Archivi del mese: gennaio 2013

Mumbai, “37 milioni di luci” contro gli aborti selettivi e la violenza sulle donne

di Nirmala Carvalho

Il numero si riferisce alla disparità di numero tra maschi e femmine segnalata dall’ultimo censimento nazionale (2011). Nelle parrocchie dell’arcidiocesi si accenderanno 37 milioni di lampade e candele. Per il direttore del settimanale cattolico The Examiner serve un’educazione spirituale e sessuale, per portare un cambiamento di mentalità che rispetti la dignità e la sacralità dell’essere umano. Il messaggio della Conferenza episcopale per la Festa della repubblica indiana.

Mumbai (AsiaNews) – Parte domani la campagna “37 milioni di luci”, voluta dall’arcidiocesi di Mumbai per sensibilizzare la comunità su tutte le forme di violenza contro le donne: aborti selettivi, feticidi femminili, omicidi per dote, stupri, mortalità materna e infantile. Oggi l’India celebra la sua 63ma Festa della repubblica, e tra la popolazione è ancora vivo il dibattito sul ruolo della donna, ripreso dopo lo stupro di gruppo di New Delhi. Continua a leggere

Lingua morta a chi?… Il Latino nel Diritto e nella Tradizione della Chiesa

di Ilaria Pisa

Mercoledì 23 gennaio l’Unione Giuristi Cattolici di Pavia, intitolata al Beato Contardo Ferrini, ha organizzato in Università un pomeriggio di studi su un tema reso più che mai attuale dal Motu Proprio recentemente firmato dal Sommo Pontefice: il ruolo, la dignità e l’impiego del Latino nel Diritto canonico, nella Liturgia della Chiesa, nel Magistero e nella teologia. Con Latina Lingua, Benedetto XVI ammonisce la Chiesa riguardo all’“affievolirsi” dell’interesse e dello studio della lingua latina e della cultura classica, tanto più pernicioso quanto più allontana chierici e laici dalla conoscenza diretta delle fonti magisteriali, della patristica, dell’ordinamento giuridico ecclesiastico e della sacra liturgia. E prende provvedimenti, istituendo la Pontificia Academia Latinitatis,

Gli autorevoli interventi succedutisi nel corso del convegno si sono collocati in perfetta sintonia con gli auspici del Santo Padre, coniugando due inscindibili aspetti: da un lato la dimostrazione rigorosa della perdurante importanza del Latino, una capitale importanza, che a buon diritto ne fa ancor oggi la lingua ufficiale della Chiesa cattolica e non un vezzo da eruditi o, peggio, la cifra di un élitarismo culturale; Continua a leggere

Il Circo della Farfalla

Un uomo ha valore in base alla sua prestanza fisica? O al suo intelletto?
In molti oggigiorno rispondono affermativamente a questa domanda, ma la realtà ci dimostra come persone apparentemente meno dotate della norma possano essere fonti inesauribili di ricchezza: “quello di cui ha bisogno il mondo è di stupore!”.

Proponiamo qui un interessante cortometraggio, intitolato “Il Circo della Farfalla”. Continua a leggere

“Io sono cristiano e cattolico romano”: la vita di John Ronald Tolkien

di p. Angelomaria Lozzer FI, pubblicato sul “Settimanale di P. Pio”

John Ronald Tolkien nacque a Città del Capo da Arthur Tolkien e Mabiel Suffield, ambedue di fede anglicana, il 3 gennaio del 1892.

Arthur Tolkien si era trasferito in Sud Africa da pochi anni per motivi di lavoro. La ditta di pianoforti del padre, infatti, era fallita e per Arthur si era presentata l’occasione di un lavoro presso la Bank of Africa. Mabel Suffield lo aveva poi raggiunto l’anno seguente e si era unita a lui in matrimonio il 14 aprile del 1891.

