METODO BILLINGS: metodo naturale di gestione della… felicità di coppia

Billings immagine iniziale

di Maria Dolores Agostini*

È proprio vero, a tutto c’è rimedio, in particolar modo voglio proporre l’antidoto naturale che risolve ogni problema di coppia, la panacea, stop surrogati ad effetto placebo: il metodo Billings. La magia non c’entra nulla, al massimo scintille e saette di luce illumineranno il vostro sguardo rinnovato dopo aver provato. Si, l’unica clausola infatti è provare per credere. 

Tutto comincia con la decisione di volersi bene in senso assoluto, inteso come affetto per la nostra stessa persona e “affetto condiviso” per il nostro giardino privato. La scelta del metodo Billings mette d’accordo tutti: chi ha a cuore il proprio credo religioso non dovrà scendere a compromessi compromettenti eterodossi; gli uomini e donne di scienza si compiaceranno di sperimentare la perfezione dell’anatomia e della fisiologia umana; vegetariani e vegani saranno al sicuro: l’unica carne con cui avranno contatto sarà quella del partner (sapevate che nei profilattici c’è la caseina?); chi è guidato da fervore ecologista accenderà il semaforo verde.

Dir che se ne voglia, protagonista è la coppia, attraverso la donna, in ogni fase della vita fertile e in ogni situazione: cicli irregolari, stress, allattamento, premenopausa etc… L’innovazione sta nella cosa più vecchia del mondo: nella società odierna 2.0 c’è urgente bisogno di ritornare alla realtà, al rapporto sessuale carnale. Quale antidoto migliore dunque per le coppie in crisi? In un mondo dal divorzio facile la soluzione è qui? Sfido il metodo Billings, sì, in parte sicuramente.

Il libertinismo sessuale, la pornografia, ma per prima la contraccezione, hanno portato a snaturare l’atto sotto più aspetti: in primis a livello concettuale ponendo un setto tra unione e procreazione, con conseguenze sulla qualità del rapporto e sull’empatia generata oltre al discorso etico, e San Giovanni Paolo II affermava con autorevolezza che quando l’amplesso è aperto alla vita vi è “comunione sessuale”, quando esso non lo è, c’è solo “unione sessuale”.

Il metodo Billings ricuce lo squarcio, restaura la profondità degli incontri. Dal punto di vista pratico il profilattico esclude la spontaneità e penalizza il piacere, la pillola e i contraccettivi ormonali abbassano notevolmente la libido, appiattendo il desiderio femminile, oltre ad avere effetti collaterali a breve e rischi a lungo termine, la spirale contraccettiva-abortiva atrofizza l’endometrio, si rischiano gravidanze extrauterine, infiammazione pelvica etc… tutte caratteristiche che concorrono a rendere macchinoso e artificioso l’incontro. Coloro che sono adusi alla pratica del coito interrotto ad esempio, si ritrovano, consenzienti, inconsapevolmente divisi dopo l’unione dei sessi.

Billings - talamo

Con il metodo Billings il talamo torna in auge a beneficio dell’armonia di coppia, i due si ritrovano nella vera comunione sessuale, si rinnova lo slancio amoroso, si rinsalda l’unione, cose non immaginabili da chi non ha mai vissuto il dono della sessualità in questo modo, in piena libertà!

Il metodo dell’ovulazione Billings infatti permette di riconoscere il periodo fertile femminile attraverso l’osservazione quotidiana del sintomo del muco prodotto naturalmente dalla cervice e relativa annotazione. Tutto qui. Il muco infatti è un amico fedele, un indicatore di fertilità preciso e puntuale, perchè tale secrezione è in stretta relazione con gli eventi ormonali e da essi è condizionata la sua produzione, motivo per cui costituisce anche un tassello fondamentale nell’autodiagnostica e prevenzione.

Per evitare il concepimento dunque si dovrà rispettare qualche giorno di astinenza, occasione per la coppia per dialogare ad altro livello, e usare invece tutti i giorni infertili perchè i loro abbracci possano “raccogliere il dramma dell’esistenza e lasciarsi aprire da questa passione forte come l’abisso” come scrive Hadjhadj, senza dividere il significato unitivo-procreativo che è il significato e significante del rapporto stesso.

