METODO BILLINGS: metodo naturale di gestione della… felicità di coppia

Billings immagine iniziale

di Maria Dolores Agostini*

È proprio vero, a tutto c’è rimedio, in particolar modo voglio proporre l’antidoto naturale che risolve ogni problema di coppia, la panacea, stop surrogati ad effetto placebo: il metodo Billings. La magia non c’entra nulla, al massimo scintille e saette di luce illumineranno il vostro sguardo rinnovato dopo aver provato. Si, l’unica clausola infatti è provare per credere. 

Tutto comincia con la decisione di volersi bene in senso assoluto, inteso come affetto per la nostra stessa persona e “affetto condiviso” per il nostro giardino privato. La scelta del metodo Billings mette d’accordo tutti: chi ha a cuore il proprio credo religioso non dovrà scendere a compromessi compromettenti eterodossi; gli uomini e donne di scienza si compiaceranno di sperimentare la perfezione dell’anatomia e della fisiologia umana; vegetariani e vegani saranno al sicuro: l’unica carne con cui avranno contatto sarà quella del partner (sapevate che nei profilattici c’è la caseina?); chi è guidato da fervore ecologista accenderà il semaforo verde.

Dir che se ne voglia, protagonista è la coppia, attraverso la donna, in ogni fase della vita fertile e in ogni situazione: cicli irregolari, stress, allattamento, premenopausa etc… L’innovazione sta nella cosa più vecchia del mondo: nella società odierna 2.0 c’è urgente bisogno di ritornare alla realtà, al rapporto sessuale carnale. Quale antidoto migliore dunque per le coppie in crisi? In un mondo dal divorzio facile la soluzione è qui? Sfido il metodo Billings, sì, in parte sicuramente.

Il libertinismo sessuale, la pornografia, ma per prima la contraccezione, hanno portato a snaturare l’atto sotto più aspetti: in primis a livello concettuale ponendo un setto tra unione e procreazione, con conseguenze sulla qualità del rapporto e sull’empatia generata oltre al discorso etico, e San Giovanni Paolo II affermava con autorevolezza che quando l’amplesso è aperto alla vita vi è “comunione sessuale”, quando esso non lo è, c’è solo “unione sessuale”.

Il metodo Billings ricuce lo squarcio, restaura la profondità degli incontri. Dal punto di vista pratico il profilattico esclude la spontaneità e penalizza il piacere, la pillola e i contraccettivi ormonali abbassano notevolmente la libido, appiattendo il desiderio femminile, oltre ad avere effetti collaterali a breve e rischi a lungo termine, la spirale contraccettiva-abortiva atrofizza l’endometrio, si rischiano gravidanze extrauterine, infiammazione pelvica etc… tutte caratteristiche che concorrono a rendere macchinoso e artificioso l’incontro. Coloro che sono adusi alla pratica del coito interrotto ad esempio, si ritrovano, consenzienti, inconsapevolmente divisi dopo l’unione dei sessi.

Billings - talamo

Con il metodo Billings il talamo torna in auge a beneficio dell’armonia di coppia, i due si ritrovano nella vera comunione sessuale, si rinnova lo slancio amoroso, si rinsalda l’unione, cose non immaginabili da chi non ha mai vissuto il dono della sessualità in questo modo, in piena libertà!

Il metodo dell’ovulazione Billings infatti permette di riconoscere il periodo fertile femminile attraverso l’osservazione quotidiana del sintomo del muco prodotto naturalmente dalla cervice e relativa annotazione. Tutto qui. Il muco infatti è un amico fedele, un indicatore di fertilità preciso e puntuale, perchè tale secrezione è in stretta relazione con gli eventi ormonali e da essi è condizionata la sua produzione, motivo per cui costituisce anche un tassello fondamentale nell’autodiagnostica e prevenzione.

Per evitare il concepimento dunque si dovrà rispettare qualche giorno di astinenza, occasione per la coppia per dialogare ad altro livello, e usare invece tutti i giorni infertili perchè i loro abbracci possano “raccogliere il dramma dell’esistenza e lasciarsi aprire da questa passione forte come l’abisso” come scrive Hadjhadj, senza dividere il significato unitivo-procreativo che è il significato e significante del rapporto stesso.

