PRIMO RAPPORTO SUI COSTI DELL’ABORTO. Tutti gli interventi alla presentazione del 24 maggio

di Stefano Martinolli

Lunedì 24 maggio è stato presentato, presso la sala Giubileo dell’università LUMSA di Roma, il primo Rapporto in Italia sui costi di applicazione della Legge 194/78 ovvero della legge che regolamenta la pratica dell’aborto. Tale studio è stato condotto da un gruppo di lavoro composto da economisti, medici e giuristi, con il patrocinio della SIBCE (Società Italiana per la Bioetica e i Comitati Etici), dell’AIGOC (Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici), della Fondazione Il Cuore in una Goccia e di Pro Vita & Famiglia.

Si sono avvicendati il prof. Benedetto Rocchi, professore associato presso il Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università di Firenze, il prof. Filippo Maria Boscia, già Direttore della Cattedra di Fisiopatologia della riproduzione umana all’Università di Bari e del Dipartimento Materno-infantile dell’ASL di Bari, Presidente Nazionale dell’Associazione Medici Cattolici Italiani (AMCI), il prof. Giuseppe Noia, Direttore Hospice perinatale – Centro per le cure palliative Prenatali  «Madre Teresa di Calcutta» Policlinico Gemelli Roma, Presidente Associazione Italiana Ginecologi ed Ostetrici Cattolici (AIGOC), Presidente della Fondazione Il cuore in una goccia ONLUS, la prof.ssa  Francesca Romana Poleggi, docente di Discipline giuridiche ed economiche Scuola secondaria di secondo grado, Direttore editoriale del Mensile Notizie Pro Vita & Famiglia, il dott. Stefano Martinolli, dirigente medico presso ASUGI di Trieste, diplomato in Bioetica presso Università Cattolica di Roma.

Riportiamo qui di seguito i principali contenuti dei loro interventi. Continua a leggere

Ormoni ai bambini per bloccare lo sviluppo dell’identità sessuale? Pericoloso ed antiscientifico!

Uno degli argomenti con cui i sostenitori del ddl Zan (Pd e 5S in primis) accusano di transfobia (chiedendo perciò la galera) i sostenitori della differenza tra uomo e donna, è che sarebbe una violenza negare ad un bimbo maschio, che si sente femmina, di ricorrere alle cure ormonali ed alla transizione solamente perché “è nato senza vagina”. Si tratta di un argomento che rivela una totale inadeguatezza.

Cerchiamo di capire il perché.

Continua a leggere

Gender nelle scuole: ecco il dossier! (aggiornato a maggio 2021)

di Provita & Famiglia

Pro Vita & Famiglia riceve continuamente segnalazioni di progetti ispirati alla teoria gender applicati nelle scuole italiane di ogni ordine e grado. Negli anni, queste segnalazioni sono state raccolte in un dossier che costituisce il documento più completo nel suo genere (anche se non esaustivo!).

In questo dossier riportiamo una selezione dei principali progetti e iniziative, applicati nelle scuole italiane o comunque rivolti a studenti o docenti, che si ispirano alla teoria di genere – prodotto dei “gender studies” – o/e alle teorie omosessualiste delle associazioni LGBT. Queste teorie hanno infatti principi e conseguenze comuni e nella pratica spesso si presentano assieme. Il dossier riguarda principalmente gli anni 2014 – 2021 e non pretende di fornire un elenco completo. Continua a leggere

Biden e Fauci, clamorosa inversione ad U sul covid. Riaperta l’inchiesta sull’origine del virus in laboratorio

La notizia è clamorosa, ma i media italiani si sono limitati a riportarla, per dovere di cronaca, senza sottolinearne la portata.

E’ successo che il presidente americano Biden ha voluto far sapere al mondo che ripartono le indagini sulla possibile origine di covid 19 in un laboratorio cinese di Wuhan.

Così titolava Repubblica del 26 maggio: “Ecco perché Biden ha deciso di riaprire l’inchiesta sull’origine in laboratorio del Covid”.

