Dieci libri consigliati per il Natale 2017

libri_biblioteca_02

Come già fatto altre volte, vorrei consigliare agli affezionati seguaci del blog, sempre in crescita di anno in anno, alcune letture natalizie, anche in vista di un eccellente 2018, sempre come è bene che sia: in nomine Domini.

Il presupposto è questo: dobbiamo formarci, come cristiani e come italiani, in quanto figli ed eredi di una splendida cultura classica, medievale e moderna. Se saremo formati infatti, e non solo informati come usa oggi, allora potremo formare anche gli altri, a partire dal nostro prossimo.

Troppi credono che le opere di misericordia corporale (dar da mangiare, dar da bere, etc.) siano le principali, ma così non è. Le opere spirituali – come l’apostolato, l’insegnamento e il catechismo – sono prevalenti, specie oggi in cui è la fede che manca, ancor più del cibo (spesso eccessivo e onnipresente).

La fede cristiana pienamente assunta come criterio di vita, ed una buona cultura generale, ci aiuteranno a superare e a vincere le difficoltà della vita. Il discernimento poi non si dà una volta per sempre, ma va continuamente affinato e raffinato attraverso l’intelligenza e la riflessione. Un libro di alcuni decenni fa portava questo splendido titolo, La vita cristiana come intelligenza (Roma, 1944). Nei nostri amici, colleghi, figli e nipoti dovremmo cercare di istillare l’amore allo studio e alla ricerca, poiché è grazie a questi due amori che si esce dalla massa anonima e omologata, ci si sottrae dalle mode intellettuali e dal politicamente corretto, e ci si libera dalle tante schiavitù democratiche.

Il libro favorisce proprio questo: il silenzio, il distacco dalla vita attiva e dallo stress, e la formazione dell’uomo interiore. Diceva così il beato Giustino Russolillo (1891-1955) ai suoi figli spirituali: “Se dovete fare un regalo il miglior regalo è un libro. Siate poveri, ma quando dovete comprare un libro non badate a spese, perché la lettura di un libro può cambiare veramente la vostra vita. È bello pregare, ma è meglio leggere un libro di spiritualità, perché quando preghi sei tu che parli a Dio, ma quando leggi un libro di spiritualità, è Dio che parla a te”.

Concludiamo l’anno del Signore (2017) con il Signore e iniziamo l’anno del Signore (2018) con il Signore. Servire Dio, e cercare di conoscerlo nelle sue opere, nei suoi progetti e nella sua creazione, è regnare!

  • Carlo Lapucci, La Via. Dalla natura alla trascendenza attraverso le metafore delle creature, La Fontana di Siloe, 2017, pp. 140, euro 14.50

Un ottimo trattatello che con l’aiuto della poesia e della letteratura, ci fa toccare e sentire la bellezza della creazione e i numerosissimi indizi della presenza di Dio nel mondo. Tutto è opera sua e le sue impronte sono indelebili sulla terra e nei cieli. Sta a noi di riuscire a leggerne il significato. Poetico!

  • Campari & de Maistre, Fino alla fine del mondo. Vangelo, proselitismo, missione, Historica, 2017, pp. 178, euro 16

Un blog sorto nel 2011, sotto il chestertoniano dogma “La serietà non è una virtù”, il quale ridendo e scherzando ha pubblicato migliaia di interventi e di articoli, più o meno impegnati. Dopo un primo libro pubblicato nel 2016, ora fa il bis con questo testo agile e combattivo che si propone un apostolato a 360 gradi, senza sconti e senza paura, nell’Europa scriteriata di oggi. Dinamico!

  • Giancarlo Cerrelli e Marco Invernizzi, La Famiglia in Italia. Dal divorzio al gender, Sugarco, 2017, pp. 340, euro 25

Due studiosi cattolici mostrano, con documenti abbondantissimi, la svolta eretica del diritto di famiglia in Italia, a partire dal suo vero peccato originale: l’introduzione del divorzio, che abolendo de facto il matrimonio sacramento (essenzialmente indissolubile), aveva in nuce tutte le aberrazioni conseguenti. Fino alla scelta del sesso a piacimento e della transessualità obbligatoria. Formativo!

  • Angelo Bagnasco, Cose che ricordo. Una conversazione con Ivan Maffeis, San Paolo, 2017, pp. 148, euro 15

L’ex Presidente della Cei (2007-2017) si apre ad un giornalista amico e mostra sincerità e slanci episcopali nel segno della verità, della testimonianza e della evangelizzazione. Bagnasco teme, come noi, per la tenuta del cattolicesimo nel Belpaese, ma ciò non lo rende tetro e privo di speranza: a Dio tutto è possibile. Fiducioso!