Il duplice uso del metodo permette, a chi lo desidera, di prendere di mira il giorno di massima fertilità e scoccare con cognizione di causa la freccia al fine di avere il massimo delle probabilità di concepire, così da riempiere la casa: la donna è abitabile! In questi termini è difficile “fare un figlio per sbaglio”, come si suol dire, perchè ogni giorno so se il rapporto può aprire alla vita e, dalle parole di John Billings che ha studiato il metodo dandogli il nome, “il grado di successo di un qualsiasi metodo naturale per la regolazione della fertilità dipende dalla misura in cui consente ai coniugi di essere felici, sia nel rapporto di coppia sia con i figli”.

__________________________

*La Dott. Ing. Maria Dolores Agostini

è insegnante di metodo Billings a Urbino (PU)

e gestisce la pagina facebook promozionale dei metodi naturali “Il Mirabile Periodo“.

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Il Covid-19 è nato in laboratorio, le responsabilità cinesi e dell’OMS. Cantagalli pubblica il libro del prof. Joseph Tritto

      di Tiziano Fonte. È uscito ieri in libreria per le Edizioni Cantagalli il libro di Joseph Tritto “Cina Covid-19: la chimera che ha cambiato il mondo” (272 pp., 20 euro). La fama dell’autore, presidente del WABT (World Academy of Biomedical Sciences and Thecnologies di Parigi) e il fatto che il libro prova che il covid-19 non è di origine naturale ma è stato prodotto in laboratorio a Wuhan, mostrando le enormi difficoltà che un sistema politico totalitario come quello della Cina comunista pone alla ricerca e alla sanità, ci si sarebbe aspettati una mobilitazione dei media di particolare vigore. Invece, purtroppo, dobbiamo constatare che è prevalso il silenzio da parte delle grandi testate. Leggi il seguito…

    • Ecco perché sul Ponte di Genova la “retorica dell’arcobaleno” non regge

      di Corrado Ocone. L’impresa, che sarebbe normale in un Paese normale, è stata realizzata, ma il merito è soprattutto di chi ha voluto un commissario straordinario con potere speciali e del commissario stesso, il sindaco di centrodestra di Genova Marco Bucci, che li ha saputi utilizzare. E’ merito poi del governatore della regione Giovanni Toti che ha agevolato e collaborato al risultato e che, sotto l’insegna del buon governo, vola tranquillo verso la rielezione. Ed è anche in parte merito del governo di Giuseppe Conte, ma del precedente non di questo, quello con l’odiato nemico leghista. Insomma, la vittoria politica è tutta del centrodestra, se proprio dovessimo scendere sul terreno volgare della “stampa di regime” Leggi il seguito…

    • Quei laici in politica che tradirono la dottrina

      Dottrina sociale di Stefano Fontana. La situazione è che i laici cattolici impegnati nel sociale o in politica hanno talmente acquisito i contenuti dottrinali delle ideologie che dovrebbero invece combattere, ne hanno talmente condiviso i principi che hanno cessato completamente di combatterle e vi collaborano direttamente. L’adesione dei cattolici deputati in parlamento a leggi contrarie alla legge morale naturale testimoniano che essi hanno ormai dato alla democrazia il valore di fondamento della politica e non di mezzo. Ma ciò era proprio quanto i pontefici dicevano di evitare e quanto invece voleva imporre la politica liberal-massonica.. Leggi il seguito…

    • Se dici Europa a cosa pensi?

      di Marcello Veneziani. Dici Europa e cosa ti viene in mente? Contabilità, solo contabilità. Dare soldi, avere soldi. Pagare debiti, avere crediti. Vedi ventisette figure che un tempo si sarebbero chiamati statisti, che in un padiglione asettico e ovattato, fuori della vita reale, stanno lì giorni e giorni a tirare sul prezzo. Con loro ci sono alti funzionari, macro-dirigenti, eurocrati. L’unione, come la divisione, è sempre sui soldi. Dici migranti e l’Europa non sa cosa rispondere, ognuno balbetta per sé. Dici crisi libica, egemonia turca, invasione cinese, repressione di Hong Kong e mille altre cose che riguardano il mondo, e l’Europa non dice, non fa, non ha mai un pensiero unitario ma solo sottopensieri subnazionali, o meglio subdolo nazionali. Dici 5G, commercio con l’est asiatico, veti americani, pandemia e ancora l’Europa non parla, ciascuno farfuglia a livello locale. Leggi il seguito…