Il figlio (nascosto) di Emma Bonino

Intervistata dal settimanale Di Più, Emma Bonino si lascia andare ad una dichiarazione impegnativa: “Non ho mai avuto il coraggio di prendere un impegno per sempre. E un figlio è l’unica cosa che è davvero per sempre. Ad un certo punto della mia vita però l’ho anche cercato un figlio” (Di Più 1/07/08, p.36). Che la celebre leader radicale non amasse impegni duraturi, potevamo anche immaginarlo, ma per il resto stentiamo a credere alle nostre orecchie, eppure – salvo rimaneggiamenti truffaldini – queste sono proprio le parole della Emma nazionale.
Chissà se pensava al figlio come ad “un impegno per sempre”, Emma Bonino, mentre praticava aborti armeggiando con pompe di bicicletta, spudorata al punto di farsi persino immortalare, al pari di un eroina intenta ad ultimare la propria impresa.
Chissà – rimanendo in tema – se la Nostra pensava sempre all’importanza di un figlio quando si batteva per la legalizzazione dell’aborto procurato, concretizzatasi in una Legge, la 194, che totalizza 3323 parole organizzate in 22 articoli, tra le quali, combinazione, manca proprio il termine “figlio”.
A chiarirci l’idee è la diretta interessata. Infatti, sempre nella sopraccitata intervista, Emma Bonino chiarisce:”Un figlio è un rimpianto che non ho”.
Meno male, che spavento ci eravamo presi!
Print Friendly
Be Sociable, Share!
    News dalla rete
    • La giunta Appendino vieta il bus anti-gender

      bus-liberta di Elena Barlozzari. Secondo l’assessore grillino l’iniziativa sarebbe in contrasto con una mozione del consiglio comunale. Quella con cui sindaca e giunta si sono impegnate “a non concedere spazi o suolo pubblico a coloro i quali non garantiscono di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e praticando comportamenti fascisti, razzisti, omofobi, transfobici e razzisti”. È bastato evocare lo spauracchio del fascismo ed i suoi corollari per ottenere il ritiro immediato dell’autorizzazione. Leggi il seguito… 

    • Il prestigio internazionale del maggiordomo Gentiloni

      gentiloni di Lodovico Festa. Paolo Gentiloni si fa fregare ogni volta che incontra Emmanuel Macron (dalla Libia all’Egitto, dalla Difesa comune europea alla Fincantieri e così via), va a Berlino e Angela Merkel gli chiede di tornare una settimana dopo perché è impegnata, riceve Recep Tayyip Erdogan con tutti gli onori e quest’ultimo sequestra una nave dell’Eni, gli bocciano Pier Carlo Padoan come presidente dell’Ecofin, la Whirpool ci tratta come dei poveracci senza peso politico, i franco-tedeschi ci imbrogliano sull’Ema per favorire i ben più importanti olandesi Leggi il seguito… 

    • La civiltà della vita e la secolarizzazione del diritto. Conferenza dell’arcivescovo Giampaolo Crepaldi a Milano

      crepaldi_conferenza di Stefano Fontana. Lunedì 19 febbraio l’arcivescovo Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste e presidente dell’Osservatorio cardinale Van Thuân, ha tenuto a Milano una conferenza su invito del Centro Studi Livatino sul tema “Civiltà della vita e legislazioni che la minacciano” Leggi il seguito… 

    • Francia, vittime dell’antisemitismo islamico

      antisemitismo-in-francia di Lorenza Formicola. Per le strade francesi la parola "ebreo" scritta sulle saracinesche dei negozi e dei ristoranti ebraici, si diffonde sempre di più. Graffiti su dimore private e lettere minatorie per costringere intere famiglie a trasferirsi si moltiplicano. Gli ebrei stanno abbandonando la Francia, le loro case, per trasferirsi in quartieri più sicuri o all'estero. La nuova pulizia etnica targata islam è in corso. Leggi il seguito…