Adinolfi ai suoi: “Non sostenete il Bus della Libertà a Torino”. Possibile?

pdf

Sta circolando in diverse chat di WhatsApp, partecipate da centinaia di utenti, uno screenshot preso dal gruppo PDF PIEMONTE in cui si dà conto dell’ordine imposto da Mario Adinolfi ai membri del suo partito a Torino di non sostenere né avvicinarsi al Bus della Libertà di CitizenGO Italia e Generazione Famiglia, al centro in queste ore di un vero scandalo democratico.

Ieri infatti, a meno di 24 ore dalla sosta del mezzo, l’Assessore alle Pari Opportunità e “alle Famiglie” Marco Giusta, già presidente di Arcigay Torino, ha chiesto agli Uffici comunali di revocare la concessione del suolo pubblico già data e che i promotori avevano peraltro già pagato. L’Assessore ha motivato la revoca tacciando la presenza del Bus della Libertà di fascismo, razzismo, omofobia, sessismo.

Un vero e proprio attacco alla libertà di pensiero ed espressione di tutto noi. Ecco perché i militanti del Pdf in città si sono chesti come poter partecipare alla disobbedienza civile annunciata dai promotori, che oggi saranno sul luogo dell’appuntamento nonostante la revoca del Comune.

Ma gli entusiasmi sono stati spenti dal diktat piovuto dall’alto: “Ignorare assolutamente e totalmente“. Possibile mai che Adinolfi si schieri con L’Assessore Arcigay e contro gli amici di CitizenGO e Generazione Famiglia? Oggi si svolgerà a Roma l’assemblea nazionale del Pdf prima del voto del 4 marzo. Ci si augura arrivi presto una smentita di questa micidiale raffica di fuoco amico.

Post scriptum: la segnalazione ci è giunta contemporaneamente da più parti. La abbiamo pubblicata, disponibili, ovviamente, ad ospitare gradite smentite.

 
Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Humanae Vitae, la questione sociale

      Dottrina sociale di Stefano Fontana. Nei giorni scorsi ho presentato su la Nuova Bussola Quotidiana (vedi qui) il Dizionario su Sesso, amore e fecondità (Cantagalli 2019) dell’Istituto Giovanni Paolo II per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia, curato da José Noriega. Il prof. Noriega aveva chiesto anche a me di scrivere una voce del Dizionario che riguardasse il rapporto tra la Humanae vitae e l’ambito politico dell’agire umano. Ne è uscita quindi la voce Humanae vitae: la questione sociale nella quale si segnala l’importanza del nesso tra la prospettiva dell’enciclica di Paolo VI e la Dottrina sociale della Chiesa. Pubblico ora qui sotto un breve stralcio della voce del Dizionario. Leggi il seguito…

    • Il Cardinale nigeriano Francis Arinze attacca Papa Bergoglio sull’immigrazione. Guerra aperta nel Gotha Vaticano. Il papa nero Arinze: “Basta con l’immigrazione”

      di Carlo Franza. Il cardinale Francis Arinze, ottantaseienne, è uno dei cardinali dell’ordine dei Vescovi ed è tra gli attuali 6 titolari delle Chiese suburbircarie di Roma. Così chiare le parole del Cardinale Arinze: “Gli europei devono smetterla di incoraggiare la partenza dei giovani africani. L’Africa ha bisogno di loro. Il miglior modo in cui i paesi dell’Europa e dell’America possono aiutare l’Africa non è incoraggiando i giovani a venire in Europa facendogli pensare all’Europa come un paradiso – un luogo dove il denaro cresce sugli alberi – ma aiutando i paesi da dove vengono…” Leggi il seguito…

    • Ci vogliono campo profughi dell’Europa

      di Riccardo Cascioli. La strana crisi di governo che si è aperta in Italia, a prescindere da come evolverà, una cosa l’ha comunque chiarita: c’è un potere che ha deciso che l’Italia deve diventare il campo profughi dell’Europa. Leggi il seguito…

    • L’inutile dialogo senza identità né verità

      di Peppino Zola. Tanta parte del mondo cattolico si sta riducendo a dire cose scontate, per lo più banali. Fra cui la necessità del dialogo. Che tipo di dialogo? Al Meeting di Rimini, ad esempio, si esclude l'argomento "fine vita" perché "troppo divisivo". In queste condizioni non è dialogo, ma condiscendenza.  Leggi il seguito…

    Eventi

    Ancora nessun post.