Mons. Oliveri sì, mons. Paglia e mons. Mogavero no: perchè?

Mons. Oliveri sì, mons. Paglia e mons. Mogavero no: perchè?

Massimo Franco, editorialista del Corriere della Sera, con un passato di vaticanista, domenica scorsa si è espresso con grande libertà e parresia: la Chiesa oggi è divisa. Franco lo può dire: non è più vaticanista, non ha amicizie, contatti, relazioni ...

continua a leggere...

Curia e dintorni: si apre una stagione di “avvicendamenti”?

Curia e dintorni: si apre una stagione di avvicendamenti?

Secondo il prof. Riccardi, fondatore della Comunità di S.Egidio, “va cambiato il governo centrale della Chiesa”. “Papa Bergoglio – dice a Vatican Insider - ha bisogno di collaboratori in sintonia con lui”, per vincere le principali resistenze al cambiamento presenti ...

continua a leggere...

L’amore conosce per intuizione

L'amore conosce per intuizione

...Ebbene, ritorniamo alle NDE (esperienze di pre-morte), per il solito confronto. Cosa dicono i “ritornati”? Che non hanno le parole adatte a descrivere ciò che hanno visto e provato. Il loro linguaggio è, appunto, incompleto. Dicono inoltre, di solito, che ...

continua a leggere...

Humanae Vitae e regolazione naturale della fertilità

Humanae Vitae e regolazione naturale della fertilità

di Giancarla Stevanella* La Confederazione Italiana dei Centri per la regolazione naturale della fertilità si sente chiamata in questo particolare momento storico a prendere posizione – per quanto le compete – dinanzi al dibattito scaturito in occasione del sinodo sulla famiglia, ...

continua a leggere...

Sinodo: ecco la relazione finale

Sinodo: ecco la relazione finale

di Redazione Il Sinodo straordinario sulla Famiglia è arrivato al capolinea con la pubblicazione della Relatio Synodi. Il documento è stato votato dai padri sinodali numero per numero, e non invece per parti, come era stato anticipato al briefing di oggi ...

continua a leggere...

Il pericolo del relativismo familiare

relativismo-familiare

Troppe volte ci si dimentica della pericolosità intrinsecamente legata al concetto di «pluralismo familiare» che – funzionale a descrivere, tutt’al più, la pluralità di modelli affettivi esistenti – rischia di veicolare l’equivoco dell’esistenza di più “famiglie”, alimentando peraltro la diffusione di un’ideologia finora mai aperta-mente denunciata ma presente da tempo: il relativismo familiare. Si tratta di un modo di leggere le relazioni sociali che, analogamente al relativismo etico Continua a leggere

Mons. Oliveri sì, mons. Paglia e mons. Mogavero no: perchè?

Mogavero-400x215

Massimo Franco, editorialista del Corriere della Sera, con un passato di vaticanista, domenica scorsa si è espresso con grande libertà e parresia: la Chiesa oggi è divisa. Franco lo può dire: non è più vaticanista, non ha amicizie, contatti, relazioni da mantenere, come accade in genere a chi di Vaticano si occupi per mestiere.
Grande divisione, non solo a causa della gestione del sinodo, ma in generale di gestioni opache di cui non si comprende gran che. Sembra infatti evidente, oramai, che gli scandali economici vengano colpiti, a seconda di chi ne è protagonista. Prendiamo il caso di mons. Paglia: Continua a leggere

Curia e dintorni: si apre una stagione di “avvicendamenti”?

vescovi_cardinali-586x269Secondo il prof. Riccardi, fondatore della Comunità di S.Egidio, “va cambiato il governo centrale della Chiesa”. “Papa Bergoglio – dice a Vatican Insider – ha bisogno di collaboratori in sintonia con lui”, per vincere le principali resistenze al cambiamento presenti in curia.

