Il pittore blasefmo e porno che piace tanto al presidente della Pontificia Accademia per la Vita

bacioBacio tra uomo e animale, di R. Cinalli

Vengono alla luce, piano piano, non solo l’amore di Mons Paglia, tra i fondatori di Sant’Egidio, per i radicali e Pannella, non solo gli scandali economici legati alla sua gestione della diocesi di Terni, ma anche le sue passioni artistiche.

Qui di seguito alcuni dei dipinti di Ricardo Cinalli, il pittore omosessuale argentino scelto da Paglia per affrescare la cattedrale di Terni, nonostante i suoi soggetti principali fossero blasfemi, e legati ad una visione erotica perversa:

cinalli 2

cinallicinalli 3CatturaCattura

Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • «La grande finanza detesta la libertà»

      corrado-sforza-fogliani di Alan Patarga. Corrado Sforza Fogliani, presidente di Assopopolari: “Dietro la legge che ha imposto la trasformazione in spa delle popolari c’era Jp Morgan, c’erano le banche d’affari e i fondi che mirano ad appropriarsi del mercato italiano del credito, per creare un oligopolio. Con la conversione in spa, i grandi fondi d’investimento europei e americani stanno diventando i padroni delle nostre banche” Leggi il seguito… 

    • Gotti Tedeschi invitato dalla Civica (il video)

      https://www.youtube.com/watch?v=Z58dNi-5gN4&feature=share   Leggi il seguito… 

    • 5 delle Categorie più ricercate sui siti P0rn0 Rivelano Una Spaventosa Realtà!

      porno-tossina di Antonio Morra. Il movimento Americano “Fight The New Drug”, che si occupa delle nuove dipendenze (droghe) del mondo contemporaneo, ha pubblicato un’inchiesta che mette in luce quello che oggi viene ricercato su Internet. Infatti, ci sono alcune categorie di porno che sono considerate sexy ed eccitanti online ma che nella vita reale sono considerate disturbanti, se non addirittura illegali. Leggi il seguito… 

    • Quella Germania nascosta che non vuole i migranti

      angela-merkel di Lorenzo Vita. La Germania non è il paradiso dell’accoglienza come ci hanno raccontato per mesi. Nonostante i proclami di Angela Merkel sul profondo senso civico del popolo tedesco e sulla capacità quasi illimitata di ricezione di milioni di profughi, giunti in Germania dalla famigerata rotta balcanica, il sistema tedesco sta lentamente, ma inesorabilmente, erodendosi Leggi il seguito…