Dal loro matrimonio venne alla luce, oltre il nostro scrittore John Ronald Tolkien, un altro maschietto a cui fu dato il nome di Hilary. Continua a leggere

Chopin, l’Arte del sentire

Spesso sento il bisogno di sentire. Di fuggire, di trovare forme di ebbrezza in mondi paralleli immuni dal banale e dal grottesco che imperano al di fuori e a volte dentro di me. Per uscire dal grigio involucro che mi impone di tanto in tanto la vita, una temporanea via di fuga è l’immersione nell’arte. E quale immersione è più piacevole dell’immergersi nella musica? Continua a leggere

Tristi vicende da Trieste

Qualche giorno fa a Trieste si è verificato uno spiacevole episodio che ha visto il Vescovo Crepaldi oggetto di accuse di “razzismo e omofobia”, tra i cartelli dei manifestanti si leggeva, tra l’altro, “Dio è amore, Crepaldi e il Papa no”. Sul settimanale diocesano “Vita Nuova” il giorno 17 gennaio compariva un’intervista del direttore Stefano Fontana all’Arcivescovo, intervista tutta da leggere. La proponiamo di seguito ai lettori di Libertà&Persona. Continua a leggere

Cattolici “Sine Timore”: quando l’essere cattolici passa dagli abiti che indossiamo

«L’abito non fa il monaco», cita un celeberrimo detto.
Personalmente condivido solo in parte il significato sotteso a tale frase: da un lato è infatti innegabile che per essere dei veri servi del Signore il mero gesto di indossare il saio non sia assolutamente sufficiente; dall’altra, tuttavia, è altresì innegabile che un monaco che non indossi l’abito del proprio ordine perda in credibilità.
Continua a leggere

Il martirio dell’equilibrio

di Costanza Miriano

Sono passate le due di notte. Sono indecisa se dire l’Ufficio delle letture di oggi, cioè ormai di ieri, insomma quello che avrei voluto dire più o meno una ventina di ore fa, oppure fare finta di niente e aprire con disinvoltura direttamente l’ufficio di domani, che poi ormai è oggi, cioè insomma quello che nei monasteri diranno prima delle lodi, fra qualche ora – almeno in Italia, perché chissà magari col fuso del Giappone sarei un po’ meno in ritardo (non so, non mi sono mai applicata per capire da che parte si gira per contare le ore). Continua a leggere

News dalla rete
  • Che vuol dire sovranismo

    sovranismo di Marcello Veneziani. Il sovranismo non può essere antieuropeo; può esprimere un’altra idea d’Europa ma non si situa fuori dalla civiltà europea, dalla sua storia e tradizione. È contro la Ue, semmai, questa Ue, ma non può essere contro l’Europa. E questo va detto non solo ai suoi detrattori ma anche ai suoi sostenitori d’oltreoceano se pensano di usare il sovranismo per sfasciare l’Europa e per garantire l’egemonia americana. Il sovranismo è un principio di sovranità che sale dalle piccole patrie alla grande patria, come l’Europa, ma senza saltare il passaggio intermedio, cruciale: la sovranità nazionale Leggi il seguito… 

  • Uno spettro si aggira per la Chiesa: la gnosi

    chiesa-clima di Stefano Fontana. Quando nella storia della Chiesa cambiamo i paradigmi filosofici e teologici, bisogna sempre chiedersi se dietro non ci siano anche cause spirituali e religiose, se non ci siano delle eresie, l’adorazione di falsi dei o false adorazioni di Dio, oltre che falsi concetti… Vuol dire che da tempo non solo è cambiato un paradigma di pensiero, un modo di vedere le cose per cui oggi si accetta quanto ieri si condannava e si insegna quanto ieri si vietava, ma vuol dire che dalle fessure è entrato uno spirito nuovo di tipo religioso Leggi il seguito… 

  • Tutela della vita, il Livatino va nella tana del leone

    Aula Magna Cassazione Il Centro Studi Rosario Livatino ha organizzato il convegno “La tutela della vita nell’ordinamento giuridico italiano". Coraggiosa la location: non è il solito convegno "pro life", perché si tiene nell'aula Magna della Corte suprema di Cassazione, luogo che recentemente è stato decisivo in senso negativo nell’orientare non solo la giurisprudenza, ma anche la coscienza collettiva ad abbracciare principi contrari alla vita e alla famiglia.  Leggi il seguito… 

  • La liturgia non è scontro, non imporre il Messale nuovo

    messale di Nicola Bux. Ci si domanda se sia necessario apportare ulteriori cambiamenti ai testi del Messale romano nella prossima edizione italiana. Ma su Gloria e Padre nostro si attuano due pesi e due misure. Eppure c'è un precedente argentino che suggerisce di non recepire per forza le nuove disposizioni. Lo ricevette proprio l'allora cardinal Bergoglio. E' deleteria questa smania di cambiamento continuo, che appare sempre più essere un omaggio all’ideologia del provvisorio.  Leggi il seguito…