Il duplice uso del metodo permette, a chi lo desidera, di prendere di mira il giorno di massima fertilità e scoccare con cognizione di causa la freccia al fine di avere il massimo delle probabilità di concepire, così da riempiere la casa: la donna è abitabile! In questi termini è difficile “fare un figlio per sbaglio”, come si suol dire, perchè ogni giorno so se il rapporto può aprire alla vita e, dalle parole di John Billings che ha studiato il metodo dandogli il nome, “il grado di successo di un qualsiasi metodo naturale per la regolazione della fertilità dipende dalla misura in cui consente ai coniugi di essere felici, sia nel rapporto di coppia sia con i figli”.

__________________________

*La Dott. Ing. Maria Dolores Agostini

è insegnante di metodo Billings a Urbino (PU)

e gestisce la pagina facebook promozionale dei metodi naturali “Il Mirabile Periodo“.

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • La caduta del mito giudiziario

      di Pietro De Leo. Scorrono i titoli di coda, il film è finito. Il pornogiustizialismo iniziato dal ’92 si squaglia assieme alla Anm. Questa associazione, per anni, ha espresso un protagonismo pubblico spesso tra la barricata politica, forte di un’aureola di infallibilità pontificale posta sul capo dei suoi componenti. Le intercettazioni che coinvolgono il pm Palamara e molti suoi colleghi, assieme ad alcune inchieste tipo quella di Taranto, testimoniano come la magistratura, o parte significativa di essa, fosse attraversata da pulsioni umane troppo umane, tra equilibrismi di corrente e scelte spesso dettate dalla tattica. Anche politica. In poche parole, è la caduta del Mito giudiziario. Si chiude a doppia mandata l’uscita di sicurezza cui hanno fatto ricorso, per venticinque anni, partiti col fiato corto sul piano programmatico. Leggi il seguito…

    • Addio Sardine

      di Giuseppe Leonelli. Giovedì la presentazione del cosiddetto “manifesto valoriale”, poi le Sardine prenderanno una “legittima pausa di riflessione e di riposo”. E’ il messaggio che Santori ha scritto nella chat interna del gruppo che ha fondato sei mesi fa a ridosso delle elezioni regionali in Emilia Romagna. Un messaggio fedelmente riportato da Repubblica. “Sono conscio che qualcuno preferisce farmi le scarpe e screditare me e le persone che mi supportano” ha scritto Santori nella chat parlando anche di “frustrazione e saccenza”. Leggi il seguito…

    • Domande alla Santa Sede dopo la violazione del Concordato

      di Gianfranco Amato. Perché la Santa Sede non ha denunciato la violazione del Concordato? Si intende farne cessare gli effetti per disapplicazione e desuetudine? Non è più interessata a quel particolare trattato internazionale? La grave inerzia di fronte alle violazioni del governo è dovuta ad una limitata conoscenza giuridica o ad una deliberata volontà? Sarebbe giusto comunicarlo ai fedeli, consapevoli delle conseguenze pratiche: la Santa Sede si ritiene ancora uno Stato indipendente? Leggi il seguito…

    • Dopo la pandemia

      di Marcello Veneziani. Per la prima volta la metà dell’umanità è stata chiusa in quarantena nelle proprie case, costretta alla solitudine, per un tempo piuttosto lungo, stravolgendo la sua vita subendo restrizioni mai registrate. Con un effetto catastrofico sulla vita sociale ed economica, produttiva e lavorativa, oltre che su tutte le attività scolastiche, culturali, ludiche, ricreative, gli spostamenti, il turismo, le relazioni e la vita affettiva. Fino a profilare una vera e propria mutazione antropologica, che sarà difficilmente riassorbita nel tempo. E che potrà determinare cambiamenti, mutamenti di visioni e di prospettive come non era finora accaduto. Allora cerchiamo di capire quali sono stati dal punto di vista geopolitico e geospirituale gli effetti che ha prodotto Leggi il seguito…