Archiviato il sinodo straordinario si veleggia verso quello ordinario dell’ottobre 2015 dove, parola di Mons. Paglia, il cambiamento arriverà in porto perchè “ormai è avviato e non si torna indietro”. Nonostante qualcosa sia andato storto.

Continua a leggere

Se non si apre il vaso di Pandora…

fernandezPubblichiamo, tradotta, l’intervista rilasciata ad Elisabetta Piqué per il quotidiano argentino “La Nación” del 21 ottobre, dall’arcivescovo Víctor Manuel Fernández, rettore dell’Università Cattolica di Buenos Aires, amico stretto di Papa Francesco e da lui fortemente voluto a questo sinodo e da lui incaricato di scrivere sia il messaggio che la Relatio finali. Per i commenti: coming soon…

- Questo è stato il suo primo sinodo: che cosa l’ha colpita di più?

- Mi ha colpito poter discutere con persone di tutto il mondo. Al mio fianco era seduto il presidente della Conferenza Episcopale dell’India e dall’altro lato quello del Vietnam. Mi ha lasciato molto arricchito, e credo che adesso posso mettere a confronto i diversi argomenti con maggiore ricchezza di prospettiva. Continua a leggere

Perché non nascono bambini

bimbi1

Più aiuti economici e/o più asili nido? Si celerebbe in questo dilemma, secondo i più, la soluzione alla denatalità italiana. E’ positivo che si torni a parlare del problema – solo per questo, il premier Matteo Renzi meriterebbe d’essere ringraziato -, ma la questione, sia detto con rispetto, è un tantino più complessa. Analisi svolte ad esempio in Inghilterra hanno infatti rilevato come alla riduzione del numero dei nati, di fatto, concorra un variegato insieme di fattori Continua a leggere

Il 65% degli italiani è contrario alle nozze gay

cake

Ignazio Marino, Laura Boldrini e tantissimi altri, sostenuti da una spettacolare copertura mediatica, da giorni cercano di far passare le nozze gay come battaglia decisiva per il Paese. Sarà. Sta però di fatto che la stragrande maggioranza degli Italiani non è favore del matrimonio fra persone dello stesso sesso. Lo attesta un sondaggio Ipsos commissionato dal “Corriere della Sera” e pubblicato ieri dal quale è emerso – scrive Nando Pagnoncelli, amministratore delegato di Ipsos Italia – che Continua a leggere

Massoneria un cammino incompatibile con la fede cristiana

porte du templeSerge Abad-Gallardo è stato un massone per oltre venti anni, poi ha ritrovato la fede cattolica. Egli racconta il suo percorso nel libro “Ho bussato alla porta del Tempio … (ed. Pierre Tequi). Per Fammille Chrétienne, ha rilasciato questa intervista che abbiamo tradotto per i lettori di L&P.

Perché è stato coinvolto in Massoneria e perchè ha lasciato?

A un certo punto, ho camminato lontano dalla fede, una fede che non era molto fervente. Sono entrato in massoneria perché ero alla ricerca di risposte a domande esistenziali: perché sono in vita e ho una coscienza? Ci poniamo tutti queste domande. La distanza in cui mi trovavo in relazione alla fede ha facilitato la mia entrata in massoneria. Continua a leggere

L’amore conosce per intuizione

pre morte

…Ebbene, ritorniamo alle NDE (esperienze di pre-morte), per il solito confronto. Cosa dicono i “ritornati”? Che non hanno le parole adatte a descrivere ciò che hanno visto e provato. Il loro linguaggio è, appunto, incompleto. Dicono inoltre, di solito, che la loro comunicazione con le anime dei cari defunti, con gli angeli, con gli esseri di luce incontrati, non è avvenuta tramite parole (necessarie, lo si ripete, in un incontro tra menti-nel-cervello), ma in altro modo: “affermano- scrive Moody- di non aver sentito l’essere pronunciare parole o suoni distinguibili e di non aver risposto attraverso suoni Continua a leggere

News dalla rete