  • Francesco Agnoli, Lo splendore che ci trascende. Alexander Grothendieck l’Einstein della matematica alla ricerca di Dio, Gondolin, 2017, pp. 66, euro 9

Uno dei più grandi matematici del XX secolo alle prese con il Mistero dell’esistenza e la vita oltre la morte. Lo studioso trentino continua imperterrito il racconto del rapporto tra uomini di scienza e Dio. Il fatto che si conferma è questo: più c’è (vero) desiderio di conoscere, e più c’è apertura alla trascendenza. Utile!

  • Saverio Gaeta, I segreti di Maria. Messaggi, profezie e misteri delle apparizioni mariane, San Paolo, 2017, pp. 324, euro 18

Il celebre mariologo italiano fa una sintesi delle apparizioni mariane moderne e contemporanee, mostrando il filo rosso che le lega tra loro e altresì il significato che la mariologia riveste per noi oggi. La bellezza angelica di Maria e la certezza storica della sua presenza tra noi, sono forti incoraggiamenti per una fede solida e invincibile. Confortante!

  • Roberto Marchesini, Codice cavalleresco per l’uomo del terzo millennio, Sugarco, 2017, pp. 130, euro 12.50

Di cosa ha bisogno l’uomo di oggi, detronizzato dal femminismo e angosciato dalle mille ansie di prestazione? Ebbene, di identificarsi ad un archetipo. Quello del cavaliere, anche senza cavallo e cavalleria, resta il modello virile per eccellenza, fatto di coraggio, senso dell’onore e fedeltà a Dio, alla patria e alla famiglia. Costruttivo!

  • Roberto de Mattei, A sinistra di Lutero, Solfanelli, 2017, pp. 232, euro 17

Fra miriadi di sciocchezze scritte sul fondatore del luteranesimo, emerge questo libretto tanto documentato quanto scorribile e intrigante. Lutero distrusse quanto riuscì nel XVI secolo, ma non distrusse tutto. Oggi, la sinistra di Lutero sta compiendo l’opera del bestemmiatore germanico. Istruttivo!

  • Alessandro Di Marco, Lourdes: storie di miracoli, Firenze University Press, 2017, pp. 185, euro 12,90

Il giovane storico romano, offre una dotta sintesi di oltre 100 anni di storiografia critica sulle apparizioni di Lourdes. Ne emerge un quadro avvolgente e stimolante a più d’un titolo. Specie per quel che concerne la cosiddetta medicalizzazione del miracolo e il ruolo della letteratura apologetica nel successo della mariofania ottocentesca. Scientifico!

  • Enrico Maria Radaelli, Al cuore di Ratzinger, al cuore del mondo, Edizioni Pro Manuscripto, 2017, pp. 376, euro 39

Gli amanti di logica e di ragionamento troveranno anche in quest’ultima opera di Radaelli una mina di informazioni e di elementi atti a formare il giudizio, il gusto e il pensiero. Il filosofo lombardo fa una critica di fondo al neo-modernismo degli anni ’60 e ’70, chiedendosi retoricamente: Se la Chiesa non crede più in sé stessa, perché dovrebbe crederci il mondo? Sapiente!

Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Pozzallo, vittoria italiana o “strada per l’inferno”?

      immigrati-africani di Gianandrea Gaiani. Il caso del barcone con a bordo 458 immigrati clandestini trasbordati su due navi militari poi sbarcati a Pozzallo, si è risolto in un successo politico per l’Italia ma anche in una vittoria dei trafficanti, riusciti a dimostrare ai loro “clienti” che i porti italiani sono ancora aperti. Un approccio che il gruppo Visegrad ha già ribattezzato "una strada per l'inferno".  Leggi il seguito… 

    • “Non condivido, ma…”. Se il vescovo “legittima i gay pride”

      summer-pride-rimini di Marco Tosatti. È prevedibile, durante il Gay Pride di Rimini, l’uso blasfemo di personaggi e simboli della religione. Come l’anno scorso, un gruppo di cattolici, riuniti nel Comitato Beata Giovanna Scopelli, ha indetto una processione di riparazione da cui il vescovo di Rimini ha preso le distanze sebbene anche il pride «non aiuti i legittimi diritti Lgbt». Leggi il seguito… 

    • Negozi chiusi la domenica, una scelta doverosa

      Giampaolo Crepaldi di Giampaolo Crepaldi. Il riposo domenicale valorizza due dimensioni della vita sociale: quella delle relazioni familiari e della dimensione religiosa. Per questo è auspicabile che la proposta del ministro Di Maio trovi forte sostegno nella società e nella politica per diventare presto realtà. Leggi il seguito… 

    • La ricchezza nasce dall’Europa cristiana. Non dall’illuminismo

      Gotti-tedeschi di Ettore Gotti Tedeschi. Il saggio dello storico dell’economia Joel Mokir Una cultura della crescita e soprattutto la recensione che ne ha fatto Repubblica confermano la solita tesi superficiale: poiché la rivoluzione industriale inizia in Europa nel XVIII Secolo, l'origine della ricchezza è l'illuminismo. Giusto? No, sbagliato. Vediamo perché Leggi il seguito…