa e pastorale fondata, da oltre mezzo secolo, dall’ostetrica Flora Gualdani.

Il libro, inoltre, segnalando l’interesse da parte di alcune pensatrici di estrazione femminista per la consapevolezza corporea (fertility awareness), ricorda come la trasmissione della vita si collochi nella grande questione dell’ecologia umana.

Il volume di Marina Bicchiega, che risponde anche alle principali obiezioni rivolte ai Metodi Naturali, per la ricerca chiara e documentata, si rivolge alle insegnanti dei metodi naturali di regolazione della fertilità, agli studenti di Teologia, di Bioetica, degli Istituti Superiori di Scienze Religiose, agli operatori pastorali, agli educatori, ai sacerdoti e a coloro che sono interessati ad un approccio ecologico alla gestione della fertilità.

Di fronte a fatti di cronaca che mostrano i danni di una gestione incontrollata della pulsione sessuale, è fondamentale indicare buone prassi che offrono percorsi educativi orientati ad acquisire uno stile di vita virtuoso. Perciò, l’autrice conclude: “personalmente, ritengo che, oggi più che mai, sia fondamentale l’opera di laici e associazioni che si spendono per diffondere lo splendore della verità” (p.380) circa l’uomo, la donna, l’amore e la vita.

Marina Bicchiega, Fertilità Umana. Consapevolezza e virtù.

Prefazione Renzo Puccetti, Presentazione Vittorio Gepponi, ESD, Bologna 2018, pp. 381, 20 euro.

Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Se il peccato non è un dato oggettivo, salta la Dottrina sociale

      stanislas-lalanne Dottrina Sociale di Stefano Fontana. Il vescovo francese Stanislas Lalanne ha affermato: “Non posso dire che la pedofilia sia peccato”. Se l’uomo non è più in grado di sapere quando una sua azione è peccato allora vuol dire che anche i peccati sociali ci rimangono oscuri e, con essi, le “strutture di peccato” di cui parlava Giovanni Paolo II nella Sollicitudo rei socialis (1987). Non so quanti vescovi la pensino come monsignor Lalanne. Mi sento di dire solo che un simile modo di vedere le cose è come una pietra tombale sulla Dottrina sociale della Chiesa Leggi il seguito… 

    • Lo spread esiste, il popolo no

      popolo-spread di Marcello Veneziani. Il Corriere della sera, in un editoriale di Angelo Panebianco, è arrivato a sostenere che lo spread è reale, mentre il popolo è un’astrazione, non esiste, se non nella propaganda sovranista. Panebianco rispondeva a una semplificazione demagogica, ma la conclusione a cui portava era questa: il popolo è un’invenzione dei populisti, lo spread, invece, è vero e vivo nel regno della finanza, quindi esiste quasi in natura… Ecco come capovolgere la realtà che ci dice esattamente l’inverso: Leggi il seguito… 

    • Contro l’ideologia che erge a modello un sistema di reati

      mimmo-lucano-sindaco-riace di Centro Studi Livatino. I fatti avrebbero dovuto consigliare prudenza nel commentare la vicenda Riace; soprattutto avrebbero dovuto evitare impropri accostamenti col tema della resistenza alla legge ingiusta. Spiace invece constatare che, oltre a commentatori poco attenti ai fatti, anche magistrati (Magistratura democratica) abbiano strumentalizzato la vicenda per attaccare i Giudici di Locri e la politica dell’Esecutivo in tema di immigrazione Leggi il seguito… 

    • Utero in affitto, si difende il reato, si censura la verità

      manifesto-censurato-contro-utero-affitto di Marco Guerra. La Raggi annuncia la rimozione dei manifesti contro l’utero in affitto di Generazione Famiglia e Pro Vita. In Italia si è liberi di reclamizzare la maternità surrogata, che è reato, mentre viene punita la difesa della verità e del diritto dei bambini a mamma e papà.  Leggi il seguito… 

    Eventi

    Ancora nessun post.