Le rivelazioni di un massone

cover3

Gioele Magaldi è un massone. Condivide con la società segreta di cui fa parte convinzioni esoteriche, un po’ grottesche. Giordano Bruno, per fare un solo esempio, è per lui un simbolo e un maestro. Eppure il suo Massoni (Chiare Lettere), è molto interessante. Proprio perché

viene dall’interno del mondo iniziatico.

Magaldi non usa infingimenti: le massonerie controllano il mondo, o quasi. Hanno le loro divisioni, le loro beghe di potere e ideologiche, ma comandano.

Napolitano, potente presidente uscente, già leader comunista, vi appartiene. Comunista e massone? Si può, evidentemente. Magaldi mette spesso il suo nome insieme a quello di Monti (c’erano dubbi?), di Ciampi e di Draghi. Non serve essere alti rappresentanti della setta, per capirlo. Tra i nomi che compaiono nella “lista dei potenti”, a pag. 448, accanto a quello di Napolitano, ci sono anche quello di Pier Carlo Padoan, attuale ministro dell’economia, affiliato alla “Pan-Europa” (imposto da Napolitano?) e quello del ministro dello sviluppo economico Federica Guidi.

Quanto a Berlusconi, Magaldi conferma la sua appartenenza massonica, ma sostiene che il fratello Silvio è considerato, negli ambienti, “troppo borderline, ingombrante, imbarazzante e individualista”. Di Renzi si sostiene che non sia massone, ma che stia cercando in ogni modo di trovare una super loggia sotto le cui ali rifugiarsi.

Anche Renzi, che pure nel suo governo ha dovuto (?) mettere massoni nei posti chiave, sarebbe un po’ inaffidabile. Troppo narciso, e con una storia personale atipica… Ci vorrebbero esecutori più fidati, al 100 per cento. Chi si ritaglia un angolino di libertà, sembra, a quanto sostiene Magaldi, che non vada del tutto bene.

Vedremo a breve chi la spunterà, per il controllo del Quirinale.

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Ettore Gotti Tedeschi: la Scomparsa dei Matrimoni Religiosi in Italia

      di Marco Tosatti. Cari amici e nemici di Stilum Curiae, il prof. Ettore Gotti Tedeschi ha scritto per La Verità, che ringraziamo, questa riflessione estremamente interessante sul crollo, in termini numerici, dei matrimoni religiosi. Buona lettura.  Leggi il seguito…

    • Crisi di Governo, il day after. Nuovo bivio per Conte: o allarga maggioranza o punta egli stesso al voto

      di Giuseppe Leonelli. Il day after di Giuseppe Conte e del Governo si apre per il premier con la consapevolezza di avere sì vinto la battaglia del Senato ai punti, ma che il match è ancora in pieno svolgimento. Il presidente del Consiglio esce infatti legittimato a livello istituzionale dal voto di palazzo Madama, ma debolissimo a livello politico. Leggi il seguito…

    • L’italo-comunismo nacque cent’anni fa e non è morto

      di Marcello Veneziani. Cosa è vivo oggi del comunismo? La sua mentalità. La sinistra dem, liberal e radical ha ereditato dal Pci la presunzione di diversità e superiorità; la pretesa di giudicare il mondo senza essere giudicati; il razzismo etico, forma aberrante di suprematismo; l’egemonia della casta, l’Intellettuale Collettivo che decreta i valori e i disvalori della società. L’ideologia si è fatta etica e biopolitica. PC è ora la sigla di Politically Correct. Quel codice, derivato dal comunismo e dal giacobinismo, trasformò la sinistra in partito delle classi agiate, del potere global e degli apparati, degli intellettuali e dei magistrati Leggi il seguito…

    • L’allarme di Müller: il Papato corre un grave pericolo

      di Riccardo Cascioli. Grazie anche al potere dei media si è creata ormai una notevole confusione nella Chiesa riguardo al significato del Papato. Da una parte la rinuncia di Benedetto XVI ha dato l'idea dell'esistenza di "due Papi", cosa che non è assolutamente concepibile. E dall'altra papa Francesco, tra relativizzazioni del ruolo e "cambi di paradigma", rischia di predicare «una fratellanza umana senza Gesù Cristo» e intavolare un dialogo con l'islam all'insegna del relativismo religioso. Necessario ritrovare il carattere Cristocentrico del Papato. Il cardinale Gerhard L. Müller pubblica un intervento sul vero significato del Papato. Leggi il seguito…