Vicini al Maestro Muti e alla sua famiglia per l’80° genetliaco

Il Maestro con la Sua Orchestra giovanile Luigi Cherubini

Dopo le dicerie sul ritiro di Muti, stiamo assistendo ad una sua Estate intensissima di incontri, concerti e di massimo sforzo nel promuovere l’attività della sua giovane orchestra Luigi Cherubini, pensata, desiderata e avviata per formare giovani talenti selezionati a livello internazionale, trasmettendo, per quanto possibile, la propria sapienza musicale. In questa tournée sono incluse anche popolazioni e ceti sociali disagiati e anche i carcerati. La musica per elevare l’uomo da qualunque condizione possa partire!

Continua a leggere

La rifondazione materna e le nascivendole

di Marcello Veneziani.

E se la politica ripartisse dalla maternità, ovvero dal ruolo insostituibile delle madri nel governo della vita pubblica e dalla rifondazione materna della politica? La proposta mi giunge da Viviana Micheli, docente di Liceo Classico, ora in pensione. Ed è una proposta unita a una bozza di progetto per valorizzare il ruolo centrale della maternità non in famiglia o nella società ma soprattutto in politica. Per illustrare la sua proposta, la prof Viviana, mi manda l’immagine di una bellissima scultura di Zhang Yaxi dal titolo “Mother and Child”, qui sopra. La saggezza delle donne che regnarono o che consigliarono i potenti, la maggiore sensibilità femminile, l’attenzione all’economia domestica e il prendersi cura come attitudine naturale materna, la loro concretezza unita all’amore. Continua a leggere

Piccola storia della pandemia: 1°, 2° e 3° puntata

di Giovanni Lazzaretti

Dal virus del 2015 al “paziente 1” mediatico

PRIMA PUNTATA

Sono già uscite diverse ricostruzioni delle vicende pandemiche, più o meno autorevoli. Tutte si basano, ovviamente, su documenti riservati, solidi e inusuali per il pubblico: senza questi è difficile pubblicare un libro vendibile.

In questi sedici mesi ho scritto sul covid molti articoli di molte pagine, ma realizzati sempre con l’impostazione mentale della “cronaca”, non della storia.

Non ho accesso a documenti riservati, ma solo a dati pubblici e ad articoli a disposizione di tutti. Mi sono chiesto se da questi dati “poveri” si può ugualmente costruire una storia della pandemia. Continua a leggere

“Appello per il Futuro dell’Europa”. Osservazioni sulla Dichiarazione di un gruppo di partiti europei

di Osservatorio Internazionale Card. Van Thuân

La settimana scorsa 16 partiti europei hanno firmato una Dichiarazione sull’Unione Europea. L’occasione è la conferenza sul futuro dell’Europa, l’iniziativa aperta ai cittadini europei e alla società civile avviata nei giorni scorsi dalle istituzioni europee, che si pongono l’obiettivo di offrire una riflessione, appunto, sul futuro dell’Unione. Come “reazione” alla conferenza, cinque partiti che appartengono ai due gruppi delle destre, Id e Ecr, si sono fatti promotori della dichiarazione: gli italiani di Lega e FdI, gli spagnoli di Vox, i francesi del Rassemblement national, e i polacchi del Pis. Insieme a loro, Fidesz di Viktor Orban, oltre ad altri partiti che appartengono ai due gruppi. Continua a leggere

Dalla Francia all’Italia manifestazioni contro il Green pass.

Dal sito di Radio Radio TV

Si moltiplicano dalla Francia all’Italia le manifestazioni anti Green pass. Il Green pass è un provvedimento puramente di natura politica e non sanitaria. Lo prova il fatto che Macron, al livello minimo dei consensi, lo ha adottato nella speranza di potersi attribuire per la prossima Primavera il merito di aver salvato la vita dei Francesi dal virus. Il Green pass serve al successo politico

Continua a leggere

25 luglio: anche a Trento il film Unplanned

Come in molte città italiane, anche a Trento, domenica 25 luglio, verrà proiettato un film che ha riscosso grande successo in America, e che sta andando a gonfie vele anche nelle sue anteprime italiane: Unplanned.

Si tratta di una storia vera che ha come protagonista una donna americana giunta a dirigere una clinica di Planned Parenthood, specializzata in aborti procurati (per il film: https://roma.cineworld.18tickets.it/film/7557 ).

Continua a leggere

News dalla rete

  • La Messa antica fa bene alla Dottrina sociale

    di Stefano Fontana. Il Summorum pontificum aveva dato speranza a molti impegnati sul fronte della Dottrina sociale della Chiesa e che pure hanno continuato a partecipare alla Messa di Paolo VI. La DSC, infatti, non è aliena alla liturgia. Nella Messa antica la centralità di Dio, compresa la Sua regalità sociale, risulta più evidente che nel Novus Ordo. L’ultimo motu proprio di Francesco va invece nel senso di una “nuova” DSC dove il divino arretra e il primato della Chiesa sul mondo va scomparendo. Leggi il seguito…

  • Il colpo di coda di Bergoglio contro la messa in latino

    di Marcello Veneziani. Ma perché accanirsi contro la messa in latino? L’occidente si scristianizza, la gente non va più a messa, la blasfemia e l’oltraggio alla religione dilagano e Bergoglio colpisce i rari devoti seguaci dell’ordo missae. La sua gratuita censura della messa in latino è uno sfregio simbolico alla Tradizione, ai suoi fedeli ma anche alla libertà di culto. Che male può fare una messa in latino, riammessa da Ratzinger nel 2007, peraltro così discreta e marginale? Perché accogliere i non credenti, gli islamici, dialogare con i credenti di altre fedi, anche rivoluzionarie e anticristiane, e poi chiudere le porte della Chiesa ai pochi, irriducibili devoti della messa antica e della fede secondo tradizione? Per dirla in latino, senza traduzione, Piscis Ecclesia primum a capite foetet… Leggi il seguito…

  • Il Crocifisso, un’utilità etica

    Dottrina sociale di Stefano Fontana. Torna la questione del crocefisso nei luoghi pubblici. Si è in attesa di una sentenza che lascerà il segno. I cattolici sono preparati a questa sfida? Direi di no, perché essa implica chiarezza di vedute circa il rapporto tra religione e politica e tra cattolicesimo e altre religioni, argomenti sui quali nella Chiesa esistono purtroppo troppe scuole di pensiero. Le concezioni di laicità e di libertà religiosa oggi divulgate conducono alla rimozione del crocefisso dai luoghi pubblici, ma appunto esse sono ormai condivise anche da molti cattolici. Direi anche di più: poiché molti cattolici sono per l‘inutilità della propria religione nella sfera pubblica e per l’equivalenza di tutte le religioni, potranno essere essi stessi a pretendere la rimozione del crocefisso da scuole, ospedali, aule di tribunale e uffici comunali Leggi il seguito…

  • San Giuseppe, la Sacra Famiglia e cosa ne pensava Marx

    Dottrina sociale di Stefano Fontana. Stiamo vivendo l’anno dedicato a San Giuseppe, un anno che riguarda molto da vicino anche la Dottrina sociale della Chiesa. San Giuseppe, infatti, è sposo, è padre, è casto, è lavoratore. È quindi modello celeste della vita familiare e sociale. Pio IX lo aveva proclamato patrono della Chiesa universale l’8 dicembre 1870 e nel 1955 Pio XII ha proclamato San Giuseppe patrono degli artigiani e degli operai. La festa del lavoro per i cattolici è sempre stata il 19 marzo più che il primo maggio. Leggi il seguito…