Libri di casa nostra

 

In occasione delle festività natalizie, per chi volesse qualche idea per fare un piccolo regalo a parenti e amici, proponiamo un elenco di libri di autori di “Libertà e persona” (li potete trovare nelle librerie e/o nei vari store on-line).

 

 

Francesco Agnoli – Scienziati dunque credenti (Ed. Cantagalli)

Francesco Agnoli e Enzo Pennetta – Lazzaro Spallanzani e Gregor Mendel (Ed. Cantagalli)

Francesco Agnoli Lorenzo Bertocchi – Sentinelle nel post-concilio (Ed. Cantagalli)

Gianfranco Amato – I nuovi unni (Ed. Fede&Cultura)

Lorenzo Bertocchi – Dio&famiglia. Analisi di una dissoluzione (Ed. Fede&Cultura)

Irene Bertoglio – Intervista ai maestri (Ed. LEO libri)

P. Giovanni Cavalcoli – La questione dell’eresia oggi (Ed. VivereIn)

Roberto de Mattei – La Chiesa tra le tempeste (Ed. Sugarco)

Umberto Fasol – Chi è stato? I racconti delle origini tra scienza e teologia (Ed. Fede&Cultura)

Corrado Gnerre – Qual è la vera fede cattolica? (Ed. Fede&Cultura)

Gnocchi&Palmaro – Ci salveranno le vecchie zie (Ed. Fede&Cultura)

P. Serafino Lanzetta – Iuxta Modum (Ed. Cantagalli)

Angela Pellicciari – Martin Lutero (Ed. Cantagalli)

Renzo Puccetti, P. Giorgio Carbone, Vittorio Baldini – Pillole che uccidono (ESD)

Enzo Pennetta – Inchiesta sul darwinismo (Ed. Cantagalli)

Danilo Quinto – Da servo di Pannella a figlio libero di Dio (Ed. Fede&Cultura)

Cristina Siccardi – Fatima e la passione della Chiesa (Ed. Sugarco)

Massimo Viglione – 1861. Le due Italie (Ed. Ares)

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • Ripartire da Porta Pia. Le “due Rome”, la “nuova costituente” e la Commissione Glendon”

      di Stefano Fontana. Le due Rome Domenica scorsa 20 settembre si sono ricordati i 150 anni dalla breccia di Porta Pia e dalla presa di Roma da parte dello Stato italiano (20 settembre 1870). Tra le tante cose da dire a proposito, sia di tipo storico[1] che teoretico[2] vorrei soffermarmi sul rapporto tra la valutazione data dal professor Giovanni Turco (università di Udine) con la sua tesi delle “due Rome” di stampo decisamente anti-liberale, e l’interpretazione liberale fornita dal professor Carlo Lottieri (università di Verona) che parte da Porta Pia per lavorare ad una nuova costituente. Leggi il seguito…

    • Il comunismo restò in cielo e mandò i popoli all’inferno

      di Marcello Veneziani. Un lungo corteo di elogi funebri ha accompagnato la morte di Rossana Rossanda. Necrologi rosso antico, testimonianze affettuose, ricordi di militanze dell’altro millennio. Il rispetto che si deve in generale per chi muore e in particolare per un nemico intellettuale, e uso la parola nemico senza un filo di disprezzo, sapendo di rispettare le sue volontà, non deve però trattenere dal tracciare un bilancio onesto. Non della vita e l’opera di Rossana Rossanda, e nemmeno del suo Manifesto, ma un bilancio ideologico e politico di una passione chiamata comunismo. Pace all’anima sua, anche se lei rigettò la pace e l’anima. Leggi il seguito…

    • “Make Italy great again”. Il centrodestra deve ricominciare da una visione comune del futuro

      di Eugenio Capozzi. Il centrodestra è riuscito a non vincere elezioni che pure ha sostanzialmente vinto. Ha guadagnato il governo di una regione, quasi sicuramente due, ha aumentato i consensi per le sue liste, ma ancora una volta non è riuscito nella “spallata” che cerca da un anno, e cioè nel tentativo di destabilizzare il governo Conte bis, pur fragile e diviso, e pur gravato dai risultati disastrosi della gestione dell’emergenza Covid. Leggi il seguito…

    • Così Meloni e Salvini hanno regalato la vittoria a Di Maio

      di Gennaro Malgieri. Di Maio e compagnia cantante hanno potuto ottenere questo strepitoso risultato referendario grazie a vassalli e valvassori di destra e di sinistra, spiega Gennaro Malgieri. E la destra, rappresentata da Lega e FdI, non si capisce che cosa abbia ottenuto posto che ha regalato agli avversari pentastellati più che una vittoria, la resurrezione Leggi il seguito…