Elezioni, Democratia Atea, satanista Marco Dimitri candidato in Lazio 2

 

 È al numero 7 della lista per la circoscrizione Lazio 2 del  partito Democrazia Atea che vede come capolista l’astrofisica di fama internazionale Margherita Hack. Lui è Marco Dimitri, satanista, presidente e fondatore dell’associazione culturale “Bambini di Satana”.

Atea e non credente in nessuna religione, la Hack non è nuova all’avventura politica, candidata in passato con il Partito dei Comunisti Italiani e con la Federazione della Sinistra, torna in campo ora con la nuova formazione di Democrazia Atea, movimento anticlericale fondato da Carla Crosetti e da Ciro Ferrati.

Come si legge nel suo statuto, Da è un “partito politico che si fonda sul principio di libertà dalla oppressione religiosa, sul principio di uguaglianza, sul principio delle pari condizioni, immune da pregiudizi e preconcetti politici, razziali, sociali e religiosi” e che si pone di “dare voce, con rappresentanze istituzionali, agli atei e agli agnostici e a tutte le minoranze penalizzate dalla oppressione religiosa in Italia e in Europa”.

Al fianco della Hack, nella circoscrizione Lazio 2 alla Camera dei Deputati concorrerà quindi anche Marco Dimitri, la cui fama è nota soprattutto per essere il presidente e fondatore di “Bambini di Satana” sin dal 1982 e per .

Dimitri si definisce “satanista razionalista“; nella descrizione del suo movimento si legge come “il satanismo che professiamo, studiamo, divulghiamo è puro, disinquinato: siamo gli eterni bambini. Bambini di Satana perché Satana è l’anti-morale par-excellence, tutto ciò che è stato castrato, nascosto, nel nome e nella violenza di false religioni e moralismi”.
Il destino di Marco Dimitri lo porta sulla strada della scienziata Margherita Hack nel 2007, quando diviene membro dell’Uaar – Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti – dove conosce l’astrofisica con cui adesso condividerà la nuova esperienza politica all’interno di Democrazia Atea.

Fonte:http://www.latinatoday.it/politica/elezioni/politiche-2013/marco-dimitri-satanista-candidato-democrazia-atea-lazio-2.html

Per saperne di più su Democrazia Atea, si veda questo link: http://giulianoguzzo.wordpress.com/2012/09/04/democrazia-atea-un-partito-tutto-da-ridere/

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Humanae Vitae, la questione sociale

      Dottrina sociale di Stefano Fontana. Nei giorni scorsi ho presentato su la Nuova Bussola Quotidiana (vedi qui) il Dizionario su Sesso, amore e fecondità (Cantagalli 2019) dell’Istituto Giovanni Paolo II per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia, curato da José Noriega. Il prof. Noriega aveva chiesto anche a me di scrivere una voce del Dizionario che riguardasse il rapporto tra la Humanae vitae e l’ambito politico dell’agire umano. Ne è uscita quindi la voce Humanae vitae: la questione sociale nella quale si segnala l’importanza del nesso tra la prospettiva dell’enciclica di Paolo VI e la Dottrina sociale della Chiesa. Pubblico ora qui sotto un breve stralcio della voce del Dizionario. Leggi il seguito…

    • Il Cardinale nigeriano Francis Arinze attacca Papa Bergoglio sull’immigrazione. Guerra aperta nel Gotha Vaticano. Il papa nero Arinze: “Basta con l’immigrazione”

      di Carlo Franza. Il cardinale Francis Arinze, ottantaseienne, è uno dei cardinali dell’ordine dei Vescovi ed è tra gli attuali 6 titolari delle Chiese suburbircarie di Roma. Così chiare le parole del Cardinale Arinze: “Gli europei devono smetterla di incoraggiare la partenza dei giovani africani. L’Africa ha bisogno di loro. Il miglior modo in cui i paesi dell’Europa e dell’America possono aiutare l’Africa non è incoraggiando i giovani a venire in Europa facendogli pensare all’Europa come un paradiso – un luogo dove il denaro cresce sugli alberi – ma aiutando i paesi da dove vengono…” Leggi il seguito…

    • Ci vogliono campo profughi dell’Europa

      di Riccardo Cascioli. La strana crisi di governo che si è aperta in Italia, a prescindere da come evolverà, una cosa l’ha comunque chiarita: c’è un potere che ha deciso che l’Italia deve diventare il campo profughi dell’Europa. Leggi il seguito…

    • L’inutile dialogo senza identità né verità

      di Peppino Zola. Tanta parte del mondo cattolico si sta riducendo a dire cose scontate, per lo più banali. Fra cui la necessità del dialogo. Che tipo di dialogo? Al Meeting di Rimini, ad esempio, si esclude l'argomento "fine vita" perché "troppo divisivo". In queste condizioni non è dialogo, ma condiscendenza.  Leggi il seguito…

    Eventi

    Ancora nessun post.