Il CICAP e gli esorcismi

Un articolo sulla rivista del CICAP fa disinformazione sulla pratica degli esorcismi. Anziché fare uno studio sul fenomeno confonde le pratiche nocive e criminali di personaggi disturbati con quelle ufficiali della Chiesa Cattolica.

Le vittime degli esorcismi sono spesso quelle più innocenti – i nostri bambini , con questo titolo si introduce un articolo pubblicato su Query, la rivista del CICAP che induce così a ritenere che gli esorcismi siano pratiche che fanno “vittime“. 

Leggendo l’articolo si scopre però che ciò di cui si parla sono solo quei casi in cui sedicenti esorcisti o maghi, e talvolta dei genitori o parenti ignoranti e disturbati mentalmente, eseguono delle pratiche di loro iniziativa:

Agli inizi di giugno, in Virginia (USA) un uomo è stato condannato per la morte di una bambina di due anni, che ha perso la vita durante un esorcismo nel 2011.

Eder Guzman-Rodriguez aveva picchiato a morte sua figlia Jocelyn nel tentativo di liberarla dal demone che credeva fosse dentro di lei.

Con una semplice indagine i redattori di Query avrebbero facilmente verificato che si è trattato di una tragedia della povertà e dell’ignoranza, nel il caso riportato siamo in una realtà ai limiti del degrado sociale: Eder Guzman-Rodriguez è un immigrato messicano che viveva in una situazione ai margini della società americana.

Eder Guzman-Rodriguez

Per capire come veramente stavano le cose sarebbe bastato leggere poche righe pubblicate sul caso da Fox News:

Il Procuratore del Commonwealth Stephanie Shortt ha dichiarato che il primo sostituto che è arrivato ha visto “molti Hispanici che tenevano la Bibbia” in piedi sul ponte della casa mobile.

Innanzitutto si avverte una nota di razzismo nella dichiarazione riportata dalla Fox, infatti il sostituto non ha riferito di aver visto delle persone ma degli “ispanici“, dettaglio che poteva essere omesso dato che la vicenda si era svolta proprio in una comunità di quella etnia, avrebbe avuto senso dire “ho visto molti bianchi…”? In secondo luogo si viene a sapere che il luogo dove la terribile vicenda si è consumata era una “Mobile home”. Ma cosa sono le Mobile home? Ecco cose ne dice Wikipedia:

Many people who could not afford a traditional site-built home or did not desire to commit to spending a large sum of money on housing began to see factory-built homes as a viable alternative for long-term housing needs. The units were often marketed as an alternative to apartment rental. 

Insomma la casa dove vivevano i Guzman era una di quella specie di Roulotte che usano le persone che non hanno il denaro per permettersi una vera casa, neanche in affitto.

Una tipica “Mobile home”. Fonte Wikipedia.

 Ed ecco quindi che una vicenda di cronaca che ha nella miseria e nell’ignoranza le sue cause principali diventa su Query un esempio della pericolosità degli esorcismi.

 Ma non basta, con un passaggio indegno non solo di una indagine scientifica ma anche delle regole di un corretto giornalismo, si induce il lettore a fare confusione tra questi casi di degrado e le indicazioni che invece detta la Chiesa cattolica riguardo agli esorcismi, sulla pubblicazione del CICAP leggiamo infatti:

Il Vaticano ha fornito delle linee guida sugli esorcismi per la prima volta nel 1614 e le ha emendate nel 1999. Secondo la Conferenza dei Vescovi Cattolici degli Stati Uniti, i sintomi della possessione demoniaca comprendono: forza sovrumana, azioni come sputare e maledire, avversione all’acqua santa e la capacità di parlare lingue sconosciute.

Coloro che praticano gli esorcismi sono devotamente religiosi e credono davvero di agire a fin di bene ricorrendo alle botte o alle torture degli innocenti…

Capito cosa dice Query? Non spiega che le linee guida degli esorcismi diffuse dal Vaticano non c’entrano niente con le pratiche che sono state adottate nel caso Guzman, anzi lascia proprio intendere che si tratta della stessa cosa inserendo dopo la citazione delle linee guida vaticane il periodo in cui si afferma: “Coloro che praticano gli esorcismi sono devotamente religiosi e credono davvero di agire a fin di bene ricorrendo alle botte o alle torture degli innocenti“.

Questo è il ruolo di un’organizzazione che si prefigge come scopo la verifica delle affermazioni sul paranormale? 

Quella che è stata fatta su Query non solo è cattiva informazione, è disinformazione, qualcosa che in questo caso si spinge al limite della calunnia nei confronti della Chiesa cattolica.

Fonte: Critica Scientifica

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Diventa socio
Cookie e Privacy Policy