CARD. CARLO CAFFARRA/ L’intelligenza della fede, i “dubia”, la fedeltà a Pietro …

Leggo su Sussidiario.net (qui) del 7.09.2017 un bell’articolo, di persona molto affezionata a Sua Ecc. il Card. Carlo Caffarra, a sostegno della corretta interpretazione del suo pensiero, quale giusta lode alla sua vita, da qualunque punto di vista si vogliano vedere, sia la vita che il pensiero di Sua Eccellenza, a riguardo delle controversie su Amoris Laetitia. Ma, se è vero, come scrive il giornalista, che “La vicenda è certamente più complessa di come la si va raccontando: un’esortazione ha lo scopo di aprire un cantiere di lavoro, non è un’enciclica né un pronunciamento dogmatico, bensì un documento del magistero cui va l’ossequio della volontà e dell’intelletto, comunque un documento di partenza, che ha il compito di indicare percorsi e orientamenti che solo alla prova della storia si possono realmente verificare. Eppure Caffarra prese posizione, lucidamente e cordialmente …”, e che  il Cardinale scelse, comunque, la fedeltà a Pietro -è vero-, non comprendo perché sospettare ancora di infedeltà a Pietro tutti coloro, che, come Sua Ecc. il Cardinale, hanno mosso e muovono critiche al testo? Amoris Laetitia, testo autorevole, ma suscettibile di approfondimento e di revisione. Verificare e approfondire non è contro la Dottrina della Chiesa, né contro il Santo Padre che è e resta tale, almeno per chi è in buona fede. Vescovi e Conferenze Episcopali hanno preso linee diverse tra loro, anche da quelle da molti attese (antipapali anche loro?). Che dire, invece, di Conferenze e Vescovi e teologi e laici, che, da dopo il Concilio, sono stati effettivamente contro i Sommi Pontefici ? … E, allora, se non vogliamo discutere intorno al corpo caldo del Cardinale (vedi articolo), semplicemente, preghiamo attorno a Lui e con Lui.

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Vittorio Messori: “La Chiesa non è di Bergoglio”

      di Bruno Volpe. “La Chiesa non è di Bergoglio, ma di Cristo. Certo, sono preoccupato”: l’affondo è del notissimo scrittore cattolico e giornalista di fama Vittorio Messori, fine intellettuale, autore di una storica intervista a San Giovanni Paolo II, quando intervistare un Papa era non era roba da giornali. Leggi il seguito…

    • Per vendetta e per potere: così Renzi tesse la tela

      di Romano l’Osservatore. Ora che Renzi ha dato l'addio al Pd, tutti si chiedono che cosa farà. Ma per capirlo è meglio chiedersi perché l'ha fatto: per vendetta contro Zingaretti, Conte e Salvini che detesta e per il suo ego spregiudicato che gli serve per raggiungere il suo unico obiettivo: il potere. Per cannibalizzare il vuoto creatosi al Centro.  Leggi il seguito…

    • Conte stai sereno! Renzi torna a fare Renzi

      di Giuseppe Leonelli. Risorto dalle ceneri del referendum fallito, Matteo Renzi veste ancora una volta i panni di dominus della politica italiana, capace di tenere sotto schiaffo il premier Conte e, di conseguenza, Pd e 5 Stelle per i quali il voto continua ad essere visto come il pericolo da evitare in tutti i modi. E mentre l’ex premier fiorentino tesse le sue trame, il Governo della ‘Svolta’ si ripiega sempre più verso le vecchie dinamiche della prima Repubblica. Un Esecutivo che, con lo strappo di Renzi, è sostenuto ora da 5 partiti Leggi il seguito…

    • Giuseppe Toniolo sulle dottrine socialistiche: antichità e medioevo

      di Silvio Brachetta. Thomas Stark, docente di filosofia all’Università di St. Pölten in Austria, ha dichiarato che «il socialismo non è qualcosa che si è appena verificato nel XVIII e XIX secolo, come molti credono», ma «è una tentazione costante, un problema costante nella storia umana»[1]. La tesi è ripresa da un lavoro[2] di Igor’ Šafarevič, matematico e dissidente russo. In realtà, assieme ad altri[3], ne aveva già trattato Giuseppe Toniolo, molti anni prima, in un suo breve studio sul socialismo[4]. La sua tesi è semplice: lo spirito del socialismo pervade tutta la storia, come «patologia sociale», che si contrappone all’«ordine sociale», naturale e cristiano[5]. Leggi il seguito…

    Eventi

    Ancora nessun post.