Dal “mainstream” al “web”. Certezze e incognite nella cura delle infezioni da Covid 19 e nei vaccini “anti-SARS-CoV-2/COVID-19” .

Mainstream e web, cosa intendiamo?

Dal Web, e non solo, un’informazione alternativa e, soprattutto, una riflessione

‘Mainstream’ –chi legge lo sa-, inizialmente indicante un termine genericamente riferito alle arti, alla cultura, privilegiava una corrente, un ambito più tradizionale e “convenzionale” dominante e seguito dal più grande

Continua a leggere

“Dignità della persona umana” i suoi termini ambiguamente intesi

di Don Samuele Cecotti

PER L’ACQUISTO DEL LIBRO, ” PERSONALISMI O DIGNITA’ DELLA PERSONA? ” RIVOLGERSI CON UN EMAIL ALL’OSSERVATORIO a questo indirizzo: info@vanthuanobservatory.org

L’Osservatorio Internazionale Cardinale Van Thuân è un organismo che ha la finalità di promuovere la Dottrina Sociale della Chiesa in tutto il mondo. Continua a leggere

Invito alla scuola nazionale di Dottrina Sociale della Chiesa

Da molti anni il nostro Osservatorio organizza sul territorio delle Scuole di Dottrina sociale della Chiesa, sia in un modulo base sia in moduli di approfondimento.  La verità va appresa e imparata, la libertà va attuata secondo verità. Senza conoscere non si è liberi nell’operare. Oggi le restrizioni alla nostra libertà si fanno sempre più pressanti, il sistema detta legge e i nuovi dogmi della società senza dogmi vengono imposti con la forza o con il ricatto: se non facciamo le cose che ci vengono ordinate veniamo proscritti e ne subiamo le conseguenze. Diventa sempre più frequente ricorrere all’obiezione di coscienza ma il prezzo da pagare aumenta sempre più. Continua a leggere

4 lezioni webinar gratuiti sulla scuola parentale

La Scuola parentale Maria Mater Sapientiae

e l’Osservatorio Cardinale Van Thuân

ti invitano a

4 Webinar su:

I GENITORI PRIMI (MA NON SOLI) EDUCATORI DEI LORO FIGLI

LA SCUOLA PARENTALE

*********

4 marzo 2021, ore 17,30

Stefano Fontana

I FONDAMENTI DELLA VERA LIBERTÀ DI EDUCAZIONE

*********

11 marzo 2021, ore 17,30

Don Samuele Cecotti

LA DIMENSIONE RELIGIOSA DELLA SCUOLA PARENTALE CATTOLICA

********* Continua a leggere

Va in onda il Cielo stellato di Giotto

Giotto, Cappella Scrovegni, la volta stellata

24 Febbraio ore 20.45

Non ho ancora scoperto quante siano effettivamente le stelle nella volta della Cappella di Giotto, ove campeggiano, tra otto Profeti, i mirabili tondi della Madre di Dio e del Cristo Pantocratore. Chiara Rossi, questa sera, ci narrerà, con mirabili immagini, come la missione di Cristo, Misterium Salutis, venga sapientemente

Continua a leggere

Vaccini, ibridi uomo-topo e altri usi degli organi di bambini abortiti

Nel 2015 quando vedemmo i video dell’inchiesta sul traffico di organi fetali sentimmo fortissimo l’imperativo morale di tradurli ma non credevamo che fosse un crimine che un giorno ci avrebbe interessato in prima persona. Oggi invece ci ritroviamo con la possibilità che presto sarà obbligatorio farsi iniettare un vaccino testato su cellule di bambini abortiti volontariamente, caratteristica che al momento appartiene al 100% di quelli disponibili sul mercato (ce ne sono alcuni etici ancora in fase di studio).

La Congregazione vaticana per la dottrina della fede nel dicembre 2020 ha dichiarato che in caso di emergenza e in mancanza di alternative è lecito farseli somministrare. Nel 2005 però la Pontificia Accademia per la Vita ha detto il contrario: “Ai fedeli spetta di opporsi, anche con l’obiezione di coscienza, ai sempre più diffusi attentati contro la vita e alla cultura della morte che li sostiene. L’uso di vaccini la cui produzione è collegata all’aborto provocato costituisce almeno una cooperazione materiale passiva mediata remota all’aborto, e una cooperazione materiale passiva immediata alla loro commercializzazione. Inoltre, sul piano culturale, l’uso di tali vaccini contribuisce a creare un consenso sociale generalizzato all’operato delle industrie farmaceutiche che li producono in modo immorale”. Continua a leggere

News dalla rete

  • Aborto e Polonia, i vescovi contro il bullismo targato UE

    di Ermes Dovico. Con una lettera al presidente dell’Europarlamento, David Maria Sassoli, i vescovi della Comece hanno criticato la Risoluzione del 26 novembre 2020 che prende di mira la Polonia per le sue decisioni pro vita. La missiva smonta, Trattati alla mano, le falsità contenute nel documento approvato da 455 eurodeputati. E ricorda che l’aborto non rientra nelle competenze dell’UE e che la vita dei nascituri va protetta sempre. Leggi il seguito…

  • La prevalenza del vigliacco

    di Marcello Veneziani. Come definire quei magistrati che erano al corrente del “sistema” denunciato Luca Palamara nel suo libro intervista con Alessandro Sallusti, conoscevano quei metodi, quei veti, quelle omissioni, quei killeraggi e quelle disparità di trattamento tra compagni da salvare e nemici da sfasciare, avevano la possibilità di fermarli, di denunciarli o almeno dissociarsi ma non lo hanno fatto? Le definizioni possono essere tante, ma si riassumono in una che non si presta a equivoci: vigliacchi. Sono vigliacchi. Leggi il seguito…

  • Covid e oblio della Dottrina sociale della Chiesa sulla rivista “Communio”

    di Stefano Fontana. La rivista cattolica internazionale “Communio” [www.Communio-ICR.com], edizione americana, ha pubblicato nel suo ultimo numero un articolo di Stefano Fontana: “Forgetting the Social Doctrine of the Church in the Epoch of Coronavirus” – “L’oblio della Dottrina sociale della Chiesa nell’epoca del Coronavirus” – XLVII (2020) 3, pp. 634-648. Nell’articolo si sostiene che in questo periodo di Pandemia la Chiesa ha dimenticato di adoperare nell’analisi della situazione e nelle prospettive di soluzione la propria Dottrina sociale. Leggi il seguito…

  • L’arca di Noè e il riscaldamento globale: Bergoglio fra Greta e l’ira di Dio

    di Idefix. Giusto ieri, su questo giornale, veniva rivolto un appello ai conservatori a non regalare la questione dell’ambiente alla sinistra. A contrapporre, cioè, all’ambientalismo ideologico di quanti poi sul fronte antropologico negano il diritto naturale, non il negazionismo ambientale ma un sano ambientalismo antropocentrico. Un approccio ecologico, insomma, che va alla radice del termine e si propone di tutelare l’òikos in quanto casa dell’uomo, non di prostrarsi a un nuovo feticcio in stile vitello d’oro o “pachamama”. Leggi il seguito…