E’ morto Charles Townes, padre del laser e del maser

E' morto Charles Townes, padre del laser e del maser

E' morto Charles Townes. Il Corriere della sera lo descrive così: Scienziato poliedrico e interessato ai rapporti fra scienza e religione, è stato uno dei pionieri nel campo dell’astronomia a infrarossi. Insieme a un team di colleghi fu il primo a scoprire ...

continua a leggere...

Tommaso D’Aquino, maestro di dialogo

Tommaso D'Aquino, maestro di dialogo

di Daniele Premoli «Ogni generazione si sceglie per istinto i suoi santi, che saranno non quel che il popolo vuole bensì quello di cui il popolo abbisogna. Perciò ecco il paradosso della storia: ogni generazione viene convertita dal Santo che più ...

continua a leggere...

Una lezione su fisica, musica, filosofia..di Fabiola Giannotti

Una lezione su fisica, musica, filosofia..di Fabiola Giannotti

C’è qualcosa in comune, tra una poesia e un trattato di fisica? Tra la musica di un violino e l’osservare il cielo con un cannocchiale? Tra una statua classica, come il discobolo, con tutti i suoi muscoli armoniosamente tesi, l’armonia ...

continua a leggere...

La prima unità scout musulmana di Vallonia

La prima unità scout musulmana di Vallonia

Sulla grave situazione in cui versa il cattolicesimo in Belgio e Olanda non c'è molto da dire, per chi volesse approfondire rimandiamo ad alcuni articoli recenti che fotografano la realtà (vedi QUI, QUI e ancora QUI). L'ultima notizia arriva da Vervieres, ...

continua a leggere...

“C’è da non crederci”, il musical sulla vita di don Bosco

“C’è da non crederci”, il musical sulla vita di don Bosco

“C’è da non crederci” che san Giovanni Bosco, a duecento anni dalla nascita, sia ancora capace di attrarre giovani a Dio e di educarli al vero e al bello. Eppure è così, come sempre accade quando la straordinaria ma limitata ...

continua a leggere...

Le fiabe e Dumbo pro life

dumbo

Dopo averla ascoltata spiegare ad una scolaresca cosa sono le fiabe e il fantasy, ho cominciato a inventare fiabe anch’io. Brevi, certamente brutte, ma con il fine che le fiabe e il fantasy hanno: trasmettere ai bambini “intuizioni di valore universale”, e il concetto della lotta tra bene e male, cioè della libertà e della responsabilità. Chi ha una certa età è cresciuto sicuramente ascoltando Biancaneve, e la malvagità della regina, oppure le favole degli orchi. Poi è venuto il tempo Continua a leggere

Una lezione su fisica, musica, filosofia..di Fabiola Giannotti

giannotti

C’è qualcosa in comune, tra una poesia e un trattato di fisica? Tra la musica di un violino e l’osservare il cielo con un cannocchiale? Tra una statua classica, come il discobolo, con tutti i suoi muscoli armoniosamente tesi, l’armonia di un canto polifonico e le scienza sperimentale? Tra una preghiera al cielo, e la passione per le stelle? Continua a leggere

Tommaso D’Aquino, maestro di dialogo

di Daniele Premoli

«Ogni generazione si sceglie per istinto i suoi santi, che saranno non quel che il popolo vuole bensì quello di cui il popolo abbisogna. Perciò ecco il paradosso della storia: ogni generazione viene convertita dal Santo che più maggiormente la contraddice». Con queste parole, Gilbert Keith Chesterton introduceva il suo breve saggio su San Tommaso d’Aquino, di cui ricorre oggi la memoria. Punta irraggiungibile di intelligenza, unita al forte amore per la Verità, egli può essere davvero esempio per il nostro tempo.
I nostri tempi sembrano infatti dominati dall’incapacità di dialogo. La stessa parola “dialogo” è spesso equivocata, confusa con una sorta di irenismo (per cui ogni opinione vale l’altra), o buonismo (per cui non si può mai dire che l’opinione dell’altro sia sbagliata). Al contrario, anche la parola “confronto” è divenuta sinonimo di chiusura, e qualsiasi opinione contraria al mio pensiero è automaticamente sbagliata. Continua a leggere

L’utero non si affitta

Per dirla con Papa Francesco, Dio non è indifferente al mondo. Dio infatti “si mescola con la vita “, e assume la morte, la nostra somma paura, vincendola dal di dentro. Cristo è cresciuto per nove mesi nel ventre di una donna. Da allora ogni grembo materno è un tabernacolo davanti al quale dovremmo Continua a leggere

La radice del male

Nella giornata della memoria credo sia essenziale riflettere sulla radice del male. Troppo spesso tutto si riduce ad un mostrare le immagini dell’orrore, quasi per sentirsi a posto. L’idea che si possa spiegare la vita, si possa far rientrare l’orrore nello schema del mal funzionamento delle strutture che reggono il mondo è il grande male del nostro tempo, Continua a leggere

“C’è da non crederci”, il musical sulla vita di don Bosco

don bosco 200“C’è da non crederci” che san Giovanni Bosco, a duecento anni dalla nascita, sia ancora capace di attrarre giovani a Dio e di educarli al vero e al bello. Eppure è così, come sempre accade quando la straordinaria ma limitata meraviglia umana si apre all’Infinito.
A Desenzano del Garda, dove dal 1896 al 1902 i primi discepoli di don Bosco rilanciarono l’oratorio, un gruppo formato da una cinquantina di giovani delle superiori, da qualche bambino e da una manciata di adulti, ha deciso di lasciarsi nuovamente provocare dalla santa allegrezza di colui che papa Giovanni Paolo II ha ufficialmente proclamato «Padre e Maestro della gioventù». Sotto la guida attenta e qualificata di Diego Belli e Micaela Rossi, la compagnia teatrale Oratorio Paolo VIdi Desenzano del Garda ha infatti deciso di riportare in Italia la commedia musicale di Ivo Valoppi del 1988 dal titolo, appunto, “C’è da non crederci”. Continua a leggere

Le Super-logge svelate dal “fratello” Gioele Magaldi

Avendolo citato, in un articolo passato, torno sul libro di Gioele Magaldi, con maggior attenzione. Atteso e annunciato da anni finalmente è uscito a novembre 2014 il libro di Gioele Magaldi (classe 1971), Massoni. Società a responsabilità illimitata. La scoperta delle Ur-Lodges, Chiarelettere, Milano. Laureato in filosofia, appassionato di alchimia, già membro di un gruppo di magia gnostica e sessuale, a 26 anni Gioele Magaldi entra nel Grande Oriente d’Italia (GOI) grazie ai massoni cabalisti Giuseppe Abramo e Ivan Mosca. A 34 anni Gioele è il più giovane maestro venerabile, a capo della Continua a leggere

2030, spariranno i matrimoni religiosi. “Colpa anche nostra, di questo si parli al Sinodo”

matrimoni religiosifonte: La Nuova Bussola Quotidiana

Dal 1995 al 2002 è stato Direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia della Cei, dal 2003 al 2009 Consultore del Pontificio Consiglio per la Famiglia, da sempre si occupa “sul campo” di pastorale familiare. È don Renzo Bonetti, oggi presidente della Fondazione Famiglia Dono Grande. Poco prima del Sinodo di ottobre è stato tra i firmatari di una lettera (Commitment to marriage) che alcune personalità di varie nazioni hanno firmato, rivolgendosi ai padri sinodali. Ha tutte le carte in regola per fare due chiacchiere sui temi del Sinodo. Continua a leggere

News dalla rete