Per proseguire: https://www.lavocedeltrentino.it/2021/06/02/biden-e-fauci-clamorosa-inversione-ad-u-sul-covid-riaperta-linchiesta-sullorigine-del-virus-in-laboratorio/

Il DdL Zan, e la sua antropologia erronea

di Giovanni Lazzaretti.

L’eterno ritorno dell’omofobia.

Dopo i tentativi dei governi Prodi, Monti, Letta, dopo le unioni civili di Renzi, ci risiamo anche durante il governo Draghi.

Tento un percorso esplicativo sulla questione, anche se, come disse il cardinale Caffarra rivolto al sindaco di Bologna Merola, «a doverla spiegare vien da piangere» tanto dovrebbe essere ovvia la questione per un politico.

INDICE

  • L’esperimento mortifero di Federico II
  • Le antropologie minimali del nostro tempo
  • Addentriamoci nelle antropologie minimali
  • Perché sono erronee, perché sono vincenti
  • L’ideologia gender vuole entrare per legge
  • Allora sei un odiatore
  • Non confondiamo il piano individuale col piano scolastico
  • La violenza è l’ultimo dei problemi
  • Il punto più pericoloso è la Giornata
  • In sintesi

Continua a leggere

Giotto e Dante nei settecento anni dalla nascita al Cielo del Poeta.

Una trattazione su Dante e Giotto potrebbe cominciare così …

Pochi momenti della storia dell’arte e delle lettere hanno conosciuto tanti cambiamenti quanto i secoli XIII e XIV. In questa fase del Medioevo, geni come Giotto, Cimabue, Guido Guinizzelli, Pietro Cavallini, Arnolfo di Cambio, Dante Alighieri compiono una vera rivoluzione copernicana che ha a oggetto una nuova …

Continua a leggere

Italia. Compromessa la libertà di espressione?

Michele Santoro a otto e mezzo il 26 Aprile 2021

Martedì sera, a La7, nella trasmissione condotta da Giovanni Floris, Michele Santoro fa capire che la libertà di espressione e la democrazia in Italia sono in serio pericolo, visto che in televisione le posizioni definite minoritarie, ovvero non allineate con il CTS, non hanno pressoché spazio o sono ridicolizzate e private di adeguato ascolto all’interno di un libero dibattito.

Continua a leggere

Aborto, PV&F: «Presentato il Primo rapporto sui costi di applicazione della legge 194/1978: 5 miliardi per 6 milioni di bambini morti»

COMUNICATO STAMPA dell’ass. Provita & Famiglia

Roma, 24 maggio 2021

Dopo 42 anni e quasi 6 milioni di bambini abortiti in Italia, il gruppo di lavoro composto da economisti, medici e giuristi, con il patrocinio della SIBCE (Società Italiana per la Bioetica e i Comitati Etici), dell’AIGOC (Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici), della Fondazione Il Cuore in una Goccia, e di Pro Vita & Famiglia, ha presentato, in una conferenza stampa che si è tenuta a Roma, oggi alle 11:30 presso la sala Giubileo della LUMSA, il Primo rapporto sui costi di applicazione della legge 194/1978 ed individuato numerose crepe, lacune e contraddizioni della legge sull’aborto. Come ci si addentra nel “pianeta aborto”, si scopre un abisso che separa la teoria dalla realtà. 

Tutto questo ha un costo, non solo in termini di vite umane, ma anche di relazioni, di equilibri sociali. Lo studio ha quantificato, attraverso una rigorosa analisi dei primi quarant’anni di applicazione della legge, il costo finanziario – peraltro sottostimato – sostenuto dalla collettività per la pratica abortiva, in un tempo, come il nostro, in cui le risorse economiche a disposizione del sistema sanitario risultano drasticamente limitate e che richiedono pertanto un’equa distribuzione sociale. Continua a leggere

News